Inter, la rabbia di Nagatomo: "In Italia non c'è rispetto"

Il giocatore neroazzurro risponde alla pioggia di critiche ricevute sui social: "Criticato e offeso come un criminale".

Inter, la rabbia di Nagatomo: "In Italia non c'è rispetto"
Inter, la rabbia di Nagatomo: "In Italia non c'è rispetto"

Dopo il ko contro il Napoli, in casa Inter devono fare i conti anche con lo sfogo di Yuto Nagatomo: un erroraccio con gli azzurri, (con il quale ha permesso alla squadra allenata da Sarri di imporsi a San Siro ndr), poi la pioggia di critiche, ora il difensore giapponese replica su Twitter.

Il difensore dell'Inter è stato preso di mira sui social, travolto dalle critiche, ma dopo quasi due giorni risponde così ai suoi 639mila follower: "In Italia, se uno fa bene è elogiato come un Dio se fa male invece viene criticato e offeso come un criminale. Non c’è morale, non c’è rispetto. Sono orgoglioso di lavorare in un ambiente duro, in cui solo pochi riescono a farcela. Io sono qui da sette anni. E comunque tutto questo mi dà forza per guardare avanti e al futuro". 

L'Inter sta attraverso un periodo difficile e questi sfoghi non fanno bene a nessuno alla Pinetina. 


Share on Facebook