Risultato Juventus - Napoli di Serie A (3-1)

Risultato Juventus - Napoli di Serie A (3-1)
Juventus
3 1
Napoli
Juventus: (4-3-1-2) Buffon; Padoin, Barzagli (46' Bonucci), Ogbonna, Asamoah; Pogba, Marchisio (71' Pirlo), Sturaro; Pereyra (79' Pepe); Morata, Coman. A DISPOSIZIONE: Storari, Rubinho, Chiellini, De Ceglie, Evra, Vidal, Tevez, Llorente, Matri. All.: M. Allegri.
Napoli: (4-2-3-1) Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Gargano (79' Jorginho); Insigne (68' Hamsik), Callejon, Mertens; Higuain (46' Gabbiadini). A DISPOSIZIONE: Rafael, Colombo, Strinic, Henrique, Inler. All.: R. Benitez.
SCORE: 13' Pereyra, 50' David Lopez, 77' Sturaro, 90+3' (r) Pepe
ARBITRO: L. Banti (sez. Livorno). AMMONITO: 49' Asamoah, 82' Ghoulam- ESPULSO: 90+2' Britos
NOTE: Dallo Juventus Stadium di Torino, Anticipo della 37^ Giornata della Serie A Tim 2014/2015. In campo Juventus e Napoli. A seguire la festa Scudetto.

20.15 - La premiazione continua, per noi è davvero tutto. Giorgio Dusi vi ringrazia per l'attenzione e vi augura buona serata. Il grande calcio continua su Vavel Italia, con il live di Genoa-Inter.

20.12 - Ed ora è il momento della festa a Torino, i giocatori della Juventus stanno entrando uno a uno uscendo dal tunnel degli spogliatoi. Il trofeo è già al centro del campo.

20.09 - Questa la testata di Britos:

20.08 - Adesso il Napoli resta fermo a quota 63, con la Lazio a quota 66 e la Roma a 67. Se la Lazio dovesse fare punti nel Derby di domani, si infrangerebbero i sogni di Champions dei partenopei. In caso di vittoria della Roma si deciderà tutto all'ultima giornata nello scontro diretto, con il Napoli comunque obbligato a vincere.

20.05 - Una partita terminata nel peggiore dei modi per un Napoli che aveva anche rischiato di vincerla o quantomeno di pareggiarla: dopo il gol del pareggio ha trovato energia positiva ma non è riuscito a trovare il gol, e allo stesso modo dopo la rete subita ha attaccato a testa bassa per 5 minuti, prima della pazzia nel finale. Britos ha tirato una testata insensata a Morata e si prenderà anche una squalifica di almeno tre giornate.

20.01 - Ed ecco il rigore di Simone Pepe:

19.59 - Questa è invece la sua splendida rete, quella valsa il 2-1:

19.56 - Le parole di Stefano Sturaro al termine della gara: "Giornata perfetta con questo gran pubblico, non avrei immaginato giornata migliore. Non c'è più bisogno di parlare di motivazioni, noi quando giochiamo diamo sempre tutto quello che abbiamo. Berlino? Ci prepariamo con umiltà e concentrazione, l'attesa è un po' snervante, non vediamo l'ora che arrivi il 6".

19.53 - E FINISCE QUA!!! LA JUVENTUS BATTE IL NAPOLI 3-1!!! Ancora proteste, abbastanza immotivate, dei partenopei.

90+3' - SIMONEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE PEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEPEEEEEEEEEEEEEEE!!!!! FREDDISSIMO, LA METTE CENTRALE!!!!! NON SEGNAVA DALL'11 APRILE 2012!!!!! Commozione per Pepe, bellissimo momento per un giocatore sfortunato e amatissimo dai tifosi e dai compagni!

90+2' - CALCIO DI RIGORE PER LA JUVE!!! BRITOS IMPAZZITO!!!! TESTATA A MORATA IN AREA COL PALLONE IN GIOCO, IN PIENO NASO!!!! ESPULSO DA BANTI GIUSTAMENTE!!! Ha perso la testa!!!

90+1' - Ancora spunto di Coman!!! Morata al centro anticipato di un nulla!!!

QUATTRO MINUTI DI RECUPERO!!!

90' - Morata giù in area!!!!! Banti lascia correre, ma il rigore c'era tutto!!!

88' - CI RIPROVA IL NAPOLI!! Hamsik sfrutta un retropassaggio impreciso di Morata per calciare ma respinge Ogbonna, poi la palla finisce sulla sinistra con il cross di Mertens per Gabbiadini, ma Buffon risponde presente!!!

87' - Prolungato possesso della Juve nella sua metà campo. Bonucci rischia di perderla ma Sturaro la recupera e si guadagna un fallo.

85' - Asamoah col petto appoggia a Buffon, buona partita per il ghanese che non giocava dal 4 novembre.

83' - Rimane a terra ora Britos dopo un contrasto aereo proprio con Coman. Animi accesi in campo.

82- PEPE SBAGLIA IL CROSS! Coman steso da Ghoulam, il numero 7 continua l'azione ma il pallone al centro è impreciso. Giallo per Ghoulam per il fallo.

81' - CARICA A TESTA BASSA IL NAPOLI!! Per ora la Juve regge, ma la pressione è forte ora!!

80' - ANCORA DAVID LOPEZ! Colpo di testa su una brutta uscita di Buffon stavolta, ma la palla esce!!!

79' - Ed ora un cambio per parte, gli ultimi: Jorginho per Gargano nel Napoli, Pepe per Pereyra nella Juve.

Il primo gol in maglia bianconera di Sturaro è un autentico gioiello: finta il tiro ai 20 metri, passa in mezzo a tre che restano immobili, disorientati dalla finta e poi col sinistro batte Andujar!! Mamma mia che gol!! E Juve in vantaggio!!

77' - STEFANOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO STUUUUUUUUUUUUUUUUURAAAAAAAAAAAROOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!! GOL BELLISSIMO!!!!!! CHE AZIONE DI STURARO!!!! CHE GOL!!!!!!!!

74' - NESSUNO SUL CROSS DI COMAN! Palla tesa al centro ma non ci va nessuno! Poi sul prosieguo dell'azione la Juve si guadagna un corner che non sfrutta.

73' - Palla profonda di Pogba per Coman che non riesce a tenerla in campo secondo Banti, anche per merito di Britos.

71' - Avvicendamento in mediana nella Juve: fuori Marchisio e dentro Andrea Pirlo.

70' - ANCORA BUFFON, due volte di fila su due corner di fila!!! Prima su Hamsik di testa, poi di punta!!!

69' - BUFFON SU DAVID LOPEZ!! Destro al volo da appena dentro l'area dello spagnolo, salva a mano apera il portiere!!

68' - Dentro anche Hamsik nel Napoli, lascia il posto Insigne, che ha chiuso con un suggerimento interessante non capito subito da Callejon.

66' - ALBIOL CI METTE LA FACCIA!!! Un rimpallo stava favorendo il contropiede di Coman he ha provato ad allungarsela, lo spagnolo riesce a chiudere col volto!

64' - COMAN!!! Manda al bar Albiol in velocità ma poi sbaglia il cross!!! Aveva tagliato al centro Pogba... Grande occasione.

63' - GUIZZO DI MORATA! Ancora una palla recuperata, stavolta prova la progressione passando in mezzo a tre e poi conclude, centrale. Andujar la tiene ancora in due tempi.

62' - Cerca il destro a giro Pogba dopo una bella palla recuperata da Morata, tiro non troppo angolato e parato da Andujar in due tempi.

61' - Gabbiadini cerca la porta da 40 metri, palla in curva e qualche fischio per lui. Brutto tiro.

60' - Cerca un numero complicato Insigne in area, chiude la difesa.

59' - Ancora molto bene Coman, sta facendo valere il suo passo: la sua azione genera un tiro di Marchisio alto di poco.

Il gol del pareggio del Napoli:

57' - Bella azione personale di Asamoah, conclude con un sinistro dai 20 metri alto di poco.

56' - Mertens crossa dalla sinistra, Pereyra concede un corner mal sfruttato dalla difesa.

55' - Un paio di falli dei giocatori della Juve. Positivo per ora il cambio Gabbiadini-Higuain, Mertens revitalizzato.

53' - Per David Lopez è il primo gol in campionato ed è il primo anche del Napoli allo Juventus Stadium!

52' - Contiene Asamoah su Callejon. Sembra aver recuperato fiducia il Napoli!

50' - DAAAAAAAAAAAAAAAAAAAVIIIIIDDDDD LOOOOOOOOOOOOOPEEEEEEEEEEEEEZZZZZZ!!!! SULLA RIBATTUTA, AVEVA PARATO BUFFON!!! Insigne calcia angolato ma il portiere intuisce e respinge, sulla respinta David Lopez è il più lesto e col sinistro non sbaglia!!! Pareggio allo Juventus Stadium!!!

49' - RIGORE PER IL NAPOLI!!! FALLO DI MANO E GIALLO PER ASAMOAH!!!!! Segnalato dal giudice di porta!! Tocco che c'è, anche se il braccio era molto vicino al corpo!!!

48' - Ottima azione della Juve: Coman largo tocca per Pogba, palla sul secondo palo per il destro volante di Sturaro che non trova la porta nonostante l'ottima coordinazione. La posizione era molto defilata.

46' - Contatto Ogbonna-Gabbiadini in area, si lascia cadere il nuovo entrato.

19.04 - Ed ora si passa al campo, SI RICOMINCIA A GIOCARE!!! VIA AL SECONDO TEMPO!

19.03 - Cambio sorprendente invece nel Napoli: entra Gabbiadini, ma toglie Higuain.

19.02 - Avvicendamento difensivo al rientro in campo: dentro Bonucci e fuori Barzagli.

18.59 - L'esultanza di Pereyra dopo il gol.

18.58 - Lo striscione esposto dalla curva in memoria delle vittime dell'Heysel.

18.57 - I bianconeri in campo con i figli nel pre:

18.56 - Il giro di campo con la Coppa Italia:

18.55 - Sfogliamo qualche immagine del primo tempo, partendo dalla premiazione di Tevez come miglior giocatore dell'anno.

18.54 - Il risultato per ora rispecchia quanto visto in campo: il Napoli ha creato qualcosa nei primi minuti, ma poi ha fatto fatica a contenere la Juve, che appena ha trovato fiducia e concentrazione ha subito bucato Andujar con Pereyra. Molto in difficoltà Higuain, irriconoscibile rispetto a un mese fa nelle ultime uscite. Anche Morata non è in gran serata, la differenza la stanno facendo la difesa e il centrocampo della Juve per ora.

18.52 - E questo è il gol realizzato dall'argentino, da ammirare l'assist di Coman:

18.50 - Le parole dell'uomo per ora decisivo: "La festa è dopo, adesso dobbiamo vincere, è sempre quello l'obiettivo nostro, dobbiamo continuare così anche nel secondo tempo per aver la miglior forma".

18.48 - Fischia Banti, FINISCE IL PRIMO TEMPO!! Juve in vantaggio per 1-0 sul Napoli all'intervallo. Decide Pereyra.

45+1' - Morata cerca Pereyra in verticale dopo un ottimo contropiede, ma sbaglia la misura!

45+1' - Coman lanciato commette fallo su Britos. Punizione Napoli, che prova l'ultima azione.

UNO DI RECUPERO!

44' - LISCIO di David Lopez! Poteva concludere all'altezza del dischetto col destro, ma non impatta il pallone. Poi Higuain sbaglia e non riesce a tenerla in campo. Si sta già scaldando Gabbiadini.

42' - Ha alzato nuovamente il baricentro il Napoli che cerca il gol del pareggio. La Juve non soffre a difesa schierata.

40' - Sinistro velleitario di Ghoulam, palla larga di molto. Controlla Buffon.

38' - Intanto la curva della Juventus ricorda le vittime dell'Heysel con uno striscione e dei cartelloni con i nomi. Momento molto bello di sport. Tutto lo stadio applaude.

37' - Chance in contropiede per Higuain, lo chiudono Barzagli e Ogbonna. Molto bene la coppia della Juve, movimenti giusti e gioco di reparto.

36' - Higuain corre su un lancio lungo, lo chiudono in tre. Poi Pogba si inventa un paio di numeri e si guadagna una punizione.

35' - POGBA ALTO DI POCHISSIMO!!! Gran punizione, un po' centrale ma Andujar era battuto. Traversa sfiorata.

34' - SLALOM STURARO! Punizione interessantissima dal limite dell'area per la Juve. Super azione di ripartenza. Fallo brutto di Britos, poteva starci il giallo.

32' - Un po' fuori partita Higuain per ora, servito anche poco dai compagni. Non un bel linguaggio del corpo quello dell'attaccante argentino.

30' - Resta a terra per un attimo Ghoulam dopo un contrasto con Coman, non sembra esserci nulla. L'algerino è già in piedi.

29' - Pogba si guadagna un corner, non è il solito francese, sta provando a recuperare. Scaramucce tra Gargano e Pereyra, Banti non estrare cartellini.

27' - Mertens sfrutta una palla recuperata da Gargano su Ogbonna, cerca un uno-due con Insigne che prova a ridargli la sfera con un tacco in girata, ma in maniera poco precisa. Rimessa dal fondo.

26' - Sturaro a contrasto con Mertens: ci stava il fallo, anche se non c'era ne cattiveria e nemmeno intenzione di far male.

25' - MORATA lancia il contropiede Juve con un gran numero, Pogba prova a chiudere con il sinistro in diagonale, ma non trova la porta.

24' - Destro di David Lopez da fuori: chiude troppo, palla larga.

23' - COMAN CHE ERRORE! Barzagli recupera palla e rilancia meravigliosamente per il contropiede: il francese si lancia ma sbaglia il successivo passaggio per Morata! Era una grande occasione!

22' - Destro da fuori di Mertens! Palla alta di poco, controlla con lo sguardo Buffon.

21' - Accademia Juve: due numeri di Marchisio (che aveva commesso inizialmente un fallo non segnalato) infiammano lo Stadium!

20' - Ogbonna disfa, rimedia e poi rischia di rovinare ancora tutto: sbaglia il passaggio per Marchisio regalando a Mertens, successivamente lo chiude e sul pressing del Belga rischia di perdere la sfera. Alla fine si guadagna un fallo.

19' - Morata parte in progressione, ottimo contenimento di Gargano che lo ferma.

18' - Retropassaggio poco logico di Sturaro, alto per Buffon, per fortuna fuori dallo specchio. Angolo per il Napoli non sfruttato.

17' - Ottima idea di Pogba che cerca un bel passaggio dentro per Coman, sbagliata la misura però.

16' - Copertura perfetta di Asamoah su Maggio, corner per i partenopei.

15' - Cerca ora di alzare il pressing il Napoli, che vuole reagire.

Coman scucchiaia dalla trequarti un pallone delizioso per il taglio di Pereyra, in posizione regolare sull'inserimento: controllo col destro e Andujar freddato in area! Bianconeri in vantaggio, gran bel gol!

13' - ROOOOOOOOOOOOOOOOOOBERTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO MAXIMILIAAAAAAAAAANNNN PEEEEEEEEEEEEEEEEEREEEEEEEEEEYRAAAAA!!!!! JUVENTUS IN VANTAGGIO, MA CHE ASSIST DI COMAN!!!!

12' - Buona traccia dettata da Pereyra per Sturaro, ci mette il piede Britos sul passaggio in verticale. Sale la Juve.

11' - Intervento ruvido di Sturaro, punizione per il Napoli dalla propria trequarti. Cerca di ripartire la squadra di Benitez, un po' calata dopo un grande inizio.

10' - Cerca spazi Pereyra a destra, si abbassa il Napoli che stavolta non riesce a ripartire. Super Barzagli in quest'inizio.

8' - Buona trama della Juve, Pogba cerca dentro il taglio di Sturaro che non ci arriva per poco. Uscita puntuale di Andujar.

7' - Buona pressione di Coman su Albiol, palla regalata alla Juve dallo spagnolo che spazza malissimo. 

5' - A terra Callejon che prende un calcio proprio dove fa più male da Ogbonna. Spagnolo dolorante, intervento involontario ma sicuramente dolorosissimo.

4' - Buon inizio del Napoli che muove bene palla, con velocità. Buona chiusura di Ogbonna di testa su un pallone dentro per Higuain.

3' - ANCORA BUFFON! David Lopez stacca sul calcio d'angolo tagliando sul primo palo, la tiene lì in due tempi il capitano bianconero.

3' - PRIMA OCCASIONE! Mertens in area è ben liberato al tiro col sinistro, Buffon senza problemi la mette in corner.

2' - Passaggio corto di Asamoah che regala palla al Napoli: cross al centro per Mertens, ma Barzagli lo anticipa e gli fa rimbalzare addosso la palla. Rimessa dal fondo per Buffon.

1' - Morata pressa Andujar che butta la palla in rimessa laterale sul rinvio dal fondo.

18.02 - E VIA!!!! SI COMINCIA ALLO STADIUM, PRIMO PALLONE PER IL NAPOLI!!!

18.01 - Prendono posizione in campo le squadre, manca poco al fischio dell'arbitro Banti.

18.00 - Terminato ora il momento tenero, si comincia a fare sul serio!

17.56 - Anche il Napoli è ora nel tunnel, anche i figli dei giocatori bianconeri in campo oggi.

17.53 - In campo la Juventus per il giro di campo con la Coppa Italia, bandierine tricolore sventolanti per tutto lo Stadium.

17.50 - Rientrano negli spogliatoi Juventus Napoli, mancano solo 10 minuti al calcio d'inizio di una sfida che si preannuncia bellissima, oltre che ricca di tradizione e rivalità sportiva.

17.47 - Ha parlato a Sky anche il direttore generale Beppe Marotta, riguardo soprattutto al mercato: "Cavani? Alla Juventus vengono abbinati tanti nomi, è un giocatore straordinario ma non è nostro e non credo potremmo avviare una trattativa concreta. L'appeal Juventus richiama tanti nomi, suscitiamo un prestigio che attrae. Khedira è un nome importante, il nostro compito è sondare il mercato".

17.40 - Nel frattempo Carlos Tevez è stato premiato come giocatore dell'anno per la Juventus. L'argentino è per ora anche capocannoniere del campionato. Oggi partirà dalla panchina.

17.35 - Le parole di Alvaro Morata, oggi titolare, nel pre-partita: "Siamo felici, giochiamo in casa, nel nostro stadio poi testa alla finale di Champions. Ringraziamo i tifosi che sono venuti qui, ci hanno fatto una grande accoglienza. Oggi vogliamo vincere, è la nostra festa".

17.30 - Cominciano a vedersi in campo le squadre per il riscaldamento di rito.

17.25 - Tenuta jeans invece per il Napoli:

17.20 - Facciamo un salto nello spogliatoio della Juventus, in campo con la tradizionale maglia bianca e nera:

17.15 - Non solo lo scudetto oggi sarà mostrato a Torino, ma anche la Coppa Italia vinta in settimana contro la Lazio. Fu decisiva la rete di Matri, che oggi parte dalla panchina.

17.10 - Sarà uno Juventus Stadium vestito a festa per la consegna del trofeo dello scudetto al termine della partita.

17.05 - Questa è invece la composizione delle due panchine:

JUVENTUS: Storari, Rubinho, Bonucci, Chiellini, De Ceglie, Evra, Pirlo, Pepe, Vidal, Tevez, Llorente, Matri.

NAPOLI: Rafael, Colombo, Strinic, Henrique, Jorginho, Inler, Gabbiadini, Hamsik.

17.00 - Ed ecco invece le scelte di Massimiliano Allegri, che risolve l'enigma tattico optando per il 4-3-1-2, rinunciando dunque a Pepe. Davanti confermati Coman e Morata, mentre in mediana insieme a Sturaro e Marchisio, alle spalle di Pereyra, ci sarà Pogba. Ritorna anche a giocare dal primo minuto Asamoah dopo oltre 6 mesi, sarà il terzino sinistro, con Padoin a destra. Tra i pali titolare Buffon.

(4-3-1-2) Buffon; Padoin, Barzagli, Ogbonna, Asamoah; Pogba, Marchisio, Sturaro; Pereyra; Morata, Coman. All.: M. Allegri.

16.55 - Cominciano ad arrivare le formazioni ufficiali, partiamo da quella degli ospiti: il Napoli si schiera con il classico 4-2-3-1, con la difesa già annunciata alla vigilia davanti ad Andujar. Centrocampo dove non c'è Inler, ma Gargano a fianco di David Lopez, mentre l'assente di lusso è ancora Hamsik: alle spalle di Higuain agiscono Mertens, Callejon e Insigne. Panchina dunque anche per Gabbiadini.

(4-2-3-1) Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Gargano; Insigne, Callejon, Mertens; Higuain. All.: R. Benitez.

Buonasera a tutti da Vavel Italia, e benvenuti a questa diretta live della Serie A Tim 2014/2015. La 37^ Giornata di Serie A si apre con una delle partite più importanti, Juventus - Napoli. Dopo le polemiche derivanti dalla posticipazione del derby della capitale, è arrivato il momento di far parlare il campo, ed il Napoli non può fallire. La Juve scende in campo soprattutto per l'onore e per festeggiare  la doppietta Scudetto - Coppa Italia. 

La gara di questa sera per i partenopei non sarà mai una partita come tutte le altre. Essendoci raramente derby campani nel massimo campionato italiano, i tifosi azzurri vivono questa sfida come se fosse una stracittadina. In questo caso il Napoli non dovrà soltanto vincere per i tifosi, ma per sè stesso, per rasserenare un ambiente cupo, intristito dall'eliminazione dall'Europa League. I tre punti in questo match sono fondamentali per continuare a rincorrere quell'obiettivo che ad inizio stagione è stato dato fin troppo per scontato, cioè la Champions League. Al momento la squadra di Benitez risiede al 4° posto, a -3 dalla Lazio e -4 dalla Roma.

La Juventus non accenna a fermarsi. Dopo la conquista dello Scudetto e della Coppa Italia, i bianconeri hanno avvisato il Napoli attreverso un messaggio apparso sul sito della squadra di Corso Galileo Ferraris. Il sunto del messaggio è che domani non ci sarà nessuna passeggiata per i partenopei, perchè la Juve proverà in tutti i modi a mantenere l'imbattibilità casalinga. Questo il messaggio rilasciato dalla società bianconera: "L’obiettivo è quello di aggiungere un ulteriore motivo di giubilo alla celebrazione: l’ennesima vittoria casalinga che consegnerebbe ai posteri un altro anno di imbattibilità interna in campionato. Di fronte due squadre che hanno totalizzato lo stesso numero di punti nelle ultime cinque giornate (10) per una sfida che si preannuncia equilibrata e, potenzialmente, ricca di gol: si sfideranno infatti i due migliori attacchi del campionato (67 reti per parte, una in più della Lazio)".

Juventus con il vento in poppa. Dopo la conquista con largo anticipo dello Scudetto, mercoledì sera è arrivata la vittoria in Coppa Italia. Decima vittoria nel torneo nazionale per i bianconeri, che non accennano minimamente a fermarsi, e che adesso puntano dritto verso la finale di Champions League. Il sogno triplete potrebbe avversarsi, ma a Berlino non ci sarà una squadra qualsiasi a contendere la "Coppa dalle grandi orecchie" alla Juve: il Barcellona di Messi-Neymar-Suarez fa venire i brividi a chiunque. Nell'ultima partita di campionato, la Juve è andata a vincere sul campo dell'Inter con il risultato di 2-1, grazie alle reti di Morata e Marchisio. 

Il Napoli arriva alla sfida di Torino con ancora nella mente l'eliminazione dall'Europa League. Nelle ultime 5 partite di campionato gli azzurri non hanno demeritato, anzi hanno conquistato dieci punti, con il pareggio di Parma che brucia ancora. Sarebbe stato fondamentale ottenere i 3 punti in quella circostanza, in modo da poter scendere in campo questa sera senza la pressione di avere a disposizione un solo risultato, la vittoria. A scombussolare ulteriormente il già precario ambiente partenopeo, è arrivata la notizia dell'addio ufficiale di Rafa Benitez, pronto a firmare per il Real Madrid, e questa sera vedremo se il Napoli sarà pronto a reagire e a lasciare le questione extra-calcistiche al di fuori del campo.

Juventus - Per quanta riguarda gli uomini che scenderanno in campo, è previsto un massiccio turnover, e ci sarà spazio per chi ha giocato meno durante la stagione. Gli unici titolarissimi che scenderanno in campo saranno Marchisio e Morata, assenti mercoledì sera per squalifica. Rispetto alla vittoria sulla Lazio, verrò rispolverato il 4-3-1-2, che potrebbe diventare 4-3-3 qualora Allegri decidesse di affiancare a Morata, Pepe e Coman. A centrocampo spazio a Pereyra, Sturaro e Marrone, mentre in difesa ci saranno Padoin, Ogbonna, Barzagli ed uno tra De Ceglie ed Asamoah. Scalpita però l'Apache, che vuole a tutti i costi conquistare il titolo di capocannoniere della Serie A. 

Napoli - Benitez si affiderà alla squadra migliore. Quella che attualmente, secondo lo spagnolo, ha più chance di uscire saccheggiando (solo in termini sportivi), il catino piemontese. Andujar sarà sempre tra i pali, in attesa dell'arrivo, o meglio del ritorno del figliol prodigo Pepe Reina (accordo ad un passo). Maggio, Albiol, Britos (Koulibaly squalificato e fuori condizione, fisica e mentale) con Ghoulam a sinistra. David Lopez ed Inler in mediana. Mertens ad agire con Hamsik e Callejon (Gabbiadini tuttavia scalpita laddove ha già messo il suo timbro in stagione con la maglia della Samp), dietro a Gonzalo Higuain. 

Juventus (4-3-1-2): Buffon; Padoin, Barzagli, Ogbonna, De Ceglie; Pereyra, Marchisio, Sturaro, Pogba, Morata, Matri. 

Juventus (4-3-3):  Buffon; Padoin, Barzagli, Ogbonna, De Ceglie; Pereyra, Marchisio, Sturaro, Coma, Pepe, Morata.

Napoli (4-2-3-1): Andujar; Maggio, Albiol, Britos, Ghoulam; David Lopez, Inler, Mertens, Hamsik, Callejon; Higuain.

Allegri - Il mister toscano parte analizzando l'aspetto che inevitabilmente legherà la preparazione della squadra in vista della finale di Champions ed a tal proposito parla riguardo al turnover che ci sarà domani: "Come tutte le cose ci vuole equilibrio, bisogna trovare un giusto equilibrio nell'allenarsi, nel far giocare chi ha bisogno di giocare, soprattutto perchè abbiamo due partite. Soprattutto quella di domani con il Napoli che è una gara che ai fini dell'obiettivo Scudetto per noi non conta niente, ma conta per quanto riguarda l'imbattibilità in casa, conta perchè bisogna fare una bella partita sotto l'aspetto tecnico, perchè su quello dobbiamo continuare a lavorare e a migliorare, sull'intensità, il carattere, tutte queste cose, ma soprattutto attraverso il gioco della squadra bisogna cercare di arrivare a fornire delle ottime prestazione che poi ci permettono di arrivare al risultato".

Sulla formazione in vista di domani: "Oggi vedrò la squadra, vedremo quelli che sono più stanchi, che hanno bisogno di recuperare, perchè in questo momento c'è bisogno di giocare, di allenarsi, ma la prevenzione è fondamentale. Oggi valuterò di quelli che hanno giocato mercoledì chi è che sta un po' peggio. Direi però che la squadra sta bene, ha corso molto, ha corso anche fino alla fine, anche con intensità importante, andando in crescita durante la partita. Questo è un risultato importante per la finale di Champions. Però per mantenere questa condizione fisica bisogna allenarsi e giocare. Detto questo, mercoledì non hanno giocato Marchisio, Sturaro, Morata. Quindi ci sono giocatori che sono disponibili per la partita di domani. E' normale che a qualcuno devo dare riposo. Buffon? Basta non dirlo. Buffon domani rientrerà. Intanto sono molto contento di quello che ha fatto Storari tra sabato a Milano e mercoledì a Roma. E' un portiere straordinario, di grande affidabilità e lo ha dimostrato non solo in queste due partite ma anche precedentemente, e questo dimostra la serietà e la professionalità del ragazzo. Così come Rubinho, uguale, che non ha mai giocato un minuto, ma è un ragazzo che insieme agli altri portieri compone un buon team di portieri. Diciamo un'altra squadra".

Un'esperienza quella di Napoli giunta al capolinea. L'uomo del dogmatico 4-2-3-1, si prepara come il candidato principale a succedere Carlo Ancellotti sulla panchina del Real Madrid. L'allenatore del Napoli iniziò la sua carriera da tecnico sulla panchina della seconda squadra del Real Madrid, il Castilla, nel 1996 e ha il vantaggio di essere spagnolo ma sopratutto Madrileño. Florentino si è lasciato sedurre dalla reputazione di Rafa di essere un leader dello spogliatoio, capace di saper usare il bastone e la carota con i suoi giocatori. Inoltre, dalla stampa spagnola, trapela che al presidente del Real non sia piaciuto l'attuale stato di forma del suo club, mentre le squadre di Benitez notoriamente esplodono nel finale di stagione. 

Tanto in Spagna come in Italia, la trattativa si da in fase avanzata. Quest'oggi Onda CERO, riportando la Gazzetta dello sport, ha parlato della rottura di un preaccordo tra Rafa ed il West Ham dando in dirittura d'arrivo la firma tra Benitez ed il Real già per la prossima settimana. Ma i tifosi dei blancos non sembrano allettatti dal poter perdere l'uomo della décima in cambio di Benitez. Se è vero che ora Florentino voglia ritornare a fare da padrone anche nel campionato spagnolo, ha senso affidarsi ad un allenatore che nel corso della sua carriera ha sempre ottenuto buone prestazione con le big, dilapidando campionati interi contro le cosiddette "piccole", praticando un turn-over sempre al limite dell'esagerazione?

Juventus: Buffon, Chiellini, De Ceglie, Ogbonna, Bonucci, Pogba, Marchisio, Pereyra, Tevez, Llorente, Barzagli, Coman, Pepe, Matri, Marrone, Vidal, Rubinho, Storari, Evra, Sturaro, Asamoah, Pirlo, Padoin, De Ceglie.

Napoli: Rafael, Andujar, Colombo, Maggio, Ghoulam, Strinic, Britos, Albiol, Henrique, David Lopez, Jorginho, Gargano, Inler, Callejon, Insigne, Mertens, Gabbiadini, Hamsik, Higuain.

Il Napoli va a far visita alla Juventus per la sessantanovesima volta nella storia della Serie A; nei 68 precedenti i bianconeri sono assolutamente in vantaggio con 41 vittorie a 7 (20 pareggi), con 120 reti segnate e 64 subite. L’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, ha già incontrato 11 volte la compagine partenopea: il suo score personale è di 4 vittorie, 5 pareggi e 2 sconfitte.

All’andata la Juve fece la voce grossa al San Paolo vincendo per 3-1, (Pogba, Britos, Cáceres e Vidal). L’anno scorso, allo Juventus Stadium, l’esito non fu molto differente: 3-0 per i bianconeri grazie alle reti di Llorente, Pirlo e Pogba. L’ultimo pareggio degli azzurri a Torino risale al 2010-2011, 2-2 con reti di Chiellini e Matri e doppietta di Lucarelli. Nella stagione immediatamente precedente ci fu invece l’ultimo successo esterno dei partenopei: 3-2 in rimonta firmato da Trezeguet, Giovinco, Hamšík (doppietta) e Datolo

Sfida numero 138 in Serie A tra Juventus e Napoli: bianconeri avanti per 62 vittorie a 29, 46 i pareggi.
I neo campioni d’Italia hanno perso solo una delle ultime otto sfide di campionato contro il Napoli (4V, 3N).
Soltanto una vittoria per gli azzurri nelle ultime 17 sfide giocate a Torino (3-2 nell’ottobre 2009), 11 vittorie per i bianconeri e cinque pareggi in questo parziale.
La Juventus ha subito gol in quattro delle ultime cinque giornate di campionato.
Il Napoli ha trovato la via del gol in tutte le ultime sette giornate, per un totale di 20 reti (in media 2.9 a partita).
In casa, i bianconeri sono imbattuti da 46 partite di Serie A: 41 vittorie e cinque pareggi nel parziale allo Juventus Stadium.
Il Napoli invece ha vinto solo una delle ultime sette gare esterne in Serie A, perdendone cinque.
Di fronte i due migliori attacchi del campionato: 67 gol per entrambe le formazioni.

L'Arbitro - Luca Banti di Livorno, 41 anni, è all’undicesima stagione nella Can di A e B.
L’esordio in serie A in Juventus-Cagliari 4-2 del 29 maggio 2005.
Vanta 159 presenze in serie A e 65 in B ventidue precedenti con il Napoli tra campionato e coppa Italia: dodici vittorie, cinque pareggi e cinque sconfitte.

Share on Facebook