Juve - Chievo Verona, la vigilia

Conte deve fare a meno di Barzagli e Chiellini, mentre Pogba potrebbe lasciare il posto a Marchisio

Juve - Chievo Verona, la vigilia
Juventus alla ricerca della vittoria
Juventus
Chievo Verona

L’aveva detto Conte: chiunque giochi titolare, deve tenersi il posto stretto. Non sono andati giù i due punti persi a Verona e per questo aveva lanciato un messaggio chiaro ai suoi. Ora è tempo di pensare all’altra veronese, il Chievo, che torna a Torino dopo la sconfitta contro l’Udinese.

QUI JUVE - Conte ha convocato 20 giocatori, con Barzagli, Chiellini, Vucinic e Pepe out, mentre tra i convocati ci sono Quagliarella e Osvaldo. Il tecnico bianconero sta pensando di lasciare in panchina Pogba: il fenomeno francese è sembrato troppo lezioso e superficiale nelle ultime gare e per questo Conte sta pensando di rilanciare Claudio Marchisio. Quest’anno il numero 8 giocherà la sua 19ma partita da titolare, cercando il secondo gol. A centrocampo si affiancherà a Vidal e Pirlo, mentre Lichtsteiner e Asamoah saranno ancora esterni. In attacco, Conte pensa di lanciare Giovinco dal primo minuto, probabilmente al posto di Llorente, che rimane favorito accanto a Tevez. Per Osvaldo, con il ko di Vucinic, si potrebbe prospettare l'ingresso nella ripresa, per la prima partita allo Stadium.

QUI CHIEVO – Il Chievo arriva allo Juventus Stadium con il dubbio in attacco: Corini non ha ancora deciso tra Théréau e Paloschi per un posto accanto a Stoian. In difesa, pesano l'assenza di Dainelli e la squalifica di Cesar, con Canini, Frey e Bernardini titolari. A centrocampo spazio a Radovanovic al posto di Rigoni, mentre Bentivoglio resta favorito.

PRECEDENTI - Dal 2001 a oggi il Chievo ha dato filo da torcere alla Juventus: 12 stagioni fa, arrivò la prima vittoria bianconera, dopo il vantaggio del Chievo grazie ad una doppietta di Marazzina e la rimonta degli uomini di Lippi con gol di Tacchinardi, Tudor e Salas su calcio di rigore.  Tra il 2010 e il 2012 ci sono stati ben quattro pareggi tra Verona e Torino, mentre la prima storica vittoria dei veronesi è del 17 gennaio 2010 grazie al gol di Sardo. Nelle ultime tre sfide in Serie A, i bianconeri hanno sempre segnato contro i clivensi a Torino, senza subire gol 5 volte su 10.

BIANCONERI PER LA VITTORIA – L’ultima partita contro l’altra squadra di Verona ha rilanciato il problema difesa, con due gol di cui uno subito all’ultimo minuto. Tuttavia, la Vecchia Signora ha una striscia positiva di 15 gare e quella più lunga in casa (20). Allo Juventus Stadium, gli uomini di Conte hanno portato a casa 33 punti, bottino pieno. Nelle 23 partite finora disputate, la Juventus è l’unica squadra a non aver mai concluso una gara senza gol. Se si pensa alla stagione scorsa, l’ultima volta che la Juve ha lasciato il tabellino vuoto risale a un anno fa, quando il 16 febbraio 2013 la Roma fissò il risultato all’Olimpico sull’1-0. La Juventus cerchera’ la vittoria anche considerando che il Chievo ha messo a segno finora 16 reti ma ne ha subite esattamente il doppio (32), quindi considerando l’attacco più prolifico di tutta la Serie A e la seconda miglior difesa, i bianconeri potrebbero ottenere i 3 punti senza troppi problemi.

ARBITRO – Da Doveri a Valeri: Juventus – Chievo verrà arbitrata dal fischietto romano Paolo Valeri, della sezione di Roma 2. Doveri torna da assistente insieme a Di Paolo. Finora l’arbitro internazionale ha diretto 12 incontri dei bianconeri, con uno scontro diretto fra le due squadre, in casa del Chievo nella stagione 2009-10 e l’unica vittoria dei clivensi contro i bianconeri.  L’ultima volta nella direzione dei bianconeri è per la gara finale della stagione passata.