Sassuolo - Inter, rivoluzione finale

Mancini, per l'ultima di A, concede il campo a giovani e seconde linee. Undici inedito con il Sassuolo.

Sassuolo - Inter, rivoluzione finale
Inter.it

A Reggio, tramonta la stagione dell'Inter. Ultimo impegno in campionato, al Mapei Stadium, visita al Sassuolo di Di Francesco. Il quarto posto in cassaforte consente di interpretare con maggiore "leggerezza" l'uscita conclusiva. Mentre i neroverdi puntano a consolidare la sesta posizione per mantenere il minimo vantaggio sul Milan, Mancini intende concedere minuti e passerella a giocatori fin qui meno utilizzati. 

Qualche assenza di rilievo nell'undici titolare. Fuori Handanovic e Perisic, per squalifica, Icardi, per infortunio. A questi, si aggiungono Medel e Miranda. Incombe la Coppa America, i due vogliono ricaricare le batterie e smaltire qualche acciacco. 

Mentre impazza il mercato - possibile la cessione di Handanovic - con l'Europeo alle porte, la squadra prova a mantenere la concentrazione giusta per affrontare l'impegno esterno. Tra i pali si rivede Carrizo, mentre nella linea di difesa due novità. Ricambio in corsia, con Telles a rilevare Nagatomo. Il brasiliano - riscatto difficile - si gioca probabilmente l'ultima cartuccia in nerazzurro. Al suo posto, per la prossima stagione, bloccato Erkin. Al centro, Juan Jesus si affianca a Murillo. Conferma per D'Ambrosio a destra. 

Gnoukouri, dopo un'illusione d'esordio e una stagione in naftalina, assapora il campo e si interroga sul futuro. Il ragazzo ha enorme qualità, ha bisogno di una collocazione certa, di un impiego costante. Possibile partenza in prestito? A completare la coppia di centrocampo, Kondogbia. Il transalpino, fuori dalla lista di Deschamps, può sfruttare l'estate per assimilare definitivamente la realtà italiana.

Sulla trequarti, Brozovic - in ballottaggio con Biabiany - Jovetic - polemico dopo l'impegno recente - e Eder, profilo in cerca di riscatto. Davanti - con Icardi ai box - Manaj. 

4-2-3-1:

Fonte Gds

FC Internazionale Milano