Juve, l'Inter è la prova del nove

La presentazione della semifinale di andata di Coppa Italia: i bianconeri puntano a fare bottino pieno in casa propria ed ottenere la nona vittoria di fila fra Serie A e TIM Cup.

Juve, l'Inter è la prova del nove
Una foto del match di campionato: Murillo bracca Zaza. Google.

Che siate d'accordo o no, è sempre Derby d'Italia. Sì, perchè la rivalità fra Inter e Juventus è qualcosa che no, non resta assolutamente nei 90 minuti di campo. Parole prima e dopo, accese polemiche e delle storie che molte, troppe volte di calcio hanno avuto molto poco. E' la sfida tra le due squadre con più Scudetti conquistati, per dirne una. E nonostante l'Inter da quattro anni sia ormai sotto i suoi livelli e da altrettanto tempo la Juve domini, è sempre una delle partite più sentite dell'anno; non ci resta che aspettarla tutte le volte con la stessa grande attesa.

Ma il momento è stato sempre opposto dall'inizio dell'anno: l'Inter ha ottenuto 5 punti nelle ultime 5 partite, la Juve ha vinto le ultime 11 in Serie A. L'inizio dei neroazzurri era stato fenomenale, poi prima qualche grattacapo sul gioco, seguiti dal calo; strada inversa per i bianconeri che dopo 12 punti nelle prime 10 hanno ritrovato sicurezze e gioco e sono tornati a travolgere gli avversari come ormai fanno da 4 anni. E sebbene questo dato li dia per sfavoriti, i nerazzurri non sono assolutamente una squadra che si batte facilmente: lo hanno dimostrato appena una settimana fa col Napoli, proprio in Coppa Italia. L'Inter vuole questo trofeo e lotterà con le unghie e coi denti per ottenerlo; dalla sua la Juventus in TIM Cup è stata un rullo compressore: 0 gol subiti, 5 fatti nei due match disputati e prestazioni convincenti da parte di tutti e sta dimostrando sul campo di voler bissare la vittoria di questa competizione avvenuta lo scorso anno.

I precedenti in Coppa Italia sono ben 29: bilancio favorevole per i bianconeri con 13 vittorie contro le 9 dell'Inter, con 7 partite con segno "X"; l'ultimo incontro è stato a San Siro, era il 12 Ottobre 2015 e finì con uno 0-0 decisamente non indimenticabile. Arbitrerà la garà il signor Tagliavento.

Mister Allegri potrà schierare il suo modulo più usato in questa ultima parte stagione, ovvero il classico 3-5-2. Tra i pali va Neto, portiere di coppa, mentre davanti a lui difesa composta, oltre che dagli untouchables Bonucci e Chiellini, da Caceres, che dovrebbe essere preferito a Rugani e Barzagli, quest'ultimo non al 100%. In mezzo al campo dovrebbero trovare spazio Sturaro, Marchisio (favorito su Hernanes) e Pogba, con Khedira che rimarrà a casa. Larghi Cuadrado ed Evra, che sarà squalificato in campionato contro il chievo. A proposito di defezioni, davanti non c'è Zaza, proprio per squalifica: al suo posto Mandzukic affiancherà Morata.


Share on Facebook