Sfatato il tabù trasferta: l'Inter regola di misura il Sassuolo grazie al Candreva-show

Decide la rete dell'ex Lazio al 48' della ripresa, riportando la vittoria fuori casa che mancava dal 21 settembre scorso. Candreva grande ispiratore e uomo del match grazie al gol vittoria. Il coriaceo Sassuolo cede penalizzato dagli infortuni.

Sfatato il tabù trasferta: l'Inter regola di misura il Sassuolo grazie al Candreva-show
Sassuolo
0 1
Inter
Sassuolo: CONSIGLI; LIROLA, ANTEI, ACERBI, DELL'ORCO; PELLEGRINI (MISSIROLI, MIN.60), SENSI, MAZZITELLI (IEMMELLO, MIN.77); RICCI (MATRI, MIN.60), DEFREL, RAGUSA
Inter: HANDANOVIC; D'AMBROSIO, MIRANDA, MURILLO, ANSALDI; BROZOVIC, FELIPE MELO; CANDREVA, JOAO MARIO (BANEGA, MIN. 69'), PERISIC; ICARDI
SCORE: 0-1, MIN.48, CANDREVA
ARBITRO: MARCO DI BELLO DI BRINDISI. AMMONITI: MISSIROLI (MIN.61), JOAO MARIO (MIN.68), BROZOVIC (MIN.73), FELIPE MELO (MIN.75), FELIPE MELO (MIN.90+2), GABRIEL (MIN.90+3). ESPULSI: FELIPE MELO (MIN.90+2)
NOTE: GARA VALIDA PER LA DICIASSETTESIMA GIORNATA DI SERIE A TIM 2016/2017. INCONTRO FRA SASSUOLO ED INTER, MAPEI STADIUM, SASSUOLO

L'Inter di Stefano Pioli trova il successo nel match dell'ora di pranzo al Mapei Stadium di Sassuolo, regolando di misura la squadra di Di Francesco grazie al gol di Candreva, migliore in campo, lesto ad approfittare della ribattuta corta di Consigli su tiro di Joao Mario. Una vittoria importante per i nerazzurri che ottengono tre punti d'oro al termine di una gara molto bella, giocata a viso aperto. Gli uomini di Pioli controllano ampiamente il gioco nel primo tempo pur rischiando qualcosa di fronte alle ripartenze dei neroverdi, capitalizzando il tutto col gol del miglior giocatore dell'incontro ad inizio ripresa. L'ex Lazio aveva colpito anche un palo al 16' del primo tempo. Il Sassuolo, coriaceo e mai domo, prova ad aver la meglio sulle molteplici distrazioni difensive degli ospiti ma non riesce mai a trovare il guizzo giusto davanti ad Handanovic. I nerazzurri hanno poi diverse chance per raddoppiare, con Ivan Perisic nei minuti finali, e stanchi riescono poi a stringere i denti di fronte ai pochi assalti degli uomini di Di Francesco. Nota negative per i nerazzurri, il giallo preso da Joao Mario che, diffidato, salterà Inter-Lazio e il rosso rifilato A Felipe Melo, anche lui inutilizzabile contro i biancazzurri. 

PRIMO TEMPO Il primo squillo del match è sui piedi di Candreva al 12’. L’ex laziale scarica un bolide dalla distanza che impegna Consigli ma senza conseguenze. Lo stesso Candreva poi, dopo un tiro cross insidioso di Perisic che si spegne sul fondo, regala al Mapei Stadium il primo brivido della giornata. Ancora un fulmine dell’ex Lazio al 16’ che, deviato da un difensore avversario, centra il palo a Consigli battuto. Vicinissimo al vantaggio l’Inter di Pioli che sembra esser partito con il piede giusto e aver il comando del gioco ma i padroni di casa restano in agguato. Al 17’ un errore di Murillo in copertura apre il fianco al contropiede degli uomini di Di Francesco, ma il cross di Ragusa è troppo profondo e Ricci non ci arriva. Al 20’ prova a farsi vedere ancora il Sassuolo ma Handonovic esce in presa facile bloccando Ricci lanciato da Mazzitelli. Le due squadre si affrontano a viso aperto: i nerazzurri esprimono buone trame offensive ma corrono ancora dei rischi piegandosi alle ripartenze emiliane. Come al 26’ quando, su altro errore di Murillo, gli uomini di Di Francesco si involano in contropiede ma Miranda è provvidenziale a sporcare la conclusione di Pellegrini facilitando l’uscita di Handanovic. L’Inter è sempre in agguato e due minuti più tardi Icardi ha la seconda grande occasione del match. Grande azione corale dei nerazzurri con Candreva a servire il capitano che colpisce bene ma manda fuori di pochissimo. Gli ospiti costruiscono buon gioco e sono reattivi in fase offensiva ma le distrazioni difensive lasciano campo al Sassuolo che non molla la presa. Al 34’ il colpo a volo di Defrel in spaccata, nato da un errore in disimpegno di Brozovic, chiama Handanovic alla grande deviazione. È un botta e risposta divertente. Al 35’ numero di Candreva, particolarmente ispirato, che serve Perisic: il croato a botta sicura trova i pugni di Consigli.

SECONDO TEMPO Al via della ripresa i nerazzurri trovano il gol del vantaggio. Joao Mario raccoglie palla icino all’area e calcio, Consigli però ribatte corto favorendo il tap-in di potenza di Candreva che sugella così una prova ottima. È il 48’ e gli uomini di Pioli si portano avanti. Di Francesco prova a correre ai ripari inserendo Missiroli e Matri per Pellegrini e Ricci (60’). Proprio il neo entrato Missiroli subisce il primo giallo del match un minuto più tardi per fallo su Joao Mario. I padroni di casa sembrano scuotersi. Al minuto 63 grande occasione per Sensi che calcia al volo ma trova la grande opposizione di Handanovic con i piedi. Un minuto più tardi ancora il Sassuolo: Matri prova a servire Lirola che calcia al volo ma manda alto. Al 68’ altro giallo per Joao Mario, sostituito un minuto più tardi da Banega, che era diffidato e salterà dunque Inter-Lazio. Brozovic prova a riprendere le fila dell’attacco scaricado un bolide al 71’ che però finisce alto. Al 74’ Di Francesco si gioca l’ultima carta inserendo Iemmello per Mazzitelli. Il Sassuolo passa ad un 4-2-4 provando ad aver ragione su un’Inter ora stanca. Ma all’81’ Matri cicca clamorosamente dopo aver evitato Miranda perdendo l'equilibrio non sfruttando un cross invitante di Defrel. Sul finire del match, al minuto 88, Perisic spreca il pallone dello 0-2 calciando su Consigli in uscita dopo il cross di Brozovic. E ancora, due minuti più tardi, lo stesso Perisic si fa ipnotizzare da Consigli che devia in angolo. Nei quattro minuti di recupero Gabigol subentra a Candreva, eroe di giornata, mentre Felipe Melo riceve il secondo giallo per una bruttissima entrata da dietro ai danni di Defrel, viene espulso e lascia l’Inter in dieci. Di Bello fischia la fine, Inter batte Sassuolo 0-1 e sfata il tabù trasferta.

FC Internazionale Milano