Porto-Juve: Buffon e Casillas di nuovo a confronto

La gara di mercoledì, valida per l'andata degli ottavi di finale di Champions League, sarà la numero 17 tra i due numeri uno. Chi sarà il migliore? Gigi o Iker?

Porto-Juve: Buffon e Casillas di nuovo a confronto
Porto-Juve sarà il diciassettesimo incontro in assoluto tra i due portieri più influenti dell'ultimo ventennio. Foto: UEFA.com

Mercoledì sera, la Juventus si presenterà al Dragao ​per disputare la gara d'andata degli ottavi di Champions League contro il Porto. Per la squadra di Massimiliano Allegri sarà una delle partite più importanti della stagione, contro i portoghesi, i quali non sono assolutamente da sottovalutare. Entrambe le squadre possono contare su due bandiere: Gianluigi Buffon e Iker Casillas. I due portieri saranno uno di fronte l'altro per l'ennesima volta tra club e Nazionale.

​Gigi Buffon: il numero 1 di sempre

Una carriera da predestinato quella dell'estremo difensore italiano, il quale debutta in Serie A a soli 17 anni in quel di Parma-Milan del 19 novembre 1995. Da qui l'inizio di una scalata da vero fenomeno: Gigi difende i pali prima della porta ducale poi di quella della Juventus. Con la maglia del Parma, l'estremo difensore italiano disputa la prima Champions League nella stagione 1997/98 e l'anno seguente conquista la Coppa UEFA. Buffon veste il bianconero dal 2001 e ora sta disputando la sedicesima stagione: il 5 maggio 2002 conquista il primo scudetto in carriera ai danni dell'Inter e il 28 maggio dell'anno seguente la prima finale di Champions contro il Milan. Nelle squadre di club, il Superman ​nazionale alza numerosi trofei: sette scudetti, tre coppe Italia, sei supercoppe italiane (record assoluto) e una Coppa UEFA.

Parallelamente alla carriera nei club, il portiere carrarese gioca anche nella Nazionale italiana: la prima convocazione avviene all'età di 19 anni in una partita contro la Russia, valida per le qualificazioni ai Mondiali francesi del 1998. Conquista lo status di titolare a partire dalle qualificazioni all'Europeo 2000, diventando il più giovane primo portiere nella storia della selezione azzurra. Da lì in poi disputa quattro Coppe del Mondo tra il 2002 e il 2014, e quattro coppe europee tra il 2004 e il 2016. Nella rassegna iridata del 2006, giocata in Germania, Buffon conquista il primo e unico Mondiale della sua carriera, subendo inoltre soltanto due gol in sette incontri giocati. Con la maglia azzurra, il capitano della Juve ha totalizzato ben 167 presenze diventando uno dei primatisti della nostra selezione.

Il portiere della Juventus, Gigi Buffon. Foto: Getty Images
Il portiere della Juventus, Gigi Buffon. Foto: Getty Images

Iker Casillas: bandiera madridista

Rispetto a Buffon, Casillas sta proseguendo una carriera meno fenomenale, ma comunque eccezionale. Il portiere iberico è uno degli estremi difensori più forti degli ultimi vent'anni, nonostante le ultime stagioni sottotono. La carriera di Iker è legata soprattutto al Real Madrid, squadra con la quale gioca fin dalle giovanili. Con la camiseta blanca ​Casillas disputa sedici stagioni tra il 1999 e il 2015, vincendo praticamente tutto: cinque campionati spagnoli, quattro supercoppe di Spagna, due Coppe del Re, tre Champions League, due Supercoppe UEFA, una Coppa Intercontinentale e un Mondiale per Club. Nella stagione 1999/00, prima in assoluto in prima squadra, lo spagnolo conclude con la vittoria finale la sua prima partecipazione in Champions League all'età di 18 anni.

Le ultime stagioni madridiste, però, sono un po' turbolente a causa dei dissidi con il tecnico José Mourinho: l'ex allenatore dell'Inter è il primo ad estromettere Casillas dalla formazione titolare, sostituendolo con Diego Lopez; il successivo arrivo sulla panchina merengue ​di Carlo Ancelotti non gli fa riconquistare il posto da primo portiere in assoluto, ma solo in Champions League. Per questo motivo l'estremo difensore iberico decide di trasferirsi al Porto, con il quale sta effettuando prestazioni altalenanti. Anche Iker, come Buffon, ha totalizzato 167 presenze in Nazionale ma, a differenza di Gigi, ha perso lo status da titolare. La carriera con la maglia delle Furie Rosse ​inizia nel 2000 e gioca per la prima volta dall'inizio in occasione della gara con l'Irlanda, valida per la fase a gironi dei Mondiali giappo-coreani del 2002. Con la ​Roja, ​Casillas disputato le stesse competizioni mondiali e continentali di Buffon, ma vince di più: una Coppa del Mondo nel 2010 e due campionati europei consecutivi nel 2008 e 2012. Nell'ultimo Europeo, consumatosi la scorsa estate, Iker viene scavalcato nelle gerarchie dal portiere del Manchester United David de Gea.

L'attuale portiere del Porto ed ex bandiera del Real Madrid, Iker Casillas. Foto: UEFA.com
L'attuale portiere del Porto ed ex bandiera del Real Madrid, Iker Casillas. Foto: UEFA.com

Buffon vs Casillas: i precedenti

La gara di mercoledì sera sarà il diciassettesimo incontro in assoluto tra i due portieroni, contando sia le gare delle squadre di club che quelle in Nazionale. Per quanto riguarda le sfide nei club, i precedenti indicano tre vittorie a testa e due pareggi in otto match disputati: Buffon, da parte sua, è riuscito sempre a battere il collega nelle gare ad eliminazione diretta. Tra queste sfide, ricordiamo il doppio confronto tra Juve e Real Madrid nelle semifinali di Champions del 2003, nel quale i bianconeri persero la gara d'andata al Bernabeu ​per 2-1 e vinsero la gara di ritorno in casa per 3-1; il doppio confronto negli ottavi della competizione del 2005, nella quale la Juve perse 1-0 all'andata e vinse 2-0 al ritorno al Delle Alpi. Più recente l'incrocio nelle semifinali dell'edizione della coppa continentale nel 2015, nella quale la Vecchia Signora sconfisse 2-1 i rivali allo Stadium ed uscì con un ​​​​pareggio dall'impianto madridista. Se le gare di club sembrano essere appannaggio di Gigi, i confronti con le Nazionali pendono nettamente a favore di Casillas: in otto confronti lo spagnolo ha ottenuto tre vittorie contro l'unica di Buffon; quattro i pareggi. La sconfitta più pesante patita dal numero uno azzurro avvenne nella finale dell'Europeo 2012, quando la Spagna sconfisse l'Italia per 4-0 e si aggiudicò la coppa. Le ​Furie Rosse, inoltre, avevano eliminato gli azzurri ai quarti della precedente edizione della rassegna europea, prevalendo ai calci di rigore.