Inter, Kondogbia verso la panchina?

La Gds ipotizza l'esclusione del francese, De Boer pensa al 4-2-3-1.

Inter, Kondogbia verso la panchina?
Foto: Inter.it

Due giorni per sciogliere gli ultimi interrogativi, per risolvere le ultime "questioni di campo" e presentarsi a Pescara con rinnovata fiducia. Domenica sera - nel posticipo della terza giornata - l'Inter bussa alla porta di Oddo in cerca della prima affermazione di stagione. Un punto in due partite, poi i botti di mercato a spegnere il fuoco nemico. Ora tocca al tecnico olandese, all'alba di un settembre ricco di impegni tra Italia ed Europa. 

L'avvento di J.Mario sovverte le gerarchie in mediana. Il portoghese si candida, fin da subito, ad una maglia da titolare. De Boer osserva l'impatto del centrocampista e pensa a un possibile ribaltone nell'undici titolare. J.Mario può rilevare Medel - in tal caso Inter a forte trazione anteriore - o Kondogbia. Determinante, inoltre, la scelta del modulo. Plausibile la conferma del 4-3-3, con Banega in regia. L'alternativa è il 4-2-3-1, con l'argentino sulla linea dei trequartisti e la cerniera di mezzo composta da Medel e Joao Mario. Per Brozovic - dopo il terremoto estivo - ennesima panchina, in attesa di novità sul rinnovo. 

In difesa, un solo dubbio. Ansaldi lavora per recuperare la miglior condizione in vista della sfida con la Juventus, Andreolli è indisponibile, da valutare Nagatomo. Il giapponese è in progresso, difficile però De Boer lo rischi dal primo minuto. Spazio quindi, con ogni probabilità, alla stessa linea anti - Palermo, con D'Ambrosio e Santon in corsia e Miranda e Murillo al centro. 

Un ballottaggio anche nel settore offensivo. Certa la presenza di Icardi al centro dell'attacco, sul lato destro Candreva, positivo in nazionale e fondamentale per rifornire il 9 nel cuore dell'area. A sinistra, corsa a due tra Eder e Perisic. L'impressione è che il croato goda di un leggero vantaggio. A disposizione anche Jovetic e Palacio, per loro probabile occasione in Europa League. 


Share on Facebook