Juve, il Galatasaray spinge per Asamoah. Lichtsteiner con le valigie, ma in entrata...

Il Ghanese potrebbe volare in Turchia: trattativa concreta, ma ai bianconeri serve il sostituto e l'Atalanta non molla Spinazzola. A destra, invece, Lichtsteiner sembra vicino all'addio, poi si parlerà con Cancelo.

Juve, il Galatasaray spinge per Asamoah. Lichtsteiner con le valigie, ma in entrata...
Fonte immagine: SI24

Ventitré giorni al termine del calciomercato, ventitré giorni per Marotta e Paratici per aggiustare e completare il roster da consegnare tra le mani di Massimiliano Allegri. La Juventus vuole rinforzarsi ancora per presentarsi al meglio ai nastri di partenza della Champions League (essendo quelli del campionato quasi incombenti...), ma per farlo ha due questioni irrisolte - più mezza, se consideriamo l'idea centrale difensivo: il centrocampista e le fasce di difesa. Mentre per la mediana la dirigenza bianconera è al lavoro soltanto sul colpo in entrata, il discorso terzini sembra al momento più intricato.

Le ultime uscite di Stephan Lichtsteiner non hanno infatti particolarmente convinto. Sebbene si tratti soltanto di calcio d'agosto (e luglio), lo svizzero pare essere stato inserito nella lista dei partenti, con il Nizza e diverse squadre della Bundesliga che sembrano aver rizzato le antenne e lo stiano seguendo. Il sostituto naturale potrebbe essere Joao Cancelo, per il quale Marotta si è già mosso da tempo, complici i buoni rapporti con il Valencia, con il quale ha già chiuso le trattative per Zaza e Neto. Il prezzo del portoghese è di 25 milioni, nei prossimi giorni i contatti si dovrebbero riallacciare. Nella trattativa non sarà inserito Mario Lemina, che è di fatto un nuovo giocatore del Southampton, mentre è ancora in piedi l'ipotesi di utilizzare come pedina di scambio Rincon: l'agente del venezuelano ha parlato con il club spagnolo, ma l'ex Genoa ha richieste anche dall'Italia.

Un'altra strada porterebbe invece a Leonardo Spinazzola, di proprietà della Juventus ma in prestito all'Atalanta fino al 30 giugno 2018, in virtù dell'accordo di prestito biennale stipulato l'estate scorsa. La sua situazione è nota: i nerazzurri non vogliono privarsene, ma i bianconeri insistono - e anche in questo caso possono puntare sull'inserimento di Rincon nella trattativa. Gli orobici dovrebbero però andare poi a caccia di un sostituto all'altezza e i tempi stringono. Il nativo di Foligno è in grado di giocare indifferentemente sia a destra che a sinistra, quindi potrebbe fungere sia da vice Alex Sandro che da valida alternativa a De Sciglio. Le difficoltà nel portare a termine l'operazione per Spinazzola stanno anche bloccando una possibile uscita: il Galatasaray sta infatti premendo per avere Kwadwo Asamoah, in scadenza di contratto l'anno prossimo, ma al momento i bianconeri non vogliono privarsi del Ghanese per evitare di rimanere scoperti sulla corsia sinistra. L'ex Udinese ha infatti dimostrato di essere un vice Alex Sandro all'altezza, anche se l'idea di riportare Spinazzola resta più intrigante e aiuterebbe la questione liste.

Sembra poco realistica la soluzione per cui Marotta porti a Torino sia l'esterno dell'Atalanta che Cancelo, lasciando partire Lichtsteiner ed Asamoah: dal punto di vista della freschezza e della qualità potrebbe essere conveniente e i tempi tecnici per chiudere tutte le operazioni ci sono, ma sembra anche piuttosto complicato far quadrare tutto. Più probabile è che ci sia un solo avvicendamento: Spinazzola costerebbe meno dell'esterno del Valencia e potrebbe essere un elemento duttile. Lichtsteiner di fatto si troverebbe però la strada sbarrata dal classe 1993 e da De Sciglio, chiedendo un'eventuale cessione, come fu lo scorso anno. Insomma, i nodi da sciogliere sono tanti. Marotta, se vorrà, lo dovrà fare a partire da questa settimana.


Share on Facebook