Juventus, ancora Buffon: "Saremo protagonisti in Italia ed Europa, siamo forti"

Il capitano della Juventus, dopo aver parlato della sfida al Barcellona, sposta l'attenzione sulla squadra di Massimiliano Allegri e sulla lotta alla Serie A.

Juventus, ancora Buffon: "Saremo protagonisti in Italia ed Europa, siamo forti"
Juventus, ancora Buffon: "Saremo protagonisti in Italia ed Europa, siamo forti"

Ripartire da Barcellona, con umiltà ed intelligenza. Gigi Buffon indica la strada alla sua Juventus e, dopo aver parlato della sfida al Barcellona nella prima parte della lunga intervista rilasciata a JTV questo pomeriggio, si è spostato successivamente sui problemi della squadra di Massimiliano Allegri. Nonostante la sconfitta il numero uno bianconero si dice molto fiducioso del roster a disposizione del mister toscano ed ha così proseguito. 

"Tutti gli anni la squadra all'inizio prende gol: un po' dipende dal calendario, un po' dal fatto che cambiando determinati giocatori la fase difensiva debba essere migliorata. Quando non hai ancora un equilibrio stabile, è normale che si rischi di subire di più. Sicuramente, però, nella fase difensiva dobbiamo trovare un equilibrio e una solidità diversa se vogliamo ambire ad essere protagonisti in Italia e anche in Europa: per noi la forza difensiva è imprescindibile".

Ciò nonostante la Juventus c'è ed è forte e Buffon lo conferma: "Sono convinto e fiducioso: abbiamo un bel gruppo, un bello spogliatoio e una squadra forte, che ci permetterà di essere protagonisti in Italia e, a certe condizioni, anche in Europa. Fra noi tre portieri c'è una grande sintonia e un gruppo di lavoro fantastico. La Juve ha mantenuto una straordinaria forza di squadra e nei singoli è anche migliorata, come qualità e quantità. Quello che deve stimolare tutti noi è la capacità di saper soffrire e di leggere le partite, per capire cosa c'è davvero da fare in determinati momenti. Se riuscissimo ad evolvere da questo punto di vista, faremmo un notevole passo in avanti».

Infine, sul campionato di Serie A che è giunto alla quarta giornata, il portiere si pronuncia così sulle dirette concorrenti: "C'è un risveglio del calcio milanese, il Napoli continua ad essere il Napoli, la Roma ha cambiato progetto tattico e probabilmente anche filosofia con l'avvento di un nuovo direttore sportivo. Le indicazioni dicono che sarà un campionato equilibrato, poi lo vedremo alla fine. Del resto, anche l'anno scorso abbiamo vinto con meno punti di vantaggio rispetto agli anni precedenti".