A Nanchino per scrivere il futuro: l'Inter è del Suning Commerce Group

Conferenza stampa in quel del Sofitel Zhongshan Golf Resort di Nanchino per comunicare la cessione del 68,55% delle quote a Zhang Jindong

A Nanchino per scrivere il futuro: l'Inter è del Suning Commerce Group
Fonte: Inter.it

Lunedì 6 giugno 2016, una data che i tifosi dell'Inter non dimenticheranno. Erick Thohir cede il 68,55% delle quote di F.C. Internazionale Milano a Zhang Jindong (presidente del Suning Group). La conferenza, alle ore 9 italiane (15 cinesi), vede come protagonisti i massimi dirigenti nerazzurri: dal presidente Erick Thohir, al vice Javier Zanetti, ai vari componenti Michael Williamson (Corporate Director) Giovanni Gardini (CFA) Robert Faulkner (Direttore della Comunicazione) Michael Gandler (CRO) e Michael Bolingbroke (CEO). Per il gruppo SCG presenti i vari amministratori, il vice-presidente Gong Lei ed il presidente Zhang Jindong.

Zanetti, Jindong ed Erick Thohir - fonte: fcinter1908.it

Dopo un'introduzione da parte del presentatore sulla storia del club neroazzurro, il primo ad intervenire è il presidente di Suning Zhang Jindong (parole riportate da fcinternews.it): "Grazie mille per essere venuti a questa conferenza stampa, sono felicissimo che ci siano così tante persone e non vi finirò mai di ringraziare. Sono emozionatisssimo, ho assistito di persona alla storia dell'Inter e adesso ne entreremo a fare parte. Suning è nel business del calcio da meno di un anno e adesso siamo già alla proprietà dell'Inter. Ora facciamo parte di uno dei top club europei. Con Thohir si è creata subito una connessione ed è nato il profondo interesse per il club." Un ringraziamento in particolare per l'ex-presidente Massimo Moratti: "Ho incontrato anche Moratti in uno dei miei viaggi a Milano e lo stesso ex presidente nerazzurro mi ha chiesto appassionatamente di entrare nella società. 'Dai il tuo meglio per l'Inter', queste le sue parole. Ringraziamo ancora il presidente Thohir di aver scelto proprio noi come partner". Lungo discorso per il presidente di SCG che spiega i piani futuri: "Acquisire l'Inter - prosegue Jindong - è il primo passo di un piano quinquennale di crescita del gruppo all'interno del mondo del calcio. Sappiamo che quanto di fatto in Cina dalla Superleague è buono, ma l'Europa è il massimo che si possa pensare nel mondo del calcio." Aggiungendo: "L'acquisto dell'Inter sarà una parte importante per noi come gruppo perché è il primo acquisto di una società all'esterno del terriotorio cinese. In questo modo vogliamo espandere le competenze e vogliamo far aumentare il brand in ogni angolo del mondo. L'Inter rappresenta una porta al mondo per il Suning, diventeremo un brand molto conosciuto in tutto il mondo. Trentotto anni fa i nerazzurri sono stati i primi a visitare la Cina e grazie a questo sono il club più tifato in Cina. Crediamo che l'Inter diventerà ancora più internazionale e ancora più forte." Ricostruzione e collegamento con il glorioso passato neroazzurro nelle parole di Zhang Jindong: "L'Inter di Moratti ha fatto cose incredibili nel mondo del calcio e noi vogliamo seguire il suo solco per ricostruire la gloriosa storia del passato nerazzurro. Per farlo ci avvarremo delle competenze del presidente Thohir e del suo managemente. Anche io sono un nerazzurro. Questo nostro ingresso in società garantirà un futuro più chiaro alla squadra. Grazie a tutti". Queste le parole del presidente Jindong da oggi nuovo socio di maggioranza del "mondo Inter" con l'acquisto del 68,55%.

La sala stampa della conferenza - fonte: calciomercato.com

La parola passa, in seguito, ad Erick Thohir: "Sono onorato di esssere qui in quello che è il via della partnership. Il gruppo Suning ha un piano serio e vogliono muoversi in questo mondo del calcio nel modo migliore. Siamo un brand globale, siamo "fratelli del mondo". Questa partnership ne è la testimonianza. Superiamo i confini rimanendo fedeli alla cultura italiana. Siamo orgogliosi di annunciare che l'Inter sarà in Cina per i prossimi cinque anni. Da quando sono arrivato all'Inter ho dato ogni onore al mio predecessore Moratti con cui abbiamo parlato insieme a Jindong per costruire qualcosa di importante. Vogliamo fare qualcosa di straordinario. Voglio ringraziare Moratti per la sua apertura mostrata sin da quando sono diventato presidente e per aver supportato la partnership. Questo sport è in continua evoluzione, è iniziata l'era dei super club per essere competitivi fuori e dentro il campo. Questo è necessario per vincere dei trofei. Sono molto felice dell'ingresso di Suning in questa nostra società - ed aggiunge -  Insieme possiamo portare questo club all'apice del calcio europeo e raggiungere grandi traguardi. Grazie a tutti quanti, specialmente a Zanetti che è un'ispirazione per questo club. Prima di finire, voglio dire ai nostri partner. Chiedo loro di supportare questa nuova partnership. Ai nostri tifosi dico grazie per la fiducia e per essere stati i più numerosi allo stadio in questo anno. Forza Inter, Forza Suning".

Il calcio non ha limiti e l'Inter ne è un esempio, con questa cessione di una parte delle quote si è ancora di più - come sostiene il presidente Erick Thohir - "fratelli del mondo". Questa partnership, come emerso dalle parole dei due presidenti, rappresenta una grande opportunità per entrambe le compagini dal punto di vista sportivo ed economico. 

Seguono poi le congratulazioni da parte della federcalcio cinese sulla nuova partnership tra Inter e Suning Group: "La federcalcio cinese si congratula con Suning per essere entrata in partenership con l'Inter e sono sicuro che questo aiuterà tutto il sistema calcistico cinese, sia dentro che fuori dal campo. Questa acquisizione il calcio a crescere avvicinando i tifosi a questo mondo sempre di più".

La conferenza prosegue poi, in un clima maggiormente informale, con un'intervista a due tra i vice-presidenti Javier Zanetti e Gong Lei dagli obiettivi per la prossima stagione ad anedotti sulle due carriere: "Sono molto felice ed emozionato di essere qui. Il gruppo Suning è forte e competente e dobbiamo lavorare insieme per rendere felici i nostri tifosi". Parola poi a Gong Lei: "L'Inter ha un legame duraturo e solido con la Cina che noi vogliamo adesso aumentare ancora di più facendo al meglio il nostro lavoro e riportando questo club ai livelli che gli spettano. Poi conclude nuovamente Zanetti: "Vogliamo costruire una squadra forte che sia protagonista in Italia e in Europa per arrivare fino in fondo e tornare in Champions League che è la competizione dove l'Inter deve sempre stare".

Conclusione della conferenza con lo scambio di "divise" tra Zanetti e Lei ed il brindisi tra tutti i membri, a sancire la storica partnership tra il gruppo Suning e l'Internazionale Milano.


Share on Facebook