Juve, Matuidi è a Torino per le visite mediche: il programma

Il francese è sbarcato all'aeroporto di Caselle per le foto di rito: operazione da 20 milioni più bonus.

Juve, Matuidi è a Torino per le visite mediche: il programma
Blaise Matuidi all'arrivo a Caselle. | Juventus, Facebook.

Blaise Matuidi è un nuovo giocatore della Juventus. Per adesso si era parlato solo di voci estremamente insistenti, ma è arrivata anche la conferma concreta: il francese è infatti da pochi minuti sbarcato all'aeroporto di Caselle, dal quale si muoverà verso Torino per compiere gli ultimi step formali prima di diventare ufficialmente bianconero, come lui desiderava già un anno fa. Tuttavia, per motivi di tempistiche nell'ottica di trovare un sostituto, Nasser Al-Khelaifi bloccò l'operazione quando sembrava tutto fatto nell'agosto 2016.

In alto potete vedere il video che giusto qualche minuto fa la Vecchia Signora ha trasmesso sui suoi profili social per annunciare lo sbarco del centrocampista, che giunge dalla Ligue 1 ed in particolare da una società non proprio amica, ovvero il Paris Saint-Germain. Di fatto i parigini non hanno fatto sconti rispetto alla propria richiesta da 25 milioni di euro, ma hanno dovuto giocoforza accettare l'inserimento di alcuni bonus. Ed è così che la parte "fissa" dell'operazione sarà intorno ai 18-20 milioni di euro, con la parte variabile a chiudere - o comunque limare - la forbice. Il giocatore dovrebbe invece firmare un triennale da 4 milioni a stagione, con il quale andrà a percepire entro il 2019 quello che avrebbe guadagnato nell'ultima annata prevista, dal contratto con scadenza 2018, nella sua patria.

Adesso i prossimi appuntamenti in agenda per il transalpino sono i soliti: è infatti già in viaggio verso il J-Medical, dal quale in seguito si muoverà verso la sede di corso Galileo Ferraris. In serata, dopo la firma sul contratto, l'ex numero 14 dei vice-campioni di Francia e arriverà presumibilmente l'annuncio per questo colpo che completa il reparto mediano a disposizione di Max Allegri, insieme a Khedira, Pjanic e Marchisio: un innesto dalle qualità tattiche non presenti nel reparto a un prezzo nemmeno troppo alto.