Juve, il giorno delle conferme: allo Stadium arriva l'Inter

Modulo, gioco, idee e soprattutto il giusto atteggiamento. I bianconeri cercano tre punti contro i rivali storici, i quali fronteggeranno la striscia aperta di 27 vittorie in Serie A allo Stadium.

Juve, il giorno delle conferme: allo Stadium arriva l'Inter
Alex Sandro a contrasto con Icardi. | Fonte immagine: 90min.com
Juventus
20 45
Inter

Confermare che il 4-2-3-1 è funzionale anche contro le avversarie di alto livello, cosicché possa essere ben interpretato anche in Europa. Confermare l'atteggiamento delle ultime uscite, dandogli continuità e ricavandone nuova linfa. Confermare il distacco in classifica dalle avversarie Roma e Napoli, prima - magari - di incrementarlo poi nel recupero di mercoledì a Crotone. Confermare che la striscia aperta di 27 vittorie in casa non è una casualità, battendo un'altra big. Tutte queste conferme sono a loro volta prova di un'ennesima, più grande, conferma: Juventus - Inter non è mai una sfida banale.

Bianconeri contro nerazzurri di nuovo di fronte, di nuovo a Torino. Tra le mura amiche, nella scorsa stagione, i bianconeri hanno agevolmente camminato due volte su due: in Coppa Italia, siglando un rotondo 3-0; in Campionato, dove Bonucci e Morata hanno lanciato la banda di Allegri. Meno bene è andata in trasferta nell'anno solare 2016, visto che il ritorno di Coppa Italia si risolse ai rigori, e la gara d'andata di questa stagione terminò con un 2-1 nerazzurro che aprì tanti interrogativi, poi fugati, sullo status della Juve.

Il gol di Lichtsteiner nella gara d'andata. | Fonte immagine: Lapresse
Il gol di Lichtsteiner nella gara d'andata. | Fonte immagine: Lapresse

Ad oggi i bianconeri, come testimonia la classifica più di tutto il resto, sono la cosiddetta squadra da battere, come d'altro canto da previsione della vigilia. I proclami estivi sulla necessità di una versione più offensiva dei Pentacampioni, hanno trovato seguito con l'avvento del 2017, con questo 4-2-3-1 parecchio unconventional disegnato da Massimiliano Allegri. Il sistema, che questa sera verrà riproposto con gli stessi identici interpreti di settimana scorsa, riesce a far colludere la capacità di allargare il campo con quella di essere solidi. Nelle prime tre uscite la macchina del tecnico ha funzionato alla perfezione, ma questo test è il più difficile in assoluto, al momento, in campionato.

Come anticipato, la Juve dovrebbe schierarsi esattamente come contro il Sassuolo. I non convocati per la sfida odierna sono Lemina - alle prese con i soliti problemi fisici -, Mattiello ed Hernanes, quest'ultimo sul piede di partenza. Per il resto, tutti a disposizione. Davanti a Buffon spazio dunque a Lichtsteiner a destra (Dani Alves è in recupero e potrebbe giocare una delle prossime due sfide), Alex Sandro a sinistra e la coppia centrale Bonucci - Chiellini. Mediana che vede Sami Khedira protagonista al fianco di Miralem Pjanic, mentre sulla trequarti tocca a Cuadrado e Mandzukic correre sulle fasce, mentre Dybala assiste, da trequartista con licenza di svariare, l'unica punta Higuain

Le probabili scelte di Allegri.
Le probabili scelte di Allegri.                                                                                                                             

Calcio d'inizio ore 20.45 allo Juventus Stadium, arbitro designato è Nicola Rizzoli.