Inter, si chiude per il nuovo Pogba. Il punto sul mercato nerazzurro

Storia curiosa quella di Mamadou Coulibaly: dal barcone al Pescara. In settimana incontro decisivo per Borja Valero, stallo Skriniar.

Inter, si chiude per il nuovo Pogba. Il punto sul mercato nerazzurro
Inter, si chiude per il nuovo Pogba | FONTE: Sky Sport

Vicenda particolare legata al futuro centrocampista interista. Si parla un gran bene di questo classe '99 proveniente dal Senegal, il padre, professore di educazione fisica, non era disposto ad indirizzarlo lungo la strada per realizzare il suo più grande desiderio: quello di essere un calciatore. Mamadou non si scoraggia, anzi, per sfuggire alla rigida volontà paterna, decide di imbarcarsi con altri migranti e raggiungere l'Italia. Il viaggio, tormentato di difficoltà e peripezie, termina in quel di Pescara, dove la società del presidente Sebastiani concede una possibilità ad un ragazzo tenace e allo stesso tempo dalle brillanti caratteristiche. Ottima abilità nelle due fasi, buoni tempi di inserimento, ordinato in fase d' impostazione, ma allo stesso tempo efficace nel recupero palla e decisivo nel far ripartire l'azione; insomma, qualità che ricordano l'ex Juve. Ora il trasferimento all'Inter, l'ulteriore avanzata verso una nuova prospettiva, un tassello in più per scalare l'Olimpo dei grandi, con la consapevolezza di aver dimostrato il proprio valore in sole 11 apparizioni tra Serie A e Primavera, competizione nella quale ha messo a referto una rete. ​Affare pressoché concluso, coinvolgente tre prestiti con diritto di riscatto nell'asse Pescara-Milano, opzione per il controriscatto a favore dell'Inter che concederà le prestazioni del trionfatore del Campionato Primavera Marco Carraro, centrocampista classe '98 e Andrea Palazzi, metronomo classe '96 accasatosi nella scorsa stagione alla corte di Moreno Longo alla Pro Vercelli.

COLPI SKRINIAR E DALBERT ​Per il centrale difensivo della Sampdoria si può chiudere in tempi rapidi la trattativa; la parte fissa di 13-15 milioni sarà condita da contropartite tecniche, ovvero Caprari, Santon o Nagatomo. L'ex Pescara potrebbe però rivelarsi un'utile alternativa sull'out di sinistra o come seconda punta, l'ex Newcastle piace alla Fiorentina di Stefano Pioli, mentre il giapponese è da tempo nei radar blucerchiati. Filtra ottimismo per Dalbert. Il terzino di proprietà del Nizza è stato blindato dalla società, considerandolo un pezzo pregiato sul quale ripartire dalla prossima stagione, ma la volontà del brasiliano è quella di giungere in Italia e vestire il nerazzurro. Si chiuderà per una cifra intorno ai 12 milioni di euro. 

CENA AUSILIO-BRAIDA Si guarda sempre in casa Roma per rafforzare la linea difensiva. Antonio Rudiger è il fulcro attorno al quale ruotano i pensieri di Spalletti, ma nelle ultime ore, dati il consistente interesse dello Zenit San Pietroburgo per Manolas e l'addio di Salah in direzione Liverpool, il ds Monchi non necessita di una cessione di un altro big. I 45 milioni provenienti dalla cessione dell'egiziano permettono la quadratura del cerchio derivato dal FPF e la possibile offerta irrinunciabile dello zar Roberto Mancini chiuderebbero ogni forma di scenario immaginabile. Ecco perché il nome nuovo è quello di Federico Fazio. Il giallorosso è stato trasformato da Spalletti in un comandante capace di guidare con la propria leadership ogni movimento difensivo. Intanto, in un noto ristorante milanese, si è svolta una cena tra Piero Ausilio e il ds del Barcellona Ariedo Braida. Nel menù i nomi di Aleix Vidal e Lucas Digne. Per i due terzini, poco utilizzati nella scorsa stagione dal club catalano, sarebbero state chieste informazioni su possibilità di trasferimento a Milano. All'uscita Braida ha chiarito di essere di casa vicino al ristorante e di aver partecipato ad una normale cena tra amici, senza trattare di mercato, mentre il ds nerazzurro ha abbandonato il luogo dai garage, alimentando le suggestioni dei giornalisti.

Federico Fazio, il nome nuovo del mercato Inter | FONTE: Agenti Anonimi

DOPPIO COLPO VIOLA? Stretta per Borja Valero​. L'avvistamento dell' agente del calciatore a Milano ha di fatto aperto gli spiragli più attesi. Il jolly di centrocampo è sulla lista dei papabili di Luciano Spalletti già dai tempi romani; lo spagnolo sarebbe l'ideale nella mediana disegnata dal tecnico di Certaldo, completando il tandem con Roberto Gagliardini. L'affare si concluderebbe a cifre più che ragionevoli per il 32enne; i 6-7 milioni alla Fiorentina basterebbero solo in caso di cessione richiesta dal classe '85 madrileno e i 2 milioni d' ingaggio non comporterebbero un muro per le grasse casse di Suning. Trattativa ben avviata e per il fine settimana seguiranno importanti aggiornamenti. Situazione ben più complessa quella che porta a Federico Bernardeschi. Il gioiellino gigliato di Carrara è impegnato negli Europei U21 in Polonia e la sua decisione è attesa soltanto per il suo rientro dal torneo. In caso di partenza di Cuadrado, oltre a Douglas Costa la Juventus si fionderebbe su un altro esterno d' attacco per rifinire il 4-2-3-1 e i bianconeri, forti della volontà del calciatore, punterebbero su di lui presentando un' offerta da 40 milioni esclusi bonus alla Fiorentina. Si è riaccesa la pista Papu Gomez in avanti, sul quale sembra però in netto vantaggio, in caso di eventuale cessione, la Lazio.

Borja Valero, sempre più prossimo acquisto nerazzurro | FONTE: LazioPress.it