L'Inter batte il Betis grazie ad un rigore di Icardi

Il penalty trasformato alla mezzora dal n.9 argentino consente ai nerazzurri di uscire vittoriosi dall'amichevole giocata a Lecce contro il Betis. Buona prova della squadra milanese, che tiene bene in difesa e si rende pericolosa in più occasioni. Indicazioni utili in vista dell'esordio in campionato contro la Fiorentina.

L'Inter batte il Betis grazie ad un rigore di Icardi
L'Inter festeggia la vittoria contro il Betis. Fonte: ilsussidiario.net
Inter
1 0
Betis Siviglia
Inter: Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, MIranda, Dalbert (Ansaldi, min.72); Vecino, Borja Valero (Brozovic, min.62); Candreva (Barbosa, min.72), Joao Mario (Gagliardini, min.46), Perisic (Jovetic, min.72); Icardi (Eder, min.46). A disp: Padelli, Berni, Ranocchia, Rivas. All. Spalletti
Betis Siviglia: Adan, Feddal, Fabian (Camarasa, min.76), Sergio Leon (Sanabria, min.72), Guardado (De La Hoz, min.72), Nahuel (Garcia, min.79), Joaquin (Guerrero, min.79), Barragan, Tosca (Durmisi, min.72), Mandi, Narvaez. A disp: Dani Gimenez, Rafa, Amat, Pezzella, Redru, Loren, Francis. All. Setien
SCORE: 1-0, min. 30, Icardi.
ARBITRO: Marco Di Bello (ITA). Ammoniti Adan (min. 19), Nahuel (min. 47), Handanovic (min. 70), Gagliardini (min. 83)
NOTE: Amichevole. Stadio "Via del Mare", Lecce.

L'Inter batte il Betis Siviglia e si avvicina a grandi passi all'esordio in campionato contro la Fiorentina. Proprio in vista di questo appuntamento, Spalletti manda in campo la formazione migliore con Candreva, Joao Mario e Perisic a sostenere l'unica punta Icardi. L'Inter fin da subito palesa la voglia di ben figurare, nonostante le difficoltà dovute al campo pesante dopo la pesante pioggia caduta su Lecce. Dinanzi si ritrova un avversario che non sta a guardare, ma anzi prova a far male ogni volta che ne ha l'opportunità. Non a caso nella prima mezz'ora le occasioni migliori le ha il Betis, ma a passare in vantaggio è l'Inter con Icardi che si conquista e segna il calcio di rigore, che si rivelerà poi decisivo. Nella ripresa il copione non cambia. L'Inter si limita a gestire le energie, mentre il Betis prova ad agguantare il pareggio. La chance più clamorosa capita sui piedi di Sergio Leon che da ottima posizione calcia alto. Da qui si susseguono una serie di conclusioni poco precise da parte dei giocatori del Betis, che nel finale rischiano anche di subire la seconda rete, con Eder che manda di poco alto dal limite dell'area. Termina dunque 1-0 e Spalletti può essere contento sia della produzione offensiva dei suoi, che soprattutto della tenuta difensiva.

La prima occasione del match la costruisce il Betis con Fabian Ruiz, che su azione d'angolo tira in porta, ma la sua conclusione si perde ben oltre la traversa. Al 18' ancora andalusi pericolosi con Sergio Leon, che, dopo aver ricevuto un ottimo pallone dalla fascia destra, tira in porta da buonissima posizione, ma la sua conclusione termina incredibilmente sul fondo. Al 21' si fa vedere per la prima volta in avanti l'Inter: prima Perisic costringe Adan all'intervento in tuffo con un'acrobazia dall'interno dell'area di rigore, poi sul corner successivo Vecino colpisce di testa spedendo la palla a lato della porta avversaria. Il Betis non si fa intimorire e si riaffaccia nella metà campo nerazzurra con Fabian Ruiz, che salta un paio di avversari, dopodichè lascia partire una conclusione che si perde oltre la traversa. Alla mezz'ora si sblocca la sfida: Icardi approfitta di un retropassaggio troppo debole verso Adan, il quale viene saltato dal n.9 nerazzurro che poi cade nel contatto con il portiere andaluso; l'arbitro indica immediatamente il dischetto, sul quale si presenta lo stesso Icardi che dagli 11 metri non sbaglia spiazzando l'estremo difensore avversario. Il Betis reagisce subito con Joaquin, che serve Narvaez al limite, il giocatore andaluso va alla conclusione, ma il suo tiro si perde lontano dai pali della porta avversaria. Sul destro scoccato dal calciatore biancoverde si conclude il primo tempo, con l'Inter che va dunque al riposo in vantaggio per 1-0.

Il secondo tempo si apre con il Betis che va subito alla ricerca del pareggio: Narvaez su azione d'angolo prova a sorprendere Handanovic con un tiro a filo d'erba, ma la sua conclusione viene disinnescata senza troppi problemi dall'estremo difensore nerazzurro. Ancora andalusi pericolosi con Nahuel, che tenta il tiro da fuori area, ma anche il calciatore biancoverde pecca di precisione, infatti la sua botta viene bloccata centralmente dal n.1 dell'Inter. Al 56' si fanno vedere in avanti gli uomini di Spalletti, Eder s'incarica della battuta di un calcio di punizione da buona posizione, il suo tiro però sfiora solamente il palo destro della porta avversaria. Sul ribaltamento di fronte ancora biancoverdi pericolosi con Sergio Leon, che punta Miranda, rientra sul sinistro e calcia in porta, ma il suo tiro viene abbrancato in tutta tranquillità da Handanovic. Al 66' occasionissima sciupata dal n.7 andaluso, che da distanza ravvicinata calcia incredibilmente oltre la traversa. Il Betis continua a spingere sulle fasce, Nahuel al 77' si rende autore di un tiro-cross, che viene però disinnescato senza troppi patemi dall'estremo difensore avversario. Il pallino del gioco è completamente degli spagnoli che continuano ad attaccare con Narvaez, il quale fa partire un destro poco preciso dal limite dell'area, la sfera termina oltre la traversa. L'Inter rompe l'egemonia Betis con Eder che prova a sorprendere Adan con un tiro dai 16 metri, ma il suo destro si spegne a lato. Il n.23 nerazzurro ha un'altra buona occasione in pieno recupero, ma la sua conclusione da distanza ravvicinata viene ribattuta provvidenzialmente da Mandi. Su questa chance per l'Inter si chiude la partita, con i nerazzurri vittoriosi per 1-0 sul Betis.

FC Internazionale Milano