La Juve guarda avanti, tra rinnovi e mercato dei giovani

Caceres e Barzagli, in scadenza, potrebbero rinnovare entrambi, ma occhio al mercato dei giovanissimi e delle rivelazioni. Lapadula è sempre nei radar...

La Juve guarda avanti, tra rinnovi e mercato dei giovani
La Juve guarda avanti, tra rinnovi e mercato dei giovani

Tra campo e... Rinnovi. La Juventus non ha bisogno di ritoccare una rosa difficilmente migliorabile nel mercato di Gennaio, come dimostrato dalla resistenza del Borussia Dortmund per l'obiettivo numero uno Gundogan, così Marotta e Paratici hanno seguito la linea verde per costruirsi il futuro. Dopo aver rilevato Mandragora e Di Massimo, aver opzionato di fatto Sensi, Trotta e Rogerio tramite il Sassuolo, c'è dell'altro, sono infatti quattro gli altri nomi che piacciono, e non poco, alla dirigenza bianconera.

Partiamo dal principale, Gianluca Lapadula, bomber di Serie B lo scorso anno al Teramo e quest'anno al Pescara. Il Delfino non vuole privarsene da ora e l'intenzione è quella di vestire il biancoblù fino a fine anno, per cui i bianconeri potrebbero acquistare il suo cartellino già da ora, per poi lasciarlo in Abruzzo fino a fine anno e l'anno prossimo, con ogni probabilità, lasciarlo in prestito all'Empoli, il quale si era interessato. Contatti vivi, operazione non facile e comunque rischiosa: Lapadula sta facendo sì benissimo in B, ma è un classe 1990, non più un giovanissimo. Non sarebbe comunque il primo ad approdare nella massima serie con qualche anno di ritardo.

Altro attaccante che sta facendo benissimo in Serie B è Raicevic, e ovviamente la Juve si è mossa per chiedere informazioni e aprire una trattativa da chiudere entro lunedì alle 23, in ogni caso il montenegrino classe 1993 rimarrebbe al Vicenza, proprietario del cartellino, fino a fine stagione. Attenzione alla concorrenza di Carpi e Chievo però, che lo potrebbero portare via da subito dandogli spazio in Serie A. Discorso di fatto simile per Simone Ganz, figlio d'arte e in forza al Como: più fattibile una chiusura a breve per un altro classe 1993, che rimarrebbe ovviamente comunque in Lombardia.

Più giovane invece è Luca Checchin, regista dell'Hellas Verona classe 1997, presentatosi con ottime prestazioni in Serie A in un enorme momento di emergenza a centrocampo. Le sue prestazioni positive e la personalità messa in campo hanno fatto drizzare diverse antenne, e dopo aver perso Verratti i bianconeri non vogliono più farsi cogliere impreparati.

CAPITOLO RINNOVI - Nel frattempo si pensa anche a quanto succederà in quanto a contratti in scadenza in estate. Evra ha prolungato fino al 2017, per poi o passare in dirigenza o nello staff tecnico bianconero, oppure tentare esperienze in oriente o a stelle e strisce. Restano due dunque i nomi caldi. Il primo è quello di Martin Caceres, sul quale si era interessata la Roma, ricevendo picche dallo stesso Allegri che in conferenza l'ha blindato. Il suo agente Fonseca arriverà in Italia per discutere il rinnovo, a questo punto piuttosto probabile, anche solo per poterlo rivendere intascando una cifra diversa da zero. Andrea Barzagli invece rimarrà quasi certamente, potrebbe trattarsi anche di un rinnovo a vita, un contratto da interrompere quando lui stesso vorrà ritirarsi. L'ex Palermo e Wolfsburg è ormai una bandiera della Juventus e, anche se a Maggio saranno 35 primavere, tutto l'ambiente conta su di lui anche per far da chioccia a Rugani.