Juventus, Zaza si presenta: "Si è avverato un sogno, sarò all'altezza"

Il neo attaccante bianconero in conferenza stampa: "La concorrenza non mi spaventa, scelgo il numero 7. Mandzukic vero bomber d'area"

Juventus, Zaza si presenta: "Si è avverato un sogno, sarò all'altezza"
Juventus, Zaza si presenta: "Si è avverato un sogno, sarò all'altezza"

Dopo la presentazione di Mario Mandzukic, alla Juventus oggi è stato il giorno di Simone Zaza, altro acquisto per l'attacco bianconero pronto a rispondere alle doande della stampa: "Mi sono trovato subito bene, sono cinque giorni che ho iniziato a lavorare per trovarmi pronto per lunedì prossimo quando inizierà il ritiro. la cosa che mi ha colpito, anche se sono pochi cinque giorni, è stata l'organizzazione, il centro di allenamento e tutto il resto. per quanto riguarda la grande squadra, è un salto che ho sempre desiderato e alla fine penso che ogni calciatore aspiri sempre ad arrivare in uan grande squadra, io ci sono arrivato adesso e devo essere bravo a confermarmi".

L'ex attaccante del Sassuolo è voglioso di dimostrare sul campo di poter indossare la maglia bianconera: "Sono un giocatore della Juve, adesso devo dimostrare di essere uno da Juve. Sono emozionato, essere qui è un sogno che si avvera, posso diventare il giocatore che vorrei, un top player. Sapevo già da prima che se fossi arrivato alla Juventus ci sarebbe stata una grande concorrenza. Però non mi spaventa, sono pronto per dimostrare agli altri, alle persone, ma soprattutto a me stesso di poter essere all'altezza. Diciamo che la paura è una sensazione che per me non c'entra nel calcio, per me è solo divertimento. Sono convinto che allenandomi qui migliorerò e spero di diventare da Juve. Come ho detto, sono un giocatore della Juve e devo dimostrare di essere da Juve".

Già ha parlato con mister Allegri: "Sì, col mister ci siamo presentati ieri, oggi abbiamo scambiato giusto due chiacchiere. Sicuramente nei prossimi giorni parleremo in modo più approfondito. Per quanto riguarda i miei compagni di reparto, sono tutti nuovi, eccetto Alvaro Morata. Non so dirti con chi potrei trovarmi meglio, sinceramente. L'importante è che io trovi spazio in qualsiasi spazio perchè servirebbe anche per la Nazionale. Poi non sono nè titolare, nè riserva per adesso, io sono fiducioso, ho tanta fiducia in me stesso, vedremo cosa succederà".

Indosserà la maglia numero 7 e promette battaglia, ma ha voluto ringraziare il Sassuolo: "Sicuramente sono partito molto bene a inizio campionato, poi è vero, è un dato di fatto, ho avuto un calo nel periodo da febbraio ad aprile. Non so a cosa è dovuto, non penso alle voci di mercato, non sono una persona che si fa molto condizionare da questo. Era solo un momento di difficoltà, dove non sono stato bravo io a riprendermi il più presto possibile. Poi alla fine per fortuna ce l'ho fatta a riprendermi. Per quanto riguarda il mio arrivo anticipato a Torino, ormai è andata così e comunque sono contento di essere rimasto a Sassuolo, perchè sono stati dei mesi che mi sono serviti per crescere maggiormente. Calcisticamente devo ringraziare questi due anni splendidi che ho passato col Sassuolo, con tutte le persone, con il mio ex allenatore che mi ha aiutato a crescere, con i miei compagni che mi hanno fatto sentire importante, perchè io sono solo due anni che gioco in Serie A, prima non sapeva nessuno chi era Zaza. Poi mi hanno dato molta fiducia e dato che io sono uno che ha bisogno della fiducia, questo mi ha agevolato".

Benvenuto, Simone! #ZazaDay pic.twitter.com/UOocZJB3bH

— JuventusFC (@juventusfc) 17 Luglio 2015

Share on Facebook