Verso Barça-Juve: quante volte i bianconeri hanno vinto 3-0 la gara d'andata?

Il sorprendente tris rifilato ai blaugrana settimana scorsa è stato lo spunto per un viaggio nel tempo in cui ripercorriamo tutte le volte in cui la Vecchia Signora ha vinto per 3-0 la gara d'andata di una doppia sfida delle coppe europee.

Verso Barça-Juve: quante volte i bianconeri hanno vinto 3-0 la gara d'andata?
L'ultimo precedente in cui la Juve abbia vinto 3-0 all'andata risale ad un Celtic-Juve del 2013. Foto: Repubblica

Mercoledì sera la Juventus farà visita al Camp Nou ​dove affronterà il Barcellona per la gara di ritorno dei quarti di finale della Champions League 2016/17. La squadra di Massimiliano Allegri deve mantenere il prezioso 3-0 maturato allo Stadium ​lo scorso martedì. In attesa del grande incontro, facciamo un tuffo nella storia europea dei bianconeri.

In particolare prendiamo in considerazione tutti i precedenti nei quali la Vecchia Signora, nel doppio confronto di coppa,​ ha vinto 3-0 la gara di andata. I precedenti sono nove e in tutti i casi Madama è riuscita a passare il turno, evitando la rimonta degli avversari. Andiamo a vedere tutti i precedenti.​

Coppa delle Fiere 1966/67

Ottavi di finale

Juventus Dundee 3-0

Dundee-Juventus 1-0

​Il primo precedente risale al lontano 1967, in cui la Juve affrontava gli scozzesi del Dundee negli ottavi di finale della Coppa delle Fiere. La squadra, allora allenata da Heriberto Herrera, vinse con scioltezza la gara d'andata grazie alla doppietta di Cinesinho e la rete di Giampaolo Menichelli. La trasferta in Scozia si risolse in una sconfitta indolore per i piemontesi, che passarono comunque il turno.

Coppa UEFA 1976/77

Ottavi di finale

​Juventus-Shakhtar Donetsk 3-0

Shakhtar Donetsk-Juventus 1-0

Nove anni dopo, il secondo precedente, sempre agli ottavi, contro lo Shakhtar Donetsk. Stavolta gli autori dei gol sono stati Marco Tardelli, Roberto Bettega e Roberto Boninsegna. Anche in questo caso, i bianconeri subirono una sconfitta per 1-0 nella gara di ritorno che sancì l'accesso ai quarti. L'edizione 1976/77 della Coppa UEFA segnò il primo trionfo della Signora ​nella competizione. Infatti, dopo aver eliminato gli ucraini, furono prima il Magdeburgo e poi l'AEK Atene ad essere estromessi dai torinesi prima di approdare alla finale contro l'Athletic Bilbao. I baschi vennero sconfitti 1-0 all'andata al Comunale ​e si aggiudicarono 2-1 il ritorno al ​San Mamés, ​che decretò la vittoria della Juventus a causa dei gol segnati fuori casa.

Coppa Campioni 1977/78

Primo turno

Omonia-Juventus 0-3

Juventus-Omonia 2-0

​L'anno successivo i ragazzi di Giovanni Trapattoni inaugurarono il ritorno nella Coppa dei Campioni con un tris rifilato all'Omonia in trasferta. I ciprioti persero anche la gara di ritorno al Comunale ​per 2-0 e vennero eliminati.

Coppa Campioni 1984/85

Quarti di finale

Juventus-Sparta Praga 3-0

Sparta Praga-Juventus 1-0

S​emifinali

Juventus-Bordeaux 3-0

Bordeaux-Juventus 2-0

​Due sono i precedenti risalenti alla Coppa dei Campioni edizione 1984/85, che vinse proprio la Juve. Prima della celebre finale dell'Heysel ​contro il Liverpool, la squadra di Trapattoni affrontò ai quarti lo Sparta Praga e alle semifinali il Bordeaux. In entrambi i turni i bianconeri si affermarono con un 3-0 interno nella gara d'andata. Al ritorno, i cechi vinsero 1-0 mentre i girondini sfiorarono la rimonta battendo le zebre ​per 2-0.

Coppa UEFA 1993/94

Trentaduesimi

Juventus-Lokomotiv Mosca 3-0

Lokomotiv Mosca-Juventus 0-1

Ottavi di finale​

Juventus-Tenerife 3-0

Tenerife-Juventus 2-1

​Altro doppio precedente nell'edizione 1993/94 della Coppa UEFA, con i torinesi che affrontarono prima il Lokomotiv Mosca ai trentaduesimi e il Tenerife agli ottavi di finale. Anche in tale frangente, la Vecchia Signora ​liquidò le due avversarie all'andata con un 3-0 al Delle Alpi​, ma fu diverso il risultato nelle gare di ritorno. Nella trasferta in Russia contro il Lokomotiv, gli ospiti ne uscirono con un successo di misura per 1-0; la squadra spagnola, invece, riuscì a vincere per 2-1.

Coppa UEFA 1994/95

Trentaduesimi

CSKA Sofia-Juventus 0-3

​Juventus-CSKA Sofia 5-1

​I bianconeri disputarono la Coppa UEFA anche la stagione successiva e iniziarono il cammino affrontando i bulgari del CSKA Sofia. Stavolta il club, che diede la guida tecnica a Marcello Lippi, ebbe vita facile poiché dopo il 3-0 esterno dell'andata vinse anche il ritorno con un sonoro 5-1 tra le mura amiche. Da lì in poi iniziò una grande cavalcata che portò le zebre fino alla finale disputata contro il Parma. I ducali furono i principali antagonisti della Vecchia Signora ​nell'arco della stagione, poiché le due compagini si contesero anche il campionato e la Coppa Italia, che furono appannaggio proprio della Juve. Non riuscì il Triplete, perché il Parma si aggiudicò la contesa vincendo per 1-0 la gara d'andata e pareggiando 1-1 quella di ritorno. Fu decisivo Dino Baggio, grande ex nel doppio confronto, che segnò in entrambe le sfide.

Il gol dell'ex Dino Baggio nella finale di Coppa UEFA tra Juve e Parma nel 1995. Foto: Storie di Calcio
Il gol dell'ex Dino Baggio nella finale di Coppa UEFA tra Juve e Parma nel 1995. Foto: Storie di Calcio

Champions League 2012/13

Ottavi di finale

Celtic-Juventus 0-3

Juventus-Celtic 2-0

Siamo giunti al finale del nostro viaggio facendo un balzo in avanti di quasi vent'anni, fino ad arrivare al 2013. La Juventus di Antonio Conte si trova di fronte il Celtic nel doppio confronto degli ottavi di finale della Champions League. Nella gara d'andata, i bianconeri espugnarono il Celtic Park trascinata dai gol di Alessandro Matri, Claudio Marchisio e Mirko Vucinic. Al ritorno allo ​Stadium, ancora Matri e Fabio Quagliarella ​​regalarono un altro successo alla truppa zebrata.