Manchester City - Juventus: le scelte di Allegri

Le differenti condizioni delle due compagini spingono Allegri alla prudenza: sarà 3-5-2. Mandzukic torna titolare in attacco, Evra e Lichtsteiner sulle fasce. Occhio alla sorpresa Lemina

Manchester City - Juventus: le scelte di Allegri
I dubbi tattici di Allegri per la delicata trasferta di Manchester

La trasferta di Manchester per la Juve rappresenta un importante crocevia della stagione, non solo perchè da il via al percorso europeo dei bianconeri, ma soprattutto perchè dopo l'avvio inaspettato in campionato, i tifosi, la società e gli stessi giocatori cercano risposte proprio nella sfida all'Etihad. Gara delicata però, oltre che dal punto di vista psicologico (l'atteggiamento mentale bianconero non sembra più essere quello solido e vincente delle passate stagioni), anche dal punto di vista tattico, perchè gli inglesi vengono da 5 vittorie su 5 in campionato con 11 reti fatte e 0 subite. 

Dati preoccupanti che, legati al momento difficile dei bianconeri, obbligano Allegri ad assumere un atteggiamento più prudente in terra inglese, visto anche l'infortunio di Marchisio che lo terrà fuori per altre 4 settimane (lesione di 1-2 grado del muscolo lungo adduttore di destra). La Juve di Manchester, quindi, potrebbe rispolverare il 3-5-2 con Evra e Lichtsteiner sugli esterni che garantirebbero maggiore copertura rispetto a Cuadrado e all'ottimo Alex Sandro visto contro il Chievo. In attacco, al fianco di Dybala, torna titolare Mandzukic dopo la deludente prestazione di sabato di Morata, ancora lontano dalla migliore condizione. Ma i veri dubbi restano in mediana, punto nevralgico del corto circuito bianconero. Pogba sarà sicuro della partita, così come dovrebbe esserlo anche Hernanes che sostituirebbe in cabina di regia l'acciaccato Marchisio, sebbene stiano lievitando le quotazioni di Lemina. Il francese potrebbe anche essere la carta a sorpresa di Allegri da inserire nel ballottaggio tra Sturaro e Pereyra per la terza casella a centrocampo. 

Ecco la probabile formazione quindi: