Schick-Inter, affondo dopo le visite mediche

La telenovela dell'estate, quella riguardante Patrik Schick, sembra volgere ormai al termine: l'attaccante ceco svolgerà mercoledì le visite mediche, ed in caso di idoneità ci sarà l'affondo decisivo da parte dell'Inter.

Schick-Inter, affondo dopo le visite mediche
Patrik Schick in uno scontro di gioco con Gary Medel

Dopo essere stato ad un passo dalla Juventus, Patrik Schick sembra aver scelto l'Inter. Dalle ultime voci sembra si attenda soltanto l'idoneità delle visite mediche (una formalità), per far sì che la società neroazzurra rilevi il cartellino del giovane ceco classe '96. L'accordo tra le due società è lo stesso che era stato raggiunto con la Juventus, 30,5 milioni per l'intero cartellino, mentre al giocatore è stato proposto un contratto di 2 milioni più bonus a salire per 5 anni.

Ricordiamo che ciò che fece saltare l'affare con la squadra di Torino è stato il problema cardiaco rilevato nelle visite mediche a Vinovo, una leggera aritmia, per la quale sono state prescritte al calciatore alcune settimane di riposo per la risoluzione del problema. Il presidente blucerchiato Ferrero, rimasto molto stupito dalla presa di posizione della Juventus, che ha interrotto la trattativa, aveva pensato anche di provare a trattenere il suo giovane talento, tanto da proporgli un rinnovo contrattuale di 1,3 milioni di Euro più bonus per poter raggiungere la soglia dei 2 milioni, quindi non lontano da quello offerto dall'Inter; qui è però intervenuto il giocatore con il suo entourage, il quale ha dichiarato la sua volontà di effettuare uno step successivo nella sua carriera e sbarcare in un top club come l'Inter. L'interessamento da parte dei dirigenti del club milanese non è mai stato un mistero, molte sono le dichiarazioni di stima verso il gioiellino blucerchiato da parte di Sabatini, Ausilio e dello stesso Mister Spalletti; tanto che un tentativo per portarlo ad Appiano Gentile era già stato fatto prima del suo accordo con la Juve, e nel momento in cui la trattativa è saltata lo staff interista si è mosso in anticipo rispetto a tanti altri club interessati seminando la concorrenza di Roma Tottenham su tutte. 

Sarà curioso vedere come Luciano Spalletti deciderà di impiegare Schick nella sua scacchiera. I possibili ruoli in cui l'attaccante ceco è impiegabile sono molti. Forse ad inizio stagione siederà in panchina per poi essere letale da subentrato nel secondo tempo. come è stato quest'anno per la Sampdoria. Ma il presentimento, e la speranza di molti tifosi è che Schick possa ritagliarsi uno ruolo anche nell'11 di partenza. Probabilmente ora come ora, anche se a mercato ancora da terminare (sia in entrata che in uscita), il ruolo in cui il classe '96 potrebbe essere più utile nel 4231 di Spalletti è quello di attaccante largo a destra al posto di Candreva, il quale non sembra ancora essere entrato in perfetta sintonia con il Mister. Un indizio in più che potrebbe favorire un suo ampio utilizzo è l'espressa richiesta da parte del tecinco neroazzurro di ali d'attacco in grado di vedere più spesso la porta e andare a rete, così da poter togliere qualche responsabilità a capitan Icardi e soprattutto avere più soluzioni offensive, senza che il gioco termini sempre, o quasi, con una conclusione della punta argentina. Schick sembra quindi l'identikit del giocatore che piace alla società, richiesto dall'allenatore e soprattutto di un giovane talento pronto ad esplodere e fare il salto di qualità.


Share on Facebook