Torino - Juventus, le pagelle dei bianconeri

Il Derby della Mole finisce nuovamente nelle mani dei bianconeri, ma il Torino ha giocato alla pari per tutta la partita. Il match lo ha deciso Higuain, decisamente il migliore in campo.

Torino - Juventus, le pagelle dei bianconeri
Torino - Juventus, le pagelle dei bianconeri

Il Derby, si sa, è sempre una partita particolare, ma la Juventus è riuscita a giocarlo come tutti gli altri match: soffrendo il giusto e attaccando con cinismo quando se ne presenta l'occasione. Questa è la Juventus ed i suoi giocatori ormai sanno perfettamente quando colpire, anche i nuovi arrivi come Higuain. La partita contro il Torino era un altro momento chiave della stagione bianconera e, ancora una volta, gli uomini di Massimiliano Allegri hanno fatto la voce grossa dando a tutto il campionato un chiaro segnale: i campioni siamo noi e la pelle la vendiamo carissima. E così Higuain&Co. una volta andati sotto nel punteggio hanno subito reagito trovano il pari e poi, nel secondo tempo, uccidendo la partita. Ora, però, passiamo alla rassegna dei voti bianconeri. 

Buffon, 6 - Sarebbe un senza voto se non avesse preso gol. E' la quinta partita di fila che il capitano bianconero prende gol, risulta evidente che qualcosa non quadra, ma per una sentenza definitiva bisogna aspettare il ritorno della BBC. 

Lichtsteiner, 5.5 - Viene anticipato da Belotti nell'azione del gol del Torino e soffre per tutta la partita. 

Rugani, 6.5 - Altra grande prova per il difensore ex Empoli che regge alla grande l'urto del Gallo, pur rischiando qualcosa nel primo tempo. Nella seconda frazione prende una botta al naso, sta fuori qualche minuto, ma quando rientra torna ad essere impeccabile. E' sulla buona strada per diventare il nuovo muro bianconero.

Chiellini, 6 - Buona partita del Chiello, lotta come sempre e firma anche il lancio che mette Higuain nelle condizioni di segnare l'1-2. Peccato per quel grosso rischio corso quando ha regalato palla a Baselli. 

Alex Sandro, 6 - Soffre Zappacosta ed è costretto ad abbassare il suo baricentro d'azione, ne deriva poi una stanchezza fisiologica al momento di mettere i cross dal fondo. 

Khedira, 5.5 - Tante palle perse per il centrocampista teutonico. Prova a farsi perdonare cercando il gol, ma quando arriva all'appuntamento con il pallone perde lucidità sbagliando ogni volta. 

Marchisio, 6.5 - Quando in mezzo al campo c'è il Principino si vede subito: più ordine, più solidità e più sicurezza per tutta la squadra. L'otto bianconero disputa un'altra grande partita fatta di corsa, recuperi, lanci e contrasti, con lui la Juventus è altra cosa. 

Sturaro, 6 - Partita onesta per il classe '93 che va anche vicino al gol, ma la condizione fisica è ancora da affinare. (67' Lemina, 6 - Buona prestazione del francese che entra bene in partita).

Cuadrado, 5.5 - Dove essere l'uomo che spaccava la partita, invece è stato eliminato dal gioco dall'ottimo lavoro di Barreca. (80' Pjanic, 6.5 - Dieci minuti per non perdere il ritmo partita, ma in questo poco lasso di tempo riesce comunque a partecipare alla festa firmando il terzo gol).

Higuain, 8 - Se questo è un giocatore in crisi, Allegri li vorrebbe tutti così. Segna due gol fondamentali, splendido il secondo con un movimento da attaccante di razza. Il bomber non è mai andato via. 

Mandzukic, 7 - Voto esagerato? Macchè. Il croato tira fuori dal cilindro l'ennesima prova maiuscola correndo e lottando per tutto il campo. Salva un gol sicuro nel secondo tempo e fornisce, seppur involontariamente, l'assist per il gol del pareggio. E' quasi un peccato che torni Dybala. (71' Dybala, 7 - Entra a venti minuti dalla fine e regala un'azione da fenomeno nell'occasione del terzo gol. Che Joya). 

Allegri, 7 - Incassa le critiche e le trasforma in forza da trasmettere alla squadra. Azzeccati i cambi, anche se a qualcuno non ha fatto piacere tornare in panchina. 


Share on Facebook