Inter, Pioli alla stampa: "Il nostro calendario è duro, ma guardiamo avanti fiduciosi"

L'allenatore nerazzurro non si fida del prossimo avversario, la Fiorentina di Paulo Sousa, ed avverte: "E' dura andare a far risultato a Firenze, serve la nostra miglior versione per uscire con dei punti dal Franchi"

Inter, Pioli alla stampa: "Il nostro calendario è duro, ma guardiamo avanti fiduciosi"
Inter, mister Pioli alla stampa: "Il nostro calendario è duro, ma guardiamo avanti fiduciosi"

Giornata di anti vigilia in casa Inter, che sabato in anticipo è atteso da un impegno ostico, in casa della Fiorentina che non molla, e tiene viva, accesa, una flebile speranza di conquistare un posto in Europa League. Il tecnico Stefano Pioli avverte la sua squadra, e ritorna anche sul derby, pareggiato inopinatamente contro un Milan che ha trovato il gol del 2 a 2 al 97' minuto: "Sono fiducioso per la voglia che vedo di uscire da questo momento e terminare la stagione con una classifica diversa da quella attuale. Chiaro che è stata una lunga rincorsa, ma sono certo che valiamo più di quanto dicano gli ultimi risultati. Contro il Milan, ad esempio, abbiamo gettato alle ortiche due punti perchè abbiamo gestito male la palla, e quindi ci siamo abbassati troppo, concedendo campo ai nostri avversari. Inoltre, abbiamo perso palloni banali in uscita e quindi i rossoneri ci hanno fatto male. A Firenze sarà una gara complicata, sotto tanti punti di vista; troveremo un avversario che di certo non è già in vacanza, ma come noi è alla ricerca della vittoria. Lì è sempre dura giocare, quest'anno hanno battuto Juventus e Roma, oltre a pareggiare contro il Napoli".

Dopo il successo, roboante, ottenuto contro l'Atalanta (7-1), l'Inter si è inceppata, ed è incappata in prestazioni ben al di sotto della sufficienza, e per Stefano Pioli il motivo è presto detto: "Abbiamo commesso degli errori, e li abbiamo pagati a caro prezzo. Errori di distrazione, e su questo dobbiamo lavorare per far si che non si ripetano più" . Le avversarie dirette dell'Inter, in questo rush finale, sembrano avere un calendario favorevole rispetto ai nerazzurri, ma il tecnico non fa drammi: "Abbiamo 5 punti dalla quarta in classifica, compreso lo scontro diretto con la stessa Lazio, non contano gli avversari che andremo ad affrontare, dobbiamo fare affidamento solo su no stessi. Seppur il nostro calendario è duro, io guardo avanti con fiducia, consapevole che abbiamo i mezzi per far bene".

Infine, interrogato sui singoli, dichiara: "Ho a disposizione un ottimo gruppo, una rosa molto ampia e quindi posso tranquillamente fare tutte le mie valutazioni con molta tranquillità. Nei prossimi impegni non stravolgerò la squadra, perchè ormai abbiamo una nostra identità, e dobbiamo proseguire con il lavoro intrapreso qualche mese fa. Dobbiamo solo evitare di commettere degli errori che prima non commettevamo, solo così possiamo risalire la china. Ho sempre grande supporto dalla società, poi so bene, sono pienamente consapevole che tutto dipende dai risultati. Solo il match di Crotone abbiamo fallito, per il resto la squadra non mi è mai dispiaciuta, in quanto ha sempre lottato, anche quando i risultati non ci hanno sorriso".