Inter, nessun problema per Kondogbia

Il francese supera l'influenza e si unisce al gruppo. Gabigol scalpita, Brozovic osservato speciale.

Inter, nessun problema per Kondogbia
Inter, nessun problema per Kondogbia - Foto: Inter.it

Obiettivo Roma. L'Inter si allena alla Pinetina, seduta mattutina nella giornata di ieri, palestra e campo, tecnica individuale. Buone nuove per Pioli, non solo il ritorno, graduale, di Murillo - fermo per un affaticamento - ma anche il rientro di Kondogbia, dopo lo stop influenzale di martedì. Lavoro a parte, oggi, nella sessione in programma nel pomeriggio, ritmi alti, con il gruppo, per entrare con forza nel rettilineo che conduce alla gara del week-end. 

Qualche dubbio circonda ancora Marcelo Brozovic. Il problema al piede è ormai sbiadito ricordo, ma occorre attendere per cancellare l'incertezza che circonda la presenza o meno del croato domenica. Il centrocampista insegue la convocazione, punta a un posto in panchina, non certo nell'undici titolare. La mediana è presto fatta, Kondogbia al fianco di Gagliardini, pronto a vestire il nerazzurro dopo la pausa dedicata alla nazionale di Ventura. Uno stage utile per affinare l'intesa con i futuri compagni d'azzurro, ora massima concentrazione per la partita più importante della stagione. Kondogbia - Gagliardini, con Joao Mario un passo più avanti. 

Foto: Inter.it
Foto: Inter.it

Il settore offensivo non prevede, come detto più volte nei giorni scorsi, alcun ribaltone, si accomodano in panchina Eder e Palacio, torna Icardi dopo la squalifica. Alle spalle dei titolarissimi, scalpita però Gabigol. Decisivo con il Bologna, tocco vincente sottoporta, il giovane brasiliano chiede spazio. "Pioli è un grande allenatore. Io lavoro duro tutta la settimana perché solo così posso trovare ancora più spazio, con questo gol magari ne avrò in più. La Roma? Grande squadra, ma giocheremo in casa, in un San Siro che mi aspetto pieno. Lavoriamo bene in questa settimana e poi vedremo. Una promessa in caso di piazzamento Champions? Dopo il gol al Bologna ho promesso una cena a base di 'Carbonara'. Dovessimo raggiungere la Champions potrei offrire una cena brasiliana, però ora dobbiamo lavorare; ci sono tante partite da giocare, se Dio vorrà arriveremo". Questo il pensiero del talento verdeoro ai microfoni di Premium Sport. Difficile immaginare un Gabriel Barbosa titolare, di certo può essere carta importante a partita in corso, per spezzare la linea giallorossa, per dare entusiasmo a pubblico e squadra. Con un Candreva al momento non brillante, l'opzione Gabigol, nella ripresa, non è da scartare.  


Share on Facebook