Il misterioso infortunio di Marko Pjaca

Si infittisce il mistero riguardo l'infortunio di Marko Pjaca, con le parole del medico della nazionale croata che non aiutano a distendere gli animi tesi tra lo staff della Nazionale croata e quello della Juve.

Il misterioso infortunio di Marko Pjaca
Pjaca, giocatore juventino pagatto 22 milioni quest'estate

Le nubi attorno alle condizioni di Marko Pjaca non intendono diradarsi e anzi si infittiscono solo negli ultimi giorni. Nella giornata di ieri è intervenuto anche il medico della nazionale croata Igor Boric con un attacco diretto ai medici della Juventus: "Quando lo visitammo, capimmo subito che c’era una frattura al perone. Da Torino, però, ci hanno risposto in modo non consono, dicendoci che non dovevamo insegnare loro il lavoro. Quando poi il calciatore ha fatto ritorno a Torino, c’è stata la prova della bontà della nostra diagnosi. Vi garantisco che qui abbiamo professionisti egualmente bravi, se non migliori, di quelli di Real Madrid, Barcellona e Juventus". La Juve non ha voluto rispondere alle parole del medico croato.

Il giocatore si è infortunato il 4 Ottobre nel ritiro della Croazia. Subito dopo lo staff medico croato parlò di frattura del perone, notizia smentita dallo staff medico Juve che ha parlato di infrazione stimando in 15-20 giorni i tempi di recupero. Aspettativa però presto disattesa dalla realtà con la Juventus che ha cambiato parere medico parlando adesso d'infrazione al perone senza però comunicare i tempi di recupero.

Tutta questa confusione non aiuta in alcun modo Max Allegri e la sua squadra: Pjaca sarebbe stato infatti importante nel cambio di modulo che il tecnico juventino sta provando ad imporre alla sua squadra, con il 4-3-1-2 valutato nella sfida contro il Chievo. Il giocatore croato sarebbe stato utile anche come sostituto delle 2 punte centrali Higuain e Mandzukic che, dall'infortunio di Dybala con il Milan, sono state "obbligati" a giocare tutte le partite. Un'altra ipotesi affascinante che coinvolgerebbe il talentuosissimo croato sarebbe il 4-2-3-1, con Pjaca, Dybala e Cuadrado dietro all'unica punta Higuain. I 3 trequartisti sbilancerebbero però in maniera eccessiva la squadra bianconera senza un giusto contrappeso difensivo.