Youth League: la Juve pareggia 1-1 in Grecia

Finisce 1-1 tra Juventus e Olympiakos, con la squadra greca protagonista in tutto e per tutto: prima va in vantaggio con la rete di Laci e poi si fa rimontare dall'autogoal di Vatousiadis.

Youth League: la Juve pareggia 1-1 in Grecia
Youth League: la Juve pareggia 1-1 in Grecia

Ritorna la rubrica di Vavel Italia "l'Italia che verrà"oggi vi portiamo nella youth league, la Champions dei baby e seguiremo l'impegno in Grecia della Juventus. 

Un punto d'oro, quelo strappato dalla Juventus in terra greca, dove la squadra di Grosso pareggia per 1-1 contro l'Olympiakos, rimandando il discorso qualificazione al prossimo scontro diretto.

La prima frazione inizia subito male per i bianconeri, che passano subito in svantaggio, a causa di una grande giocata di Laci, e poi rischiano il tracollo definitivo quando, pochi minuti dopo, Audero si deve superare per sventare una bella conclusione di Vergos. Il primo, e unico, squillo juventino è firmato da Macek, la cui conclusione però non impensierisce il portiere avversario, piuttosto inoperativo nella prima frazione. A dominare la scena, invece, è il numero 10 della squadra del Pireo, ovvero Laci, che fa vedere letteralmente i sorci verdi alla retroguardia bianconera: prima mette ancora una volta Vergos davanti ad Audero, ma il centrocampista greco si fa ipnotizzare, e poi prova a mettersi in proprio, ma ancora una volta il portiere bianconero si supera.

Dopo l'intervallo, la squadra di Grosso continua ad essere irriconoscibile, infatti non riesce ad esprimere il proprio gioco divertente, a causa della difesa serrata degli avversari, che concede pochissimi spazia gli attaccanti. Allora il tecnico bianconero opera una girandola di cambi, facendo entrare Akpan Udoh e Buenacasa al posto di Macek e Clemenza; risultato? arriva subito il pareggio, quando Vatousiadis, mette dentro nella propria porta un cross teso di De Biasi. Una goccia d'acqua in un deserto, infatti l'episodio non scuote la Juve, che rischia di andare sotto al 75esimo, quando lo stesso difensore greco, manda fuori a porta praticamente vuota, visto che Audero era fuori causa. Nel finale, c'è ancora tempo per una conclusione pericolosa di Pellini, ma il portiere avversario si fa trovare pronto.

Un buon pareggio per la truppa bianconera, che adesso si potrà giocare il tutto per tutto a Vercelli, gara cruciale per il passaggio del turno, vista anhe la fuga dell'Atletico, vittorioso contro il Malmo per 3-1.

La nostra rubrica vi da appuntamento a domani, con la consueta presentazione delle schede tecnico tattiche di due campioncini del futuro.