Risultato Juventus - Siviglia Champions League 2015/2016 (2-0)

Risultato Juventus - Siviglia Champions League 2015/2016 (2-0)
Juventus
2 0
Siviglia
Juventus: (4-3-3) Buffon; Barzagli, Bonucci, chiellini, Evra; Khedira (75' Alex Sandro), hernanes, pogba, cuadrado dybala (88' rugani), morata (80' zaza). A disp: Neto, Rugani, Alex Sandro, Lemina, Vitale, Pereyra, Zaza. All: Allegri
Siviglia: (4-2-3-1) Rico; Coke, Andreolli, Kolodziejczak, Tremoulinas; N'Zonzi (65' Iborra), Krychowiak; Reyes (79' Juan Muñoz) , Krohn-Dehli, Konoplyanka; Gameiro (65' Immobile). A disp: Soria, Mariano Ferreira, Iborra, Cristoforo, Luismi, Immobile, Juan Muñoz. All: Emery
SCORE: 41' Morata, 87' Zaza
ARBITRO: Arbitro: Eriksonn. Ammoniti: 78' Coke;
NOTE: Si gioca allo Juventus Stadium di Torino. Il match fra Juventus e Siviglia è valido per la seconda giornata della fase a gruppi di Champions League.

Per questa sera è davvero tutto dallo Juventus Stadium. Un ringraziamento a tutti i lettori di Vavel da parte di Ferdinando Borgese e da parte della redazione di Vavel Italia.

Il gol di Alvaro Morata            

Diamo un'occhiata alla classifica del gruppo D dopo due giornate 

Ancora una volta è Alvaro Morata il trascinatore di questa Juventus versione europea. Lo spagnolo dimostra di avere una continuità in Europa davvero impressionante. Buona la partita di Dybala, mentre per Zaza è arrivato il primo gol in carriera nella massima competizione europea

Vittoria strameritata per i bianconeri, che hanno dominato sul piano del gioco dal primo minuto del match. Il Siviglia non è mai riuscito a rendersi pericoloso, mentre la Juventus ha avuto tantissime occasioni nell'arco dei 90 minuti. Anche il punteggio di 2-0 rispecchia perfettamente l'andamento della gara

La Juventus sfodera ancora una volta una grande prestazione dopo Manchester e dimostra che in Champions riesce a scendere in campo con la mentalità giusta. Allegri ottiene ancora una volta conferme dal suo 4-3-3/4-4-2, resta solo da trasmettere quest'atteggiamento anche in campionato!

93' E' finita!!!! La Juventus vince la seconda partita consecutiva in questa Champions League battendo 2-0 il Siviglia e salendo in testa al girone con 6 punti! E' anche la prima vittoria casalinga della Juventus in questa stagione!

90' Altra grande azione della Juventus in contropiede che porta Zaza alla conclusione dall'interno dell'area di rigore, ma il tiro esce largo sulla sinistra

88' Ultimo cambio per i bianconeri: esce uno stremato Dybala ed entra Rugani!

87' SIMONE ZAZA!!! LA JUVENTUS RADDOPPIA! Contropiede micidiale con Dybala che sporca un disimpegno del Siviglia e permette a Zaza di conquistare palla e lanciarsi solo verso la porta difesa da Rico. L'attaccante bianconero è preciso e trafigge l'estremo difensore!

86' Dybala aveva conquistato un calcio d'angolo andando via con un gran numero, ma l'arbitro non vede il tocco del difensore del Siviglia e assegna una rimessa dal fondo

85' Grande clima allo Juventus Stadium, i cori dei tifosi proseguono incessanti!

82' Dybala sta chiedendo il cambio: l'argentino è a terra con i crampi

80' Cambio anche per i  bianconeri: fuori Morata dentro Zaza

78' Ultimo cambio per il Siviglia: Emery sostituisce Reyes con il giovane Juan Muñoz

77' Fallo su Morata da parte di Coke: il terzino viene ammonito

76' Il brasiliano si schiera sulla linea dei centrocampisti contribuendo a formare un vero e proprio 4-4-2

75' Cambio anche per la Juventus: fuori Khedira e dentro Alex Sandro

74' Grandissima azione da parte di Cuadrado che punta l'area di rigore e spara un missile verso la porta difesa da Sergio Rico: il portiere del Siviglia compie un mezzo miracolo deviando la sfera!

71' Ottima gestione della palla da parte della Juventus che poco a poco avanza verso l'area avversaria ma sempre con molta pazienza e con una manovra ragionata

70' Nel frattempo è arrivato il pareggio del City contro il Monchengladbach

69' Intanto si scalda Alex Sandro 

67' Incredibile la pressione dei bianconeri sui portatori di palla del Siviglia

65' Doppio cambio nel Siviglia: fuori N'Zonzi e Gameiro dentro Iborra e Immobile

64' Altra palla gol per i bianconeri!! Cross basso dalla sinistra di Evra ma Dybala a porta spalancata colpisce male il pallone

63' Altra occasione per la Juve: Pogba stacca in area tutto solo, ma il colpo di testa è davvero impreciso

62' Conclusione centrale da parte di Dybala e sfera respinta da Rico. Angolo per la Juve

61' Sul pallone Dybala ed Hernanes

60' Dybala guadagna una punizione praticamente al limite dell'area di rigore!! Occasione per la juve

58' La partita come era prevedibile si gioca adesso a ritmi più lenti rispetto alla prima frazione di gioco

55' Clamorose notizie dalla Germania: il Monchengladbach passa in vantaggio sul City!

50' Numero di Pogba che si libera di un avversario e apre sulla destra per Cuadrado, cross del colombiano e lo stesso Pogba tenta la rovesciata! Pallone alto sopra la traversa!

49' La Juve mantiene il controllo della sfera e prova ad avvicinarsi con pazienza, ma il Siviglia in questo momento chiude bene tutti gli spazi

46' Comincia il secondo tempo di Juventus - Siviglia. Spagnoli in possesso della sfera

FINISCE IL PRIMO TEMPO - La Juventus chiude la prima frazione di gioco in vantaggio per una rete a zero grazie al colpo di testa di Morata. 45 minuti che hanno visto i bianconeri dominare sul piano del gioco e delle occasioni da rete. Fin troppo semplice per gli uomini di Allegri arrivare sulla trequarti avversaria, tuttavia un maggiore movimento da parte delle punte avrebbe certamente aiutato ad aprire con più facilità la difesa spagnola

44' Konoplyanka prova il tiro dal limite dell'area: centrale fra le braccia di Buffon

Continuità impressionante per Morata in Champions League: lo spagnolo va a segno per la quinta partita consecutiva!

41' MORATAA!!!!! 1-0 JUVE!! Barzagli va al cross morbido dalla destra, arriva Morata di testa e la piazza sul secondo palo!! Ancora lo spagnolo sempre decisivo in Champions!!

38' Finora 11 tiri per la Juventus e 0 per il Siviglia. Tuttavia, degli 11 tiri dei bianconeri solo 1 ha centrato lo specchio della porta

37' Cuadrado prova un tiro dai 30 metri praticamente da fermo: il pallone finisce in curva

35' Khedira esegue uno stop a seguire incredibile, entra in area di rigore e mette in mezzo un cross basso a cercare Dybala fermato all'ultimo istante dalla difesa del Siviglia. Grande numero del tedesco.

33' Reyes braccato da Chiellini conquista un calcio di punizione. Lo stesso Reyes va alla battuta ma il pallone arriva dritto fra le braccia di Buffon

32' Per la prima volta Juventus subisce la pressione del Siviglia, ma la difesa è sempre ben posizionata

30' Il Siviglia prova a mettere pressione alla difesa bianconera

29' Dopo una buona azione di Cuadrado, Morata riceve palla e prova il sinistro da fuori area prendendo in pieno volto un difensore avversario

26' La Juve continua a manovrare palla a centrocampo: i bianconeri arrivano facilmente nella trequarti aversaria ma le punte fanno poco movimento e diventa difficile trovare l'imbucata

24' Possesso palla nettamente a favore dei bianconeri, ma serve più incisività negli ultimi 20 metri

24' Cuadrado prova il cross: direttamente fra le braccia del portiere

23' E' la Juventus a fare la partita fino a questo momento

22' Fermato Cuadrado in posizione di fuorigioco solo davanti a Rico: il colombiano aveva in ogni caso sbagliato il tiro cercando un improbabile pallonetto

20' Calcio di punizione guadagnato da Dybala all'altezza del centrocampo

19' Ancora Hernanes da fuori area: tiro debole e centrale

17' Clamorosa palla gol per la Juve! Cuadrado salta un difensore, palla per Khedira che di prima appoggia all'indietro per Dybala: l'argentino di prima prova il sinistro a giro sul secondo palo e il pallone termina fuori di un nulla!

16' Respinto il crosso dell'argentino, ma la Juve torna subito in possesso del pallone

15' Cuadrado cerca l'uno contro uno al limite dell'area viene steso e guadagna un calcio di punizione dal vertice destro dell'area di rigore. Dybala sul pallone

14' Ottimo cross da parte di Pogba a cercare Morata, ma lo spagnolo viene anticipato dalla difesa andalusa

11' La Juventus sembra capace di poter colpire in contropiede grazie alla velocità di Cuadrado

10' La Juve ha cominciato il match con la mentalità giusta

9' Altra occasione per i bianconeri: Cuadrado appoggia ad Hernanes che tenta la conclusione dai trenta metri. Il pallone termina di poco a lato

8' Ancora Juve: cambio di gioco di Cuadrado, cross di Evra dalla sinistra e colpo di testa di Morata, ma lo spagnolo colpisce male e il pallone termina sul fondo

7' La Juve continua a spingere: tentativo di Barzagli da fuori area respinto dalla retroguardia del Siviglia

6' Anche la Juve in fase di non possesso si schiera con un 4-4-2, con Cuadrado che arretra sulla linea di centrocampo

5' Cuadrado sempre pericoloso sulla corsia di destra, fermato in calcio d'angolo

4' Il Siviglia sembra schierato in campo quasi con un 4-4-2, con Reyes ad agire quasi da mezza punta

2' Prima azione pericolosa della Juve: Pogba servito da Morata calcia in porta ma il pallone termina sopra la traversa!

1' Via comincia la partita!

20:44 La Juventus è in campo con la maglietta bianconera, il Siviglia in completo rosso

20:43 Suona l'inno della Champions League allo Juventus Stadium! Ci siamo quasi, il match sta per cominciare!

20:26 Ecco le parole di Marotta: "Per quanto riguarda Lichtsteiner si tratta solo di fare gli oppurtuni accertamenti. Abbiamo cambiato ben 10 giocatori e ci sono dei problemi che erano prevedibili ma vanno affrontati e risolti. Evidentemente questi problemi sono andati al di là delle previsioni, ma c'è tempo per provvedere. Oggi sarà importante anche la prestazioni oltre al risultato. E' difficile sostituire gente come Tevez, Vidal e Pirlo. Non si può pretendere tutto e subito da Dybala. La Juventus in ogni caso deve affrontare ogni competizione per ottenere il massimo dei risultati."

20:17 Allo Stadium c'è già il clima delle grandi occasioni! 

20:15 Vediamo in campo anche il Siviglia 

20:13 La Juventus in campo per il riscaldamento! 

20:04 La panchina di Emery: Soria, Mariano Ferreira, Iborra, Cristoforo, Luismi, Immobile, Juan Muñoz

19:52 In panchina Allegri potrà contare su Neto, Rugani, Alex Sandro, Lemina, Vitale, Pereyra e Zaza.

19:49 Novità riguardanti la formazione della Juventus: la formazione ufficiale sembra essere infine un 3-5-2 con Barzagli, Bonucci e Chiellini in difesa, centrocampo con Cuadrado ed Evra esterni, Khedira, Hernanes e Pogba al centro, e attacco formato da Dybala e Morata. In ogni caso, qualora Evra scalasse nella linea dei difensori e Cuadrado salisse in linea con le due punte, lo schieramento potrebbe facilmente convertirsi in un 4-3-3

19:45 Altri dati interessanti: nelle trasferte giocate finora dal Siviglia in Champions League (otto), gli spagnoli hanno pareggiato una sola volta: 1-1 contro il CSKA Mosca nel febbraio 2010. E' la terza partecipazione alla Champions League per il Siviglia: nelle due precedenti gli andalusi hanno sempre superato la fase a gruppi.

19:40 Ecco Bonucci e Immobile                   

19:35 Alcune curiosità: la Juventus è imbattuta nelle ultime nove sfide di Champions League giocate allo Stadium. Soltanto una squadra spagnola è riuscita in Champions a battere la Juventus a Torino: parliamo del Deportivo La Coruna nel marzo 2004

19:23 Prime immagini dallo Juventus Stadium con il Siviglia sul terreno di gioco.

19:10 Secondo le ultime indiscrezioni Lemina potrebbe aver superato Hernanes nelle preferenze di Massimiliano Allegri. Il francese potrebbe dunque a sorpresa essere schierato dal primo minuto, affianco a sinistra da Khedira e a destra da Pogba.

18:30 Ultimi aggiornamenti sulla formazione dei bianconeri: sembra che Hernanes abbia definitivamente battuto la concorrenza di Pereyra. Il profeta sarà dunque schierato in regia, mentre sembra altrettanto confermata la presenza di Dybala, affiancato da Cuadrado e Morata.

Buon pomeriggio amici lettori di Vavel Italia e benvenuti alla diretta testuale della sfida fra Juventus e Siviglia valida per la seconda giornata della fase a gruppi della Champions League 2015/2016. Allo Juventus Stadium si sfideranno oggi due squadre che stanno attraversando periodo difficile nei rispettivi campionati. Conseguentemente, per entrambe le squadre, la vittoria di questa sfida potrebbe rapprentare una svolta decisiva per il prosieguo della stagione. Da Ferdinando Borgese e dalla redazione calcio di Vavel, l'augurio di una piacevole serata in nostra compagnia. 

Entrambe le sfide di questa sera valide per il gruppo D rappresentano dei veri e propri scontri diretti. In entrambe le partite, infatti, si affronteranno due squadre con lo stesso punteggio: Juventus e Siviglia a 3 punti, Monchengladbach e Manchester City a 0 punti. Ma adesso concentriamoci sul match che commenteremo questa sera, analizzando più da vicino le situazioni di entrambe le squadre alla vigilia della partita.

Per la Juventus si tratta di una partita a dir poco decisiva. I bianconeri, infatti, stanno attraversando in campionato una vera e propria crisi di risultati. Dopo un accenno di ripresa grazie alle vittorie in Champions contro il Manchester City e in campionato contro il Genoa, la Juventus ha subito l'ennesimo crollo a seguito delle ultime due partite di campionato: il clamoroso e rocambolesco pareggio interno contro il Frosinone e la sconfitta esterna contro lo scintillante Napoli di Maurizio Sarri. I bianconeri si trovano in questo momento al 15° posto della classifica con soli 5 punti ottenuti in 6 partite e nell'ambiente si inizia ad avvertire un certo nervosismo: sono sempre più dure e dirette infatti le critiche nei confronti di Massimiliano Allegri e di un mercato estivo mal gestito da parte della dirigenza mentre, ulteriori vicende che esulano dal campo, come l'incidente stradale capitato a Caceres, positivo all'alcol test a bordo della sua Ferrari, non aiutano di certo a stemperare la tensione e a dare serenità all'ambiente.

Se la Juventus sta attraversando un crisi nera in campionato, il Siviglia non sta passando certamente un momento migliore nella Liga. Anzi, si potrebbe quasi dire che gli spagnoli stiano vivendo, fino a questo momento, quasi lo stesso identico destino dei bianconeri: 16° posto in classifica e soli 5 punti totalizzati. Se non altro, gli uomini di Emery, arrivano alla sfida di questa sera dopo la vittoria interna ottenuta in campionato contro il Vallecano, che ha in qualche modo rappresentato un accenno di ripresa e di crescita della squadra.

Cosa aspettarci dalla gara?

Nonostante la sfida sia in qualche modo decisiva se non altro per ridare serenità e fiducia ai rispettivi ambienti, la prudenza è d'obbligo. Sappiamo benissimo quanto Allegri dia importanza alla gestione della partita, soprattutto in Europa, e a maggior ragione terrà in considerazione quest'aspetto in una partita come quella di stasera. Difatti, nessuna delle due squadre a livello di classifica nel girone è in qualche modo costretta a vincere. Entrambe, infatti, si trovano con 3 punti di vantaggio su Manchester City e Monchengladbach, anche se ovviamente i bianconeri dovranno approfittare del fattore Stadium. In ogni caso, difficile aspettarsi due squadre spregiudicate. E' molto probabile che gli uomini di Allegri cercheranno di prestare massima attenzione alla fase di non possesso per poi essere il più possibile concreti sotto porta. Ovviamente soltanto sul campo si vedrà se i bianconeri avranno le capacità e l'esperienza per rispondere positivamente alle richieste del tecnico.

Le ultime dai campi

La Juventus si trova ancora una volta in una situazione di emergenza, in particolare sulla corsia destra, dove saranno assenti sia Lichsteiner che Caceres. A centrocampo inevitabile l'assenza di Marchisio, a cui si aggiungerà quella si Sturaro, vittima di un fastidio al polpaccio. Vista l'assenza di un terzino di ruolo, è probabile che Allegri decida di optare per un 3-5-2, forte della presenza della BBC al completo. Tuttavia, non è da escludere ancora una volta l'impiego di Padoin nel ruolo di terzino destro, o anche di Barzagli, che consentirebbe il passaggio al 4-3-3/4-4-2 già visto contro il City. 

Emery si affiderà probabilmente al 4-2-3-1 . Gli indisponibili sono Banega, Beto, Pareja, Rami e l'ex bianconero Fernando Llorente. L'allenatore sceglie di affidarsi ai guantoni di Sergio Rico. Difesa a quattro con Andreolli e Kolodziejczak al centro, Tremoulinas a sinistra e Coke sulla destra. N'Zonzi e Krychowiak agiranno in mediana, mentre l'unica punta (in ballottaggio Immobile e Gameiro) verrà supportata da Reyes, Konoplyanka e un terzo che Emery sceglierà fra Iborra e Krohn-Dehli.

Probabili formazioni

Juventus: (4-3-3) Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini, Evra; Khedira, Hernanes, Pogba; Cuadrado, Dybala, Morata.

Siviglia: (4-2-3-1) Rico; Coke, Andreolli, Kolodziejczak, Tremoulinas; N'Zonzi, Krychowiak; Reyes, Iborra/Krohn-Dehli, Konoplyanka; Gameiro

 

Le parole degli allenatori

Il tecnico della Juventus ha così analizzato la sfida di stasera durante la conferenza stampa della vigilia: "Lichtsteiner e Caceres? Per Lichtsteiner dispiace però i medici hanno voluto fare altri accertamenti e questa penso sia la cosa più importante. Per Caceres lo sapete tutti, domani giocheremo con Barzagli. A tre o a quattro cambia poco. Domani si deve fare una gara di determinazione, come avevo detto che Genova era importante, con il Siviglia è quasi decisiva per gli ottavi anche perché daremmo seguito alla vittoria con il Manchester. In campionato siamo partiti male noi e anche il Siviglia, però loro hanno ottenuto una bella vittoria con il Borussia e noi a Manchester. Sarà una partita equilibrata con attenzione e determinazione. Khedira? E' tanto che non gioca, non lo abbiamo mai visto. Domani gioca. Di solito la prima partita l'ha sempre fatta bene, quindi è pronto per fare questa partita. E' un giocatore internazionale. Dove può arrivare questa Juve? La vittoria della Champions penso sia un sogno, la finale è il raggiungimento di un obiettivo straordinario, ma l'obiettivo della Juventus è garantirsi sempre gli ottavi, poi a volte può essere più o meno difficile. Bisogna cercare di vincere il girone, non è semplice, la Champions deve essere un sogno e la Juventus deve comunque e sempre passare il girone. Dobbiamo concentrarci su cosa fare in campo, andare a rincorrere non serve a nulla, la squadra ha qualità importanti, è costruita con giocatori con certe caratteristiche, si deve abituare a giocare. Bisogna conoscere due sistemi di gioco perché le caratteristiche impongono questo e quando si gioca ogni tre giorni si deve cambiare il giocatore e farlo ruotare. Purtroppo non siamo ancora in grado di far finire le partite al sessantesimo, abbiamo giocatori che non sono abituati a questo. Cuadrado? Veniva da tre partite, non lo posso far giocare tutte le partite per 95 minuti sennò poi mi si ferma. Nella settimana con tre partite ci sono stati diversi infortuni muscolari, non solo da noi. Devo valutare le sue condizioni, sennò rischio di perderne altri tre o quattro. A Napoli ero arrabbiato per il risultato, ma giocando una partita disastrosa tecnicamente siamo stati in partita fino alla fine rischiando di pareggiare. I gol sono nati su errori tecnici nostri, dobbiamo migliorare. La situazione di Pogba? Lui ne ha giocate nove, non è da quest'anno che dico che Pogba ha 22 anni, è un giocatore con grandi potenzialità, e in questo momento non le sta esprimendo al massimo, ma non gli si può chiedere di fare quello che fa Buffon, è una questione di età oltre alle caratteristiche, Pogba va lasciato in pace, deve fare solo quello che sa fare, né più né meno."

Unai Emery invece vede in questo modo la sua squadra alla vigilia della sfida di questa sera: "La Juve ha vinto sul campo del Manchester City nel loro miglior momento, ed è uno squadrone, sopratutto campione d'Italia. E' una grande squadra a livello collettivo, individuale e di storia. Noi in questo momento dobbiamo solo goderci il momento e assaporare tutte le motivazioni che può dare una sfida come questa: è una partita che ci motiva e vogliamo giocarla al massimo delle possibilità. Dopo aver vissuto un momento unico a Torino, quando abbiamo vinto l’Europa League, adesso siamo qui per la Champions e ci aspetta una partita di alto livello. Se qualcuno come Llorente e Vitolo non sono qui è perché non possono giocare, altrimenti sarebbero stati qui. Viviamo una partita per volta. L’unico pensiero è la Juventus con i migliori 11 disponibili. Come vedo la crisi della Juve in campionato? Le statistiche e l’esperienza dicono che in queste circostanze sono cose che capitano. La Juve ha dimostrato di poter vincere contro il Manchester City, poi gioca nel suo stadio, da campione d’Italia. La nostra situazione interna? Tutti i giocatori che ho in rosa possono giocare, guardo il rendimento ma anche le aspettative che vedo in loro. Per il momento come portiere ho scelto Sergio Rico, è cresciuto molto nell’ultima stagione. Può diventare anche il miglior portiere del mondo. Ciro Immobile si sta introducendo nella sua nuova squadra, adesso non c’è più Bacca e dobbiamo usare i nuovi. Gameiro, nonostante le partite giocate, è in grado di continuare a fare il titolare. Le critiche nei miei confronti? La responsabilità della mia professione la conosco bene. La gente si aspetta molto da noi, siamo molto esposti e quando le aspettative non sono realizzate la gente non è contenta. Io ho fiducia nel lavoro che stiamo facendo insieme, abbiamo tutti la stessa strada da percorrere, stiamo lavorando molto. Domani, contro la Juve, dimostreremo che la squadra sta bene."

Sguardo ai precedenti

Non vi è alcun precedente ufficiale fra i due club. Tuttavia, può essere utile valutare le statistiche della Juventus contro le squadra spagnole: su 52 confronti, i bianconeri hanno ottenuto 22 vittorie, 13 pareggi e 21 sconfitte. I gol non sono mai mancati: 69 gol fatti e 64 subiti.

Juventus Football Club