Juve - Marchisio, la riserva di lusso per la mediana di Allegri

L'infortunio e il cambio modulo. Questa stagione per Marchisio non è stata tra le migliori della sua vita, eppure è sempre un perno importantissimo per la Juventus.

Juve - Marchisio, la riserva di lusso per la mediana di Allegri
Juventus.com

La presenza di Claudio Marchisio, nella storia recente, è sempre stata indispensabile per la Juventus. Dopo l'addio di Pirlo, è stato l'unico vero regista che la Juventus ha avuto, nonostante lui sia stato una mezzala eccezionale. Si è adattato al ruolo e ha offerto prestazioni da campione, sottovalutate dal fatto che il numero dei gol sia ridotto drasticamente. Ma in campo si vede, il padrone del centrocampo è lui.

Poi l'infortunio, il ritorno e il posto da titolare preso praticamente subito - con tutte le difficoltà del caso, ovvero le condizioni fisiche precarie. Marchisio ritorna inzialmente ad essere il padrone del centrocampo. In questa stagione, prima di lui, in quel ruolo erano stati usati Lemina, Hernanes e Pjanic. Tutti con caratteristiche diverse, ma non pronti per quel ruolo. Poi il cambio modulo: Il centrocampo a due. Khedira ritrova una forma smagliante, non si infortuna mai e diventa imprescindibile. Pjanic invece capisce ciò che Allegri gli chiede di fare, arretra la propria posizione e sforna prestazioni eccellenti.

E Marchisio? Allegri è stato chiaro, Marchisio avrà tutto il tempo per non sforzare il ginocchio e per recuperare senza stress. Nel frattempo, lavora in silenzio. Ma quali differenze ci sono tra le sue caratteristiche e quelle di Pjanic e Khedira?

Pjanic e Khedira si completano davvero bene, eppure Marchisio è un giocatore completo, in grado di fare i ruoli che farebbero Pjanic e Khedira. Contro il Monaco, Marchisio dovrà trasformarsi in Khedira (squalificato)? No, dovrà essere semplicemente sé stesso. Il Marchisio capace di muoversi senza palla, il Marchisio capace di prendere palla e di smistarla, il Marchisio capace di recuperare palloni.

La coppia Pjanic-Marchisio potrebbe sembrare priva di equilibri, ma non è vero. I due non fanno rumore come un Vidal, come uno Sturaro, come un Nainggolan, ma hanno altre caratteristiche. Quelle di essere al momento giusto nel posto giusto e, tra gli intercetti e l'intelligenza tattica che possiedono, possono tranquillamente essere una coppia eccellente.


Share on Facebook