Juve-Genoa 4-0, le pagelle: bianconeri straripanti!

Mandzukic e Bonucci sono i migliori, seguiti a ruota da Benatia, Higuain, Marchisio e Dybala. Prova di forza che offre ulteriore fiducia. Un po’ in ombra la corsia destra.

Juve-Genoa 4-0, le pagelle: bianconeri straripanti!
Fonte immagine: Twitter @juventusfc

La Juventus fa un altro passo avanti verso lo scudetto, battendo con un sonoro 4-0 il Genoa tra le mura amiche. Gara dominata e mai in discussione, per una vittoria arrivata grazie a una prestazione massiccia e di successo. Di seguito le pagelle dei bianconeri.

Juventus 8

Neto, 6 – Poco sollecitato, costretto a un solo intervento: una presa sicura centrale.

Barzagli, 6.5 – Gara morbida e senza patemi, controlla. Fatica a proporsi, com’è normale che sia.

Bonucci, 7.5 – Attaccante aggiunto, si inventa il gol del 4-0 ed è sempre utile in fase di impostazione. Ha libertà e la sfrutta al meglio, sotto ogni punto di vista.

Benatia, 7 – Non perde un contrasto. Sicuro e deciso, anche lucido nelle giocate.

Asamoah, 6 – Gara abbastanza in ombra, prova ad accendersi nella ripresa ma si spegne sul palo. Non soffre mai.

Khedira, 6.5 – Solita gara fatta di pulizia e di ordine, prova anche un paio di inserimenti e dona l’assist a Dybala. (dal 69’ Rincon, 6 – Pura e ordinaria amministrazione.)

Marchisio, 7 – Dimostra un’ottima condizione fisica e conferma la crescita delle ultime gare. Sfiora anche un gol di enorme qualità. Bene in fase di corsa, minimizza i rischi. (dall’87’ Mandragora, s.v.)

Lichtsteiner, 6 – Soffre un po’ la posizione, ha pochi spunti, ma è questione di caratteristiche e compiti.

Dybala, 7 – Propositivo a tutto tondo, svaria sul fronte con la solita personalità e non soffre quando si apre di più sulla fascia destra. Incornicia il tutto con la rete del 2-0, mancino alla sua maniera.

Mandzukic, 7.5 – Sontuoso, tanto per cambiare. Parte un po’ col freno a mano tirato, come spiega anche Allegri, ma cresce col passare dei minuti. Mette la firma sul 3-0 con un destro a giro, dimostrazione di tecnica, su un’azione da lui iniziata con il recupero palla, dimostrazione di tenacia e intelligenza. (dall’82’ Sturaro, s.v.)

Higuain, 7 – Gli manca il guizzo vincente per il gol, nonostante ci vada vicino in più di una circostanza. Non mette la ciliegina su una torta comunque saporita. Movimenti perfetti, rifinisce con qualità sublime in ogni giocata.

All. Allegri, 7 – Cambia, ruota, alterna, ma il risultato non cambia mai: la sua Juve è sempre sicura e, soprattutto, sul pezzo. Ha la squadra totalmente in mano. E le risposte sul campo parlano chiaro.

Genoa 4.5 – Lamanna 6; Munoz 4.5, Burdisso 4.5 (67’ Biraschi 5.5), Gentiletti 5; Lazovic 5 (87’ Hiljemark s.v.), Cataldi 5, Veloso 5.5, Laxalt 5.5 (48’ Beghetto 5.5); Ntcham 5, Simeone 6, Palladino 5.5. All. Juric 5

Juventus Football Club