Juventus - Szczesny a Torino: il video. A breve le visite mediche

Sulla pagina ufficiale della Signora, il polacco saluta i suoi nuovi sostenitori. Oggi al J-Medical per i controlli, poi la firma sul contratto.

Juventus - Szczesny a Torino: il video. A breve le visite mediche
Wojciech Szczesny arrivato all'aeroporto di Torino. | Juventus, Facebook.

Quella che porterà Wojciech Szczesny alla Juventus è stata una trattativa lunga quasi un mese e mezzo e risoltasi, di fatto, soltanto nella giornata di ieri quando è spuntato fuori l'accordo totale con l'Arsenal con una valutazione del cartellino di 12 milioni più 3 di bonus. Tuttavia, la forte spinta del polacco per il trasferimento in bianconero aveva di fatto virtualmente concluso l'operazione già a giugno: l'accordo con la società con sede in corso Galileo Ferraris c'è da allora ed è basato sul pagamento fino al 30 giugno 2021 di 4 milioni di euro a stagione. Da qualche ora aspettavamo una presa di posizione ufficiale dei torinesi: è arrivata, tramite i profili social ufficiali affiliati alla Vecchia Signora.

 

Un saluto breve ma significativo, che di fatto ufficializza questa trattativa. Il programma per il portiere slavo, nella giornata di oggi, è molto fitto: adesso presumibilmente doccia in hotel e pranzo per lui, poi è atteso al J-Medical, la struttura sanitaria affiliata ai campioni d'Italia, dove svolgerà degli attenti controlli. Se tutto andrà bene - e il "caso" riguardante il trasferimento di Patrik Schick ci ricorda che non è così scontato - allora nel tardo pomeriggio o in serata arriverà l'ufficialità ed il comunicato che ci dovrebbe dare la certezza assoluta sulle cifre che comunque difficilmente saranno lontane da quelle di cui sopra.

Madama ha le idee molto chiare su Szczesny: nel 2017-2018 sarà il secondo di Gianluigi Buffon, magari trovando anche un po' più di spazio rispetto a Neto, che è andato al Valencia e in 2 anni ha totalizzato 22 presenze. Dalla stagione seguente, però, il polacco diventerà titolare fisso con i piemontesi: fino ad allora, dovrà fare una sorta di "apprendistato" da un grande maestro e magari potrà fare da ponte per l'inserimento di qualche giovane sul quale puntare sul lungo periodo.