Porto-Juve, Allegri sfoggia la miglior armata per i dragoni portoghesi. E Bonucci...

Domani sera la storia riaprirà una nuova finestra per la Juve sul cammino verso la gloria. La tappa è fissata a Oporto e la corazzata dei Dragões non va sottovalutata come molti juventini avranno fatto durante il sorteggio di Nyon. Proprio per questo Allegri farà scendere in campo il meglio che ha a disposizione, ma a far parlare ora è l'esclusione di Bonucci.

Porto-Juve, Allegri sfoggia la miglior armata per i dragoni portoghesi. E Bonucci...
Pjanic | Fonte immagine: www.gazzetta.it

È quasi arrivato il giorno in cui i cuori juventini inizieranno a battere di più. Ritornano le notti di Champions e quella coppa con le grandi orecchie deve abituarsi a quei due colori acromatici, ma la cui combinazione è forse una delle più armoniose. Domani sarà Porto-Juve, uno scontro fra titani, come quello tra Casillas e Buffon, il primo quella coppa l’ha vinta tre volte, mentre il secondo è arrivato solo ad undici metri da quel trofeo, portatogli via da Shevchenko e compagnia in quella maledetta notte di Manchester. Domani però è un altro giorno, e Allegri giunge ad Oporto con la rosa al completo e in campo manderà i titolarissimi dato che l’imperativo è vincere, sempre e comunque, e domani sera di certo non sarà facile come si potrebbe pensare.

Il modulo sarà il solito, quel 4-2-3-1 tanto caro ad Allegri e tanto efficace sul campo. Funziona, perché fa fare molti gol e ne fa subire pochi (il gol di Chochev è stato il primo). La difesa sarà composta da Lichtsteiner, preferito a Dani Alves, Barzagli, anche se Rugani rappresenta una valida alternativa, Chiellini, recuperato sul filo di lana, e Alex Sandrospecial guest della partita, lui che è l’ex e conosce bene l’ambiente, la squadra, e lo spirito guerriero del Porto. La notizia è la clamorosa esclusione di Leonardo Bonucci, che, come riportano molti siti online, forse per punizione verrà mandato addirittura in tribuna in seguito alla diatriba avuta con l'allenatore venerdì scorso. A riempire la panchina ci saranno poi il suddetto Rugani, Benatia, e Dani Alves.

Sulla mediana ci sarà sicuramente l’instancabile Khedira che verrà accompagnato molto probabilmente da Pjanic, in forte ballottaggio con Marchisio, che di certo troverà un posto a partita in corso. Là davanti ci saranno i 4 tenori, da destra: Cuadrado, Dybala e Mandzukic, con prima punta Gonzalo Higuain. Se ce ne sarà bisogno, in panchina Allegri avrà a disposizione anche Lemina, Sturaro, Rincon e Asamoah per dare man forte a centrocampo, mentre si spera che ci sia anche un’occasione europea per il giovane Pjaca che ha ancora tanto da dimostrare. Ad ogni modo l’appuntamento per una magica notte di Champions è a domani sera alle 20.45 all’Estàdio do Dragão.

Juventus Football Club