Verso Samp-Juve, l'analisi del match del Marassi

La Doria non si tira indietro, la Juve vuole fare la nona consecutiva: previsto spettacolo a Marassi, dopo i 5 gol di martedì nel Derby...

Verso Samp-Juve, l'analisi del match del Marassi
Una foto del match di ritorrno dell'anno scorso, che assegnò lo Scudetto ai bianconeri. Google.

La Sampdoria ospita la Juventus a Marassi in un match che negli ultimi anni ha sempre riservato spettacolo e tante sorprese. Entrambe squadre in un momento di forma positivo (i genovesi reduci dalla vittoria nel derby, i bianconeri da ben 8 vittorie consecutive). I due allenatori in genere sono soliti a darci delle indicazioni importanti di formazione in conferenza stampa, invece questa volta non è stato così; i due undici potrebbero variare, ecco quelli probabili: per la Sampdoria 4-3-3 con Viviano fra i pali, in difesa Cassani con difensori centrali Moisander e Zukanovic, seguiti da Regini; al centro Soriano, Fernando e Barreto sono quasi una certezza; il tridente formato da Carbonero, Cassano ed Eder per fare male alla Signora, che risponde con Buffon in porta, Rugani, Bonucci e Chiellini in difesa, un quintetto di centrocampo formato da Lichtsteiner, Pogba e Khedira sicuri, chance per uno fra Hernanes (favorito) e Sturaro, sulla sinistra Sandro; coppia d’attacco Morata-Dybala.

Analizziamo bene la situazione: a fare la partita probabilmente saranno i bianconeri, con i blucerchiati che grazie alle grandi doti di palleggio cercheranno di fare male in contropiede. La Samp non ci sorprende con la formazione, con poche novità tattiche: quasi sicuramente la squadra dipenderà dall’inventiva di Cassano che con le sue giocate ha propiziato la vittoria nel Derby; invece Allegri è stato enigmatico: alla Juve manca un uomo chiave, Claudio Marchisio per squalifica, e in conferenza il toscano ha parlato di possibilità di un 3-4-1-2 con Hernanes a muoversi dietro le punte. Sarebbe una variante importante, oltre alla grande chance per il brasiliano, dopo l’inizio di stagione sfortunato, per usare un eufemismo.

La Samp avrà preparato qualche tattica per cercare di arginare la corsa dei due attaccanti bianconeri Morata e Dybala: l’inserimento di Zukanovic, uomo di gamba, come difensore centrale e quello di Barreto, di grande esperienza, come centrocampista ci fanno pensare a delle marcature a uomo che lasceranno poco spazio ai bianconeri che dovranno inventare qualcosa. E per questo non escludiamo fino al fischio d’inizio dei cambi sulle fasce, con Cuadrado che potrebbe risultare decisivo in questo match per i dribbling (non escludere l'uscita dalla panchina se le cose non dovessero andare benissimo), anche se Montella conosce il colombiano benissimo per i trascorsi alla Fiorentina insieme.

Un punto a favore della Sampdoria lo mettiamo negli 1v1 in attacco: Carbonero, Cassano ed Eder vorranno approfittare dell’inesperienza di Rugani, che dalla sua però ha anche Chiellini, Bonucci più Lichtsteiner ad aiutarlo e per questo diamo comunque per favoriti gli esterni con Sandro. Rugani agisce sul centrodestra e vista la poca esperienza avere uno come lo svizzero affianco aiuta e anche parecchio. Qualche coraggioso parla di Cuadrado-Sandro addirittura assieme ma non è una cosa provata né tantomeno riportata da qualcuno.

Un punto invece a favore della Juventus lo mettiamo nelle giocate di Pogba o Dybala (Morata? Un filo fuori forma…), perché in partite così servono i campioni e i bianconeri puntano il giusto anche sulle giocate dei propri fenomeni. Una punizione proprio dell’argentino Dybala ha punito l’Hellas e non escludiamo che si possa riprovare, perché la Juve vuole vincere, la Samp pure, e noi ci godiamo lo spettacolo.

Juventus Football Club