Lazio, torna il sereno: De Vrij e Anderson arruolabili

In vista della sfida di lunedì sera contro il Genoa all'Olimpico, Pioli dovrebbe ritrovare sia il difensore olandese che l'attaccante brasiliano. Ecco le ultime news da Fromello.

Lazio, torna il sereno: De Vrij e Anderson arruolabili
Lazio, torna il sereno: De Vrij e Anderson arruolabili

Buone nuove in casa Lazio. Dopo i tanti infortuni delle ultime settimane e dopo la sconfitta di Cesena, Pioli vede il sereno a Formello. Negli ultimi giorni sono tornati ad allenarsi due dei pilastri del suo undici titolare: De Vrij e Felipe Anderson. Il difensore olandese sembra aver smaltito del tutto la fascite plantare che lo tartassava da tempo, mentre l'attaccante brasiliano ha bruciato le tappe per rientrare dalla distorsione al ginocchio rimediata in occasione del derby contro la Roma. È presto per dire se i due potranno tornare in campo dal 1' già lunedì all'Olimpico contro il Genoa, ma i segnali sono molto positivi: Pioli potrebbe ritrovare quattro giocatori fondamentali rispetto alla brutta sconfitta del Manuzzi. Rientreranno oltre ai lungodegenti anche Biglia e Radu, che hanno scontato la squalifica. Klose e Cana hanno concluso l'allenamento con lieve anticipo per piccoli fastidi fisici, ma non sono in dubbio per il posticipo dell'Olimpico contro il Genoa.

Uno dei due infortunati, Felipe Anderson, è intervenuto in settimana ai microfoni di una emittente brasiliana, alla quale ha dichiarato: "Il mio obiettivo principale è quello di continuare a fare un buon lavoro nella Lazio. Penso che questo sia il modo migliore per ottenere tutto quello che un giocatore sogna. Logicamente la Seleçao è uno dei miei sogni. Voglio avere la possibilità di vincere un oro olimpico con il Brasile, titolo mai conquistato dal mio Paese, e chiaramente vorrei giocare in Nazionale maggiore. Il rapporto con Lotito? Buono, lui ha un affetto speciale per me ed è felice che io stia giocando così perché era quello che si aspettava da quando sono qui. Pioli, invece, mi aiuta molto concedendomi libertà di movimento, e penso che questo modo di giocare per me sia l'ideale. Con Keita ci stimiamo. Lui fa il tifo per me, e io vorrei per lui il doppio del mio successo. Cosa mi aspetto dal futuro? Il mio obiettivo in questo momento è mantenere il rendimento che sto avendo nella Lazio. Che cosa accadrà in futuro, solo Dio lo sa, e io riporrò in lui tutta la mia fiducia".


Share on Facebook