Juventus - Atalanta, l'analisi di Allegri

Massimiliano Allegri ha commentato così la vittoria con l'Atalanta, rispondendo anche alle dichiarazioni di Zamparini a proposito della gestione di Dybala

Juventus - Atalanta, l'analisi di Allegri
Juventus - Atalanta, l'analisi di Allegri

Finalmente una vittoria, finalmente una prestazione convincente. Dopo due 0-0, la Juve riesce a segnare. Lo fa nel 2-0 casalingo contro l'Atalanta, che rappresenta solamente la terza vittoria in campionato, ma la più convincente. Lo ha confermato Massimiliano Allegri nel post-partita: "Oggi abbiamo fatto una bella partita, per la terza volta consecutiva non abbiamo subito gol ed abbiamo fatto un buon calcio. Sono soddisfatto, negli ultimi venti minuti però dovevamo gestire meglio le energie con l'uomo in più. Il rigore? Poteva sbagliarlo chiunque, Pogba sta crescendo anche se deve perdere meno palloni in mezzo al campo".

Il francese è stato tra i migliori in campo, insieme anche a Paulo Dybala: "Per quanto riguarda la gestione di Dybala credo in quello che faccio. Mi si può imputare di tutto, ma non potete dirmi niente sulla gestione dei giovani. Continuerò a lavorare come ho sempre fatto credendo in quello che faccio.Mi è piaciuta la posizione sia di Dybala che di Pereyra. Sono soddisfatto della squadra , non subiamo gol da tre gare, la squadra lavora meglio, in questo modo si riesce a mantenere la rete inviolata".

L'argentino era stato oggetto di critiche in settimana da parte del presidente del Palermo: "Zamparini? Con tutto il rispetto per il Palermo, Dybala in rosanero era un leader, nella Juventus il livello del gioco è più alto rispetto a quello del Palermo. Paulo può migliorare molto, nel Palermo giocava prima punta, qui deve giocare in una posizione diversa dal momento che soffre molto il contatto fisico con l'avversario. Giocando più arretrato può trovare più spazi e smarcarsi meglio dagli avversari".


Share on Facebook