Neto-Juve, finalmente l'ufficialità

Il portiere brasiliano firma un quadriennale coi Campioni d'Italia in carica. Sarà il vice-Buffon.

Neto-Juve, finalmente l'ufficialità
Neto-Juve, finalmente l'ufficialità

Porte girevoli nella sponda bianconera di Torino, in tutti i sensi potremmo dire: già, perchè se in mattinata è arrivato l'annuncio definitivo della cessione di Marco Storari al Cagliari, oggi pomeriggio la Juventus ha annunciato con un comunicato sul proprio sito ufficiale l'acquisto di Neto, portiere brasiliano classe 1989 che si era svincolato dalla Fiorentina.

Acquisto nell'aria già da giorni, se non addirittura da mesi, per essere reso definitivo si aspettava solamente che colui che è stato il secondo portiere negli ultimi cinque anni firmasse il suo contratto con un altro club. Un addio duro quello di Storari, idolo della tifoseria e uomo spogliatoio fondamentale, ma il suo erede certamente non sarà da meno, almeno tra i pali. Questo è quanto si evince dal comunicato pubblicato dalla Juventus sul proprio sito ufficiale:

Norberto Murara Neto è ufficialmente un giocatore della Juventus. Il portiere brasiliano, per tutti semplicemente Neto, ha siglato un contratto che lo legherà ai colori bianconeri sino al 30 giugno 2019.

Nato il 19 luglio 1989 ad Araxà, in Brasile, un metro e novantuno di altezza, è cresciuto stagione dopo stagione e negli ultimi due campionati ha avuto una eccellente percentuale di parate, il 72.1%, dato che lo colloca al quarto posto in Serie A fra i colleghi che hanno giocato più di 30 partite. Non solo: sempre nelle ultime 2 stagioni il portiere brasiliano è quello che ha liberato più volte l’area di rigore con le sue uscite (60).

La Carriera
Dopo un trascorso nelle giovanili del Cruzeiro e dell’Atletico Paranaense, è proprio con la squadra A del “Furacão” che l’estremo difensore fa il suo esordio nel calcio professionistico: gioca con la compagine rossonera dal 2009 al 2011, collezionando 36 presenze. Nel gennaio 2011 si trasferisce a Firenze, dove resterà per quattro stagioni e mezzo, prima di approdare alla Juve. Esordisce con la maglia viola in Coppa Italia nel novembre 2011, contro l’Empoli. Nella prima stagione fiorentina collezionerà quattro apparizioni, due in Campionato e altrettante in Tim Cup. Presenze che salgono a dieci l’annata successiva (6 in campionato, 4 in Coppa Italia), ma è dalla stagione 2013/14 che Neto diventa il portiere titolare. Trentacinque partite in Serie A, cinque in Coppa Italia, cui sommare nove presenze in Europa League (con 7 reti subite). La stagione appena terminata ha visto l’estremo difensore presente in 29 match della massima serie, 2 di Tim Cup e in 7 impegni dei viola in Europa League, competizione nella quale ha contribuito a portare i suoi compagni in semifinale.

La Nazionale
L’alloro internazionale, solo sfiorato la scorsa stagione con i viola, era già arrivato per Neto nel 2012, in maglia verdeoro: la medaglia d’argento conquistata dal Brasile alle Olimpiadi di Londra
.


Share on Facebook