Un settembre di fuoco per i bianconeri

Tra campionato e Champions League: le sfide più complicate, quelle più abbordabili, le difficoltà e gli appuntamenti dove invece non si può sbagliare

Un settembre di fuoco per i bianconeri
Un settembre di fuoco per i bianconeri

Normalmente quasi nessuno ama le pause dettate dagli impegni con la Nazionale, in particolare la pausa di settembre. Neanche il tempo di riassaporare la routine del campionato, fra gioie, dolori, ire e sfottò, ed è già tempo di fermarsi.

Tuttavia, questa volta i tifosi bianconeri faranno probabilmente un'eccezione alla regola. Infatti, mai come in questo caso, la pausa arriva proprio nel momento giusto. La Juventus, infatti, si trova in questo momento in una situazione non certo semplice. Zero punti nelle prime due giornate di campionato, e soprattutto un'infermeria da svuotare il prima possibile. Morata è stato appena recuperato, ma non ha ancora i novanta minuti nelle gambe e, grazie allo stop del campionato, avrà tutto il tempo necessario per ritrovare la condizione. Stesso discorso per Claudio Marchisio, che potrà continuare il suo percorso di recupero dall'infortunio senza pressioni e senza impegni imminenti. Inoltre, anche Massimiliano Allegri potrà sfruttare questo lasso di tempo per cercare di riordinare le idee, con il calciomercato estivo finalmente chiuso.

Terminati gli impegni con le rispettive nazionali, la rosa dovrà però riunirsi e Vinovo e prepararsi per un settembre infuocato. Iniziano infatti le difficili sfide della Champions League, e la falsa partenza in campionato obbliga ad una reazione immediata anche all'interno dei confini nazionali. Diamo quindi un'occhiata ai prossimi impegni della Juventus durante il mese di settembre

Si riprenderà il 13 settembre con Juventus - Chievo, una partita che dovrà obbligatoriamente rilanciare i bianconeri nella caccia alle prime in classifica, tra le quali troviamo proprio il Chievo.

A distanza di due giorni, il 15 settembre, i bianconeri faranno il loro esordio in Champions, in quella che si prospetta essere la partita più complicata di tutto il girone, la trasferta contro il Manchester City. Una partita fondamentale, anche perchè il Siviglia sfiderà in casa i tedeschi del Monchengladbach. Cominciare con una sconfitta ipotizzando i tre punti del Siviglia sarebbe la peggiore delle partenze.

Il 20 ed il 23 settembre si tornerà concentrati sul campionato: due sfide, rispettivamente fuori casa con il Genoa, ed in casa contro il Frosinone, che vedono la Juventus costretta a fare risultato, anche perchè il 27 settembre i bianconeri dovranno affrontare al San Paolo il Napoli di Maurizio Sarri, una trasferta complicata per chiunque.

Infine, il 30 settembre avrà luogo la seconda partita del girone di Champions, che vedrà Juventus e Siviglia affrontarsi nel palcoscenico dello Juventus Stadium. Inutile sottolineare la difficoltà della partita, inutile dire che i bianconeri dovranno obbligatoriamente, come sempre, puntare ai tre punti.


Share on Facebook