Inter, parla Pioli: "In un mese non si tirano le somme, stiamo lavorando per crescere"

Le parole del tecnico neroazzurro a Premium Sport: "Gabigol è un ragazzo di talento e di qualità, deve solo avere la pazienza di adattarsi a questo campionato".

Inter, parla Pioli: "In un mese non si tirano le somme, stiamo lavorando per crescere"
Inter, parla Pioli: "In un mese non si tirano le somme, stiamo lavorando per crescere" - calciomercato. com

Domenica sera l'Inter a San Siro ha conquistato tre punti importanti contro il Genoa, utili a riprendere il cammino verso le zone alte della classifica.

Stefano Pioli è intervenuto nel tardo pomeriggio a Premium Sport analizzando questo primo periodo all'Inter: "In un mese non si tirano le somme, stiamo lavorando per crescere. Le difficoltà si superano con il lavoro. Contro il Genoa volevamo vincere, ma abbiamo commesso degli errori che stiamo analizzando per crescere".

Il tecnico chiede una mano a tutto il popolo neroazzurro per continuare questa scalata: "Ci serve tutto l’appoggio dei tifosi. So che sono attaccati al nostro passato glorioso, ma ora guardiamo al presente". 

Stefano Pioli - Premium Sport
Stefano Pioli - Premium Sport

L'ennesima bocciatura stagionale per Gabigol è arrivata proprio contro il Genoa: con l'Inter avanti per due a zero l'attaccante brasiliano non è entrato in campo: "E' un ragazzo di talento e di qualità, deve solo avere la pazienza di adattarsi a questo campionato"

Il tecnico neroazzurro ha ritrovato Candreva: "Antonio è un grande professionista, si è messo al servizio della squadra con spirito di sacrificio". E ancora: "Il gruppo ci mette impegno e voglia di migliorare. Joao Mario, Banega e Brozovic hanno buone qualità. Felipe Anderson è un ottimo giocatore, il primo anno ha avuto difficoltà ad adattarsi, ma la società lo ha sostenuto. Il rapporto con i giocatori? Sono sempre molto diretto, credo che questo sia importante per far funzionare un gruppo".

Chiusura sul suo passato da calciatore: "Se non avessi avuto tutti gli infortuni che ho avuto, avrei potuto fare una carriera diversa. ella mia famiglia si è sempre respirata aria di calcio. Anche i miei fratelli hanno militato in serie minori". 

FC Internazionale Milano