Diretta Lazio - Palermo, risultati Live Serie A

Diretta Lazio - Palermo, risultati Live Serie A
Lazio
2 1
Palermo
Lazio: Lazio (4-3-3): Marchetti; Cavanda, De Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi, Biglia (dal 60' Ledesma), Parolo; Candreva (dal 81' Onazi), Klose (dal 73' Keita), Mauri. All: Pioli.
Palermo : Palermo (3-4-2-1): Sorrentino; Terzi, Gonzalez, Andelkovic; Morganella (dal 83' Rispoli), Jajalo, Barreto, Lazaar (dal 68' Daprelà); Vazquez, Quaison (dal 73' Belotti); Dybala. All.: Iachini
SCORE: 0-1, min 26, Dybala; 1-1, min 33, Mauri; 2-1, min 77, Candreva;
ARBITRO: ARBITRO: Di Bello (sez. Brindisi); ASSISTENTI: Posado e Marzaloni; IV UOMO: La Rocca; ADDIZIONALI: Calvarese e Abbattista. Ammoniti: Quaison; Parolo; Jajalo; Radu; Mauricio; Barreto; Rispoli. Espulsi: Barreto.
NOTE: Dallo Stadio Olimpico di Roma, Lazio-Palermo. Gara valevole per la 24^ giornata del campionato di calcio di serie A.

Per quest'oggi è davvero tutto! Dallo stadio Olimpico vi abbiamo raccontato le emozioni di Lazio-Palermo, terminata 2-1 per i biancocelesti. Da Andrea Bugno e dalla redazione di Vavel Italia, l'augurio di un buon proseguimento di serata ed a presto risentirci con i live di Vavel Italia. 

Questa la classifica di Serie A in attesa dei quattro posticipi che ci attendono tra stasera e martedì. 

Ecco il gol decisivo di Candreva

Seconda vittoria consecutiva per la Lazio di Pioli che dopo Udine si rilancia alla rincorsa del terzo posto e, perchè no, anche del secondo visto che la Roma continua a pareggiare. Seconda battuta d'arresto esterna per il Palermo di Iachini che dopo la vittoria col Napoli deve fermarsi ad uno strepitoso Candreva. 

Vittoria meritata per la Lazio. La squadra di Pioli ha dominato la ripresa, andando vicina al gol in più occasioni. Mauri, Klose, Keita e soprattutto Antonio Candreva. Sembrava stregata la porta di Sorrentino, che gli aveva respinto almeno 4 conclusioni pericolosissime, prima di vedere insaccarsi il destro dell'attaccante ex Cesena e Juventus sotto al sua traversa. Poco Palermo nella ripresa, con Dybala assente e Vazquez che s'è acceso soltanto nei primi dieci minuti. Successo giusto per i biancocelesti

FISCHIO FINALE DI DI BELLO! LA LAZIO BATTE IL PALERMO PER 2-1! DECIDE IL GOL DI CANDREVA! 

E' finita anche a Verona: Hellas e Roma 1-1

Ancora un fallo, questa volta di Barreto, ancora su Keita: secondo giallo e rosso! 

93' Cross di Vazquez, ma Barreto non arriva sul pallone. Riparte Keita, atterrato da Rispoli: ennesimo giallo del match.

92' Brutto fallo di Barreto su Radu: giallo per lui. 

91' Fallo di Belotti su De Vrij, punizione per la Lazio che respira dopo un paio di occasioni per i siciliani. 

E' finita ad Empoli! Empoli batte Chievo 3-0

Saranno 6 i minuti di recupero! 

Crampi per Mauricio che resta a terra. Ci sarà un cospicuo recupero a causa delle sostituzioni e delle soste per infortunio di Candreva e MAuricio

85' Cataldi dalla distanza, para Sorrentino

Esce Morganella, dentro Rispoli. Ultimo cambio per Iachini.

82' Fallo di Cataldi su Vazquez: punizione dai trentacinque metri, ma defilata sulla fascia sinistra. 

Dopo aver esultato sotto la curva, Candreva è scivolato e si è infortunato. Entra Onazi al suo posto. 

Vantaggio meritato per la Lazio che ha attaccato per tutta la ripresa mentre il Palermo non riusciva ad uscire da qualche minuto dall'area di rigore

Sugli sviluppi di un corner, parte dalla sinsitra, salta prima Barreto, poi Terzi prima di scagliare un destro poderoso sotto la traversa, dove Sorrentino non può davvero arrivarci. 

78' CANDREVAAAAAAAAAAA!!! FINALMENTE CANDREVAAAAAAAAAA!!! L'HA CERCATO, L'HA TROVATO! E DOPO ALMENO 4 OCCASIONI CLAMOROSE HA MESSO IL PALLONE NEL SETTE DOVE SORRENTINO NON POTEVA ARRIVARCI! CHE GOL DI CANDREVA! 

Palermo che adesso si rintana nlla propria metà campo con tutti gli effettivi. Da qualche minuto la squadra siciliana non riesce ad uscire dalla metà campo!

76' CHE OCCASIONE ANCORA PER LA LAZIO! Cross di Parolo dalla destra, Mauri sponda per Keita che per un'inezia non arriva a chiudere a rete. Lazio che sta pressando molto per arrivare al gol vittoria. 

Cambio offensivo per Iachini che affianca Belotti a Dybala con Vazquez che agirà alle loro spalle. 

Cambio per Pioli: esce uno stanchissimo Klose, entra Keita. Esce Quaison nel Palermo ed entra Belotti. 

72' CANDREVAAAAAAAA!!! ANCORA LAZIO PERICOLOSISSIMA PRIMA CON IL DESTRO DELL'ATTACCANTE ESTERNO, POI KLOSE SBAGLIA CLAMOROSAMENTE IL TAP IN DOPO LA PARATA DI SORRENTINO! 

70' CANDREVA!!! CI PROVA ANCORA CANDREVA DOPO UN'INCURSIONE CENTRALE, MA IL SUO SINISTRO LAMBISCE SOLTANTO IL PALO ALLA DESTRA DI SORRENTINO!

68' Cavanda ci prova di testa dopo una serie di batti e ribatti in area di rigore, ma la sua conclusione finisce ampiiamente a lato. Entra Daprelà per Lazaar nel Palermo.

Maccarone raddoppia e triplica, nel frattempo, per l'Empoli al Castellani: 3-0 per la squadra di Sarri sul Chievo! Successo che potrebbe risultare fondamentale in ottica salvezza

66' PAROLO! Anticipa sul primo palo Andelkovic su cross di Cataldi, ma mette di poco a lato. 

65' Ancora Lazio, ancora Candreva ad andare via sulla destra e guadagnare un calcio d'angolo. Mauri stacca di testa, Vazquez salva sulla linea

Ancora un fallo a centrocampo su Quaison. Questa volta è di Mauricio il fallo. Giallo anche per lui. 

61' Fallaccio di Radu su Quaison: giallo anche per il rumeno

60' Cambio nella Lazio: esce Biglia, dentro Ledesma. Nel frattempo ammonito Jajalo per un fallo su Mauri

58' Dybala prova lo slalom, De Vrij lo chiude elegantemente

Barreto prova uno schema che non trova fortuna

57' Fallo sulla trequarti di De Vrij su un Vazquez scatenato in questa ripresa: punizione che potrebbe essere pericolosa. Dybala sulla sfera. 

55' Azione prolungata di Candreva sulla destra, Andelkovic lo atterra, ma per l'arbitro si può proseguire

54' Vazquez serve Dybala in profondità: l'argentino però è in offside

53' Si distende bene il Palermo in contropiede, Barreto serve al centro Dybala che anticipa il movimento e Radu chiude. sugli sviluppi dell'azione, Morganella prova il destro ma viene contrastato da De Vrij.

50' KLOSE! CHE OCCASIONE PER LA LAZIO! CANDREVA PENNELLA AL CENTRO PER LA TESTA DEL TEDESCO CHE DA POSIZIONE DEFILATA IMPEGNA SORRENTINO! OTTIMA RISPOSTA, MA LAZIO VICINA AL VANTAGGIO! 

48' VAZQUEZ!!! CHE CONCLUSIONE DELL'ITALO-ARGENTINO DAL LIMITE DELL'AREA! MARCHETTI ALZA IN ANGOLO! 

47' Fallo di Mauricio su Vazquez: il brasiliano non sta ripetendo la brillante prova di Udine di domenica scorsa

46' Si riparte! La Lazio da il via alla ripresa. 

Ecco il gol del pareggio di Mauri

Il gol di Paulo Dybala che ha portato in vantaggio i rosanero. 

Ritmi sostenutissimi, intensità, aggressività ed anche tante emozioni. Questo ed anche altro nel primo tempo, molto bello, tra Lazio e Palermo. Meglio l'inizio degli ospiti, che con Dybala e Lazaar hanno impensierito spesso la retroguardia laziale. La LAzio s'è fatta pericolosa con il solito Candreva e con Mauricio. Il gol del vantaggio è stato un'infortunio del neo laziale Mauricio, per Dybala facile il controllo ed il gol. Prima di pervenire al pareggio, ancora l'argentino è andato vicino al gol, ma Mauri ha castigato i palermitani dopo una bella azione sulla sinistra di Radu. Pareggio sostanzialmente giusto, che premia i rosanero per l'inizio gara ed i biancocelesti per la voglia di rimontare.

45' Senza nemmeno un minuto di recupero, l'arbitro Di Bello manda tutti negli spogliatoi. Bella partita, emozionante all'Olimpico. Si chiude 1-1 il primo tempo! 

44' Palermo pericoloso sull'asse di sinistra Lazaar - Barreto: cross del centrocampista e Radu che è costretto a mettere in angolo non senza patemi d'animo 

42' Scontro Klose Terzi, non c'è fallo, ma i due restano a terra contusi. 

41' LAZAAAAAARRRRR!!! CHE OCCASIONE PER IL PALERMO! CHE PARATA DI MARCHETTI! DYBALA VA VIA SULLA DESTRA IN PROFONDITA', SI PORTA DIETRO TRE AVVERSARI E SERVE PERFETTAMENTE L'INSERIMENTO DEL TERZINO CHE PERO' CALCIA DEBOLMENTE SU MARCHETTI! 

39' Candreva va ancora via sulla destra e mette al centro un pallone velenosissimo che la difesa del Palermo riesce a liberare. E' stato Terzi a sventare la minaccia

38' Candreva ci prova dai venticinque metri, palla alta!

35' Fallo di Parolo in ritardo su Dybala: giallo per l'ex Parma.

Azione prolungata dei biancocelesti. Radu scambia con Candreva e mette al centro di sinistro, Cataldi fa la sponda al centro dove non c'arriva Klose prima, ma Mauri si ed impatta! 1-1 tra Lazio e Palermo, bella partita. 

33' MAURIIIIIIIIIIIIII!!! STEFANO MAURIIIIIIIIIII!!! IL PAREGGIO DELLA LAZIO! 1-1 ALL'OLIMPICO! 

32' Lazio in avanti sulla corsia mancina. Biglia libera Radu per il cross, ma Sorrentino esce e blocca a terra

Aggiornamenti dagli altri campi: Totti e Bonaventura portano in vantaggio Roma e Milan

Si mette nel miglior modo possibile per il Palermo, che adesso potrà chiudersi in difesa, ripartire in velocità e far male con la velocità di Dybala e Vazquez.

29' Lazio che torna in avanti. Angolo per i biancocelesti: batte Candreva, De Vrij spizza di testa ma Mauri non c'arriva in acrobazia

27' DYBALA ANCORA!!!! CHE OCCASIONE PER IL RADDOPPIO! LA LAZIO TREMA! ANCORA UN CONTROPIEDE! VAZQUEZ SERVE DYBALA IN PROFONDITA', MA IL SUO SINISTRO FINISCE DI POCO ALTO! 

Clamoroso errore di Mauricio, che serve inavvertitamente Quaison. Passaggio preciso per l'accorrente Dybala che controlla e batte Marchetti! 1-0

25' DYBAAAAAAALAAAAAAAAAAA!!! SEMPRE DYBALA!!!!! PAULO DYBALA HA PORTATO IN VANTAGGIO IL PALERMO! CHE ERRORE DELLA LAZIO IN FASE DI IMPOSTAZIONE! 

Il primo gol di giornata arriva al Castellani di Empoli: Rugani ha portato in vantaggio i toscani. 

23' Vazquez recupera palla e fa ripartire l'azione, Radu lo ferma fallosamente e viene redarguito verbalmente da Di Bello. 

21' CHE OCCASIONE PER MAURICIO! STACCA INDISTURBATO AL CENTRO DELL'AREA MA LA SUA CONCLUSIONE TERMINA DI POCO A LATO!

19' Ecco MAURI! Lancio preciso di De Vrij ad aprire il gioco sulla corsia mancina, Stefano Mauri conta i passi e di sinsitro a volo calcia verso la porta, Sorrentino mette in angolo. Preme la Lazio

18' Ottimo pressing di Lazaar che toglie palla a Cavanda e cerca subito Dybala in profondità: fa buona guardia Stefan De Vij

Ancora fuori partita Mauri da una parte e Vazquez dall'altra. Ci si aspetta molto da questi due giocatori che in questi primi venti minuti scarsi di gioco non si sono fatti ancora notare per le loro giocate. 

Bella partita, molto aperta da una parte e dall'altra. Due le occasioni della sfida, una per parte con Dybala e Candreva. 

16' Ancora Candreva sulla destra, punta Lazaar e mette al centro. Deviazione decisiva del terzino rosanero che concede l'angolo

15' CANDREVA! Ci prova Antonio Candreva dal limite dell'area di rigore, ma il suo tiro al volo di destro finisce di poco a lato. Che occasione! 

13' L'azione prosegue e Lazaar atterra Mauri. Sugli sviluppi del calcio di punizione fallo in attacco di De Vrij. 

12' Contatto in area di rigore tra Parolo e Gonzalez, per Di Bello tutto regolare, si prosegue. C'è un minimo contatto tra le gambe dei giocatori, ma non ci sembra così netto il fallo tale da concedere un calcio di rigore. 

11' Lazio che non riesce ad uscire dalla propria metà campo palla al piede e si affida ai lunghi rilanci di Marchetti o dei difensori. 

9' Palermo che sembra essere entrato meglio in partita rispetto ai padroni di casa: Barreto apre per l'inserimento sulla sinistra di Lazaar. Il suo tiro mancino però si spegne a lato. 

8' DYBALA! Primo tiro verso la porta di Marchetti dell'attaccante argetino. Il portiere però non si fa sorprendere e blocca in due tempi

6' Splendida percussione centrale di Biglia che spezza in due la difesa palermitana, Klose riceve centralmente e scarica a Mauri sulla sinsitra, ma l'esterno biancoceleste è in offside

4' Da una palla recuperata da Barreto a centrocampo nasce la prima potenziale occasione per gli ospiti: Dybala sfugge ai centrocampisti laziali e serve Lazaar, ma il suo controllo è sbagliato e l'azione sfuma

3' Palermo che ha iniziato il match esattamente come una settimana fa contro il Napoli: pressing alto ed asfissiante. Vediamo come se la cava la Lazio

2' Lazio che conquista una punizione dalla trequarti sulla fascia sinistra. La batterà Biglia

1' Ha battuto il Palermo, che gestisce il primo possesso palla con i difensori. 

Di Bello da il via alla sfida. Si parte! 

Cornice di pubblico discreta ma non c'è il pubblico delle grandi occasioni come meriterebbe la sfida. Terreno di gioco in perfette condizioni di gioco e clima accettabile. Ci sono tutti i presupposti per vedere una grande partita.

14.58 Ci siamo, squadre che entrano in campo. Ci aspettiamo una bellissima partita tra due squadre che giocano un calcio spettacolare e soprattutto offensivo. Si sfidano il terzo attacco del campionato, la Lazio a 38, contro il quinto, il Palermo a 37 gol. Speriamo di raccontarvi tante emozioni e tanti gol.

14.55 Squadre nel tunnel che precede il terreno di gioco. Lazio e Palermo sono pronte ad entrare in campo. 

14.50 A dieci minuti dal match, facciamo un giro negli spoglia-toi dell'Olimpico.

14.45 Ecco invece il Palermo di Iachini

14.40 Mentre le squadre stanno ultimando il riscaldamento pre partita, ecco le prime immagini dallo Stadio Olimpico con il riscaldamento della squadra di Pioli. 

14.30 Tutto pronto all'Olimpico per Lazio-Palermo. Nella pancia dello stadio, ai microfoni di Lazio Style Channel, il giocatore del Palermo Achraf Lazaar ha detto la sua sul match: "La gara contro il Napoli ormai è passata. C'è da migliorarsi per raggiungere la salvezza il prima possibile. La Lazio è un grande gruppo, hanno attaccanti veloci. Occhio a Klose, è un grande nome e un grande giocatore. Speriamo di entrare concentrati come la gara contro gli Azzurri".

14.25 Eddy Onazi non scenderà in campo dal primo minuto, ma è carico per la partita contro il Palermo. Ai microfoni di Lazio Style Channel ha dichiarato: "Io non gioco dall’inizio, ma chi va in campo è sicuramente al 100%. Serve vincere per l’Europa, il nostro obiettivo. Alla Champions ci credo, ma questo vuol dire che dobbiamo vincere tutte le partite. Le ambizioni sono tante, come la Coppa Italia, in cui vogliamo fare bene. Il gruppo è unito, giochiamo insieme, corriamo insieme".

14.20 Gli ultimi dubbi di formazione di Pioli sono stati sciolti come ci si aspettava: Cataldi confermato titolare a centrocampo, Mauricio in difesa al posto di Cana. La Lazio, contrariamente a quanto fatto dal Napoli, dovrà essere brava a sfruttare le fasce laterali, da sempre punto di forza della squadra biancoceleste. 

14.15 Iachini sceglie Quaison dopo l'ottima prova di sabato contro il Napoli. Lo schieramento dei rosanero dovrebbe essere il classico 3-4-2-1 che proverà ad imbrogliare la Lazio centralmente, soprattutto a centrocampo, cercando di non far giocare Biglia e Parolo. 

14.10 Ufficializzate le squadre scelte dai due allenatori. Scopriamole assieme: 

Lazio (4-3-3): Marchetti; Cavanda, De Vrij, Mauricio, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; Candreva, Klose, Mauri. All: Pioli.

Palermo (3-4-2-1): Sorrentino; Terzi, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Jajalo, Barreto, Lazaar; Vazquez, Quaison; Dybala. All.: Iachini

14.00 Buongiorno cari amici lettori di Vavel Italia e benvenuti dallo stadio Olimpico dove quest'oggi vi racconteremo le emozioni di Lazio-Palermo, sfida dal sapore d'Europa. Da Andrea Bugno e dalla redazione di Vavel Italia, l'augurio di una buona domenica in nostra compagnia

Sfida apertissima quella che disputerà tra Lazio e Palermo questo pomeriggio allo stadio Olimpico. Sono solo 4 i punti che separano le due squadre, entrambe con un sogno nel cassetto: per i biancocelesti la Champions League, per i rosanero l’Europa League. La Lazio vuole provare ad inanellare una serie di vittorie consecutive, dopo aver strappato i 3 punti al Friuli, mentre il Palermo, dopo la schiacciante vittoria sul Napoli, proverà a vender cara la pelle, accontentandosi, forse, anche di un punto.

Quattro partite per riprendersi i punti persi contro Cesena e Genoa, zero in due gare. Adesso, per la Lazio si prospetta l'occasione di fare bottino pieno: Palermo, poi Sassuolo, Fiorentina all'Olimpico, infine Torino contro i granata. Sfide che, nel girone d'andata, hanno fatto fare bottino pieno di punti ai biancocelesti. Un periodo che rilanciò i laziali e gli permise di mettersi sulle tracce della Champions. Chissà che anche nel girone di ritorno la musica potrebbe essere la stessa. 

Il Palermo, dal suo canto, è sempre stato abbastanza costante nelle sue prestazioni, nonostante le ultime due gare siano state di animo e risultato diametralmente opposto. 0-3 a Milano, sponda Inter e 3-1, in casa al Barbera, al Napoli dei miracoli di questo periodo. Il Palermo sembra però mantenere una certa identità e filosofia di gioco. Pressing alto e asfissiante e verticalizzazioni veloci in ripartenza, con Dybala e Vazquez pronti a punire. Pioli è avvisato.  

Lazio - Una nuova era. Una Lazio meno spumeggiante, meno bella, ma più cinica, spietata, cattiva. E' la Lazio che s'è vista a Udine contro l'Udinese di mister Stramaccioni. Poche occasioni da gol. Una, in quel caso, è bastata per portare a casa i tre punti, fondamentali per tornare alla rincorsa di quel Napoli fermato proprio dagli avversari odierni dei biancocelesti. Candreva è tornato al gol dopo mesi. Mauricio sembra aver dato quella stabilità definitiva al reparto difensivo formando un'ottima coppia con De Vrij. Il centrocampo è tornato a girare e correre come un mese fa. La Lazio sembra tornata, il Palermo è la prova del nove. 

Palermo - L'umiliazione impartita al Napoli è la fotografia della condizione fisica e mentale della squadra di Iachini. Lui che è sopravvissuto al mangia allenatori Zamparini. Il presidente del Palermo è stato paziente. L'attesa l'ha ricompensato con gli interessi. Nonostante un inizio di stagione balbettante, il tecnico ex Brescia ha continuato per la sua strada: Dybala e Vazquez sono esplosi. I diamanti di una macchina che gira a meraviglia, così come le gambe dei giocatori più rappresentativi: da Maresca a Barretto, passando per Morganella e Lazaar. La sfida contro la Lazio rappresenta un crocevia fondamentale per le ambizioni europee dei rosanero. Obiettivo che li accomuna con le "aquile". La domanda sorge spontanea: chi volerà più in alto?

Lazio - Arruolabili Marchetti, Mauri e Cana scontato il turno di stop, ma l'albanese dovrebbe sedere in panchina vista la buona prova in Friuli di Mauricio che verrà confermato al fianco di de Vrij. Fuori dai convocati invece Basta, che oggi è nuovamente influenzato malgrado ieri fosse tornato a lavorare in campo. Squalificato infine Felipe Anderson, sarà Mauri a completare il tridente d'attacco con Candreva e Klose. A  centrocampo Pioli dovrebbe confermare Biglia con Parolo e continuare a dare fiducia a Cataldi. 

Palermo - A Boccadifalco la squadra rosanero si è allenata in mattina, poi diramati venticinque convocati per la trasferta di Roma. Non ha recuperato Maresca, presente nell'elenco invece Bolzoni che viene da una settimana di allenamenti a parte. Mister Iachini all'Olimpico può contare su Gonzalez in difesa. Non ci sarà contro i biancocelesti infine Rigoni, fermato per un turno dal Giudice Sportivo e dovrebbe essere sostituito proprio dal rientrante Bolzoni. Da non escludere, cosi come contro il Napoli, l'utilizzo dal primo minuto di Quaison. 

Lazio (4-3-3): Marchetti; Basta, Mauricio, De Vrij, Radu; Cataldi, Biglia, Parolo; Candreva, Klose, Mauri. All.: Pioli

Indisponibili: Basta, Ciani, Preirinha, Gentiletti, Lulic, Djordjevic, Tounkara

Squalificati: Felipe Anderson (1)

Palermo (3-5-2): Sorrentino; Terzi, Gonzalez, Andelkovic; Morganella, Bolzoni, Jajalo, Barreto, Lazaar; Vazquez, Dybala. All.: Iachini

Indisponibili: Maresca

Squalificati : Rigoni

Sembra di vedere una Lazio molto più concreta rispetto alle partite precedenti, a discapito del bel gioco espresso e Stefano Pioli sembra confermarlo in conferenza stampa: "L'atteggiamento visto al Friuli è fondamentale, dobbiamo mettere in campo il nostro spirito e le nostre qualità col Palermo. Le prossime 15 partite del campionato decideranno il nostro futuro. Adesso bisogna spingere e accelerare. Ci sono anche tre partite di Coppa Italia e noi vogliamo arrivare in finale. La nostra stagione deve finire il sette giugno". Attenzione al Palermo: "Questo è un campionato dove ci sono ottimi equilibri. Il Palermo sta facendo una grande stagione. E' allenato bene e ha giocatori di qualità. E' una neopromossa, quindi una rivelazione importante. E la Lazio ha tanto rispetto. Rispetto al girone d'andata Iachini schiera solo una punta, un giocatore a sostegno e fa inserire i centrocampisti. Conosciamo pregi e limiti, noi vogliamo fare la partita, essendo compatti e recuperando più palloni possibili. Voglio uno spirito vincente contro la formazione che ha messo sotto il Napoli". Il nuovo acquisto Mauricio sembra aver scavalcato Cana nelle scelte del tecnico biancoceleste: "Ha caratteristiche importanti, è un difensore solido e si sta impegnando. A Udine tutta la retroguardia ha fatto bene, ma anche grazie ai centrocampisti e gli attaccanti". Sulla corsa al terzo posto: "Dobbiamo fare più punti possibili sino alla fine del campionato. Udine deve essere un nuovo inizio, alla fine tireremo le somme. La settimana è stata facile per me. Quotidianamente tutti si sono impegnati, quindi mi aspetto una grande prestazione, ai nostri massimi livelli". Un pensiero su Keita, che sembra finito ai margini della squadra biancoeleste: "Sta lavorando benissimo e sono sicuro che si farà trovare pronto. Ho apprezzato il modo in cui è entrato in campo a Udine per aiutare la squadra. Ha tentato le giocate, ma non gli sono riuscite. Sarà importante in questo decisivo finale di campionato. Può far bene esterno ma anche più vicino alla porta". Out Basta: "Ha avuto la febbre, non sarà a disposizione". 

"Prima la salvezza, poi vedremo se è il caso di lottare per ulteriori obiettivi". Il tecnico del Palermo, Iachini, fa il punto della situazione in casa rosanero: "Quella d'andata ci ha lasciato delle sensazioni positive per gli applausi ricevuti: meritavamo sicuramente di più, forse la vittoria. Barreto? Sarà il capitano: decido io ed è importante per il gruppo. Noi andiamo per la nostra strada: dobbiamo cercare di vincere quanto più possibile. La difesa a tre? Lavoro su più idee tattiche: valuterò i giocatori a disposizione e in base a questo metterò in campo la squadra. Pioli? Lo conosco bene, penso che a Palermo abbia avuto sfortuna. La Lazio? Troveremo una squadra organizzata, dovremo fare un'ottima partita. Sono bravi sulle palle inattive, sull'uno contro uno. Giocano un buon calcio. Dobbiamo fare un'altra grande partita attaccando e difendendo bene. Mettendo le solite caratteristiche che ci contraddistinguono. Quaison? Deve riuscire ad interpretare più ruoli, a livello fisico può migliorare, ma deve sapere cosa deve fare in campo. Le dichiarazioni di Lotito? Figlie di una telefonata rubata. Per me le partite si vincono sul campo. Il mio futuro? Rispetto il mio contratto". 

La vittoria di Udine della Lazio porta un nome e cognome, quello di Antonio Candreva sulle spalle. L'attaccante laterale dei biancocelesti è tornato al gol dopo un periodo di digiuno che durava da inizio campionato. Il match winner del Friuli è stato intervisto da Lazio Style Radio: "Fino al 2019 esulterò sicuramente con questa maglia, poi spero anche dopo". Candreva ha grandi ambizioni, per se stesso e per la sua Lazio: "Per adesso non voglio diventare capitano, ci sono grandi senatori, come Mauri, Radu e Ledesma, ma spero di diventarlo nel prossimo futuro. Eravamo al terzo posto, fossimo stati più concentrati in determinate partite non le avremmo perse. Ma abbiamo voglia, entusiasmo e vogliamo quantomeno tornare in Europa League". Per centrare l'Europa però bisognera fare molto meglio dell'andata e quantomeno raggiungere la finale di Coppa Italia: "Non basteranno i punti del girone d'andata, perché tutte vanno forte, dobbiamo pensare partita dopo partita e giocare sempre per i tre punti". Candreva si sofferma poi sulla prossima sfida dei biancocelesti, domenica all'Olimpico arriva il Palermo di Dybala e Vazquez: "Speriamo di dare continuità e di fare un filotto di sei risultati utili consecutivi. Cominciamo ad arrivare alla fine, le squadre vicine a noi sono forti, dobbiamo scendere in campo per vincerle tutte. All'andata ricordo un Palermo che aveva raccolto meno di quanto espresso. Sappiamo che sarà difficile, dopo la vittoria contro il Napoli hanno voglia e davanti stanno facendo molto bene, ma noi siamo pronti".

Franco Vazquez è il crac del campionato ed in settimana si è raccontato alla Gazzetta dello Sport, spiegando i motivi dell'esplosione, ma non solo: "Dici Napoli e pensi a Maradona che lì è stato un dio. Fa un certo effetto vincere contro quei colori anche per questo. Segnare sia all’andata che al ritorno, poi, è stato bellissimo. Per il Palermo è stata una vittoria importantissima perché volevamo riscattare la sconfitta con l’Inter. Sì, in effetti, il Napoli mi porta bene".  Un feeling innato, dunque, con quell'azzurro che passa velocemente da quello sbiadito del Napoli del Barbera a quello ben più prestigioso e limpido della Nazionale di Antonio Conte: "Ho sempre detto che per metà mi sento italiano, mia madre è di Padova e molti miei parenti vivono li, per me sarebbe un onore. In realtà Conte l’ho visto soltanto quando è venuto a trovarci a Boccadifalco, poi non l’ho più sentito (ride, ndr). Per me è uno dei migliori allenatori al mondo. Non si vincono tre scudetti di fila per caso. Mi ricorda molto Iachini, anche lui vuole un calcio fatto d’intensità, qualità e bel gioco. Poi, trasmette una carica incredibile, proprio come il nostro tecnico. Penso di essere più utile in attacco, però se Conte mi chiedesse di giocare a metà campo non avrei problemi. L’ho fatto nel Palermo, figuriamoci se non potrei farlo in Nazionale." 

La Lazio arrivava al Barbera un girone fa piena di elogi per il bel gioco ma con pochi punti nel proprio sacco. La sfida in Sicilia ha portato, oltre alla conferma della spettacolarità della manovra biancoceleste, anche i tre punti con ben quattro gol. Tre dei quali a firma di Filip Djordjevic, autentico mattatore della serata. Chiuse il poker Marco Parolo nei minuti finali. 

La Lazio ha vinto 20 dei 47 precedenti con il Palermo in Serie A, 16 i successi siciliani. Il Palermo ha vinto solo una delle ultime sette sfide di campionato con la Lazio (2N, 4P). Il Palermo è rimasto a secco di gol in cinque delle ultime sette sfide con i laziali in campionato. I biancocelesti hanno subito un solo gol nelle ultime cinque gare casalinghe con il Palermo in Serie A.

23 invece i precedenti all’Olimpico di Roma tra i biancocelesti e i rosanero in archivio, con un bilancio favorevolissimo ai padroni di casa: 15 vittorie, 3 sconfitte e 5 pareggi. L’ultimo precedente risale alla giornata numero 2 della stagione 2012/2013 con il tabellone finale che si fermò sul 3-0 per la Lazio.

21 i punti guadagnati dai laziali all’Olimpico su un totale di 37 punti; il Palermo, invece, in trasferta ha messo a parte appena 8 dei 33 punti totali. 67 i gol siglati in Lazio-Palermo con 50 reti dei padroni di casa e 17 dei rosanero, mentre il momento più propizio per andare in gol sembra essere il quarto d’ora di gioco tra il 16′ e il 30′ con 15 gol siglati. Le statistiche medie a incontro parlano di sostanziale superiorità dei laziali nel possesso palla (54 - 46), nei passaggi riusciti (65,7 vs 62,9) e nella pericolosità (52,3 vs 48,5). Venendo ai singoli e ai probabili marcatori particolarmente pericolosi nella Lazio i soliti Candreva e Klose, mentre tra gli ospiti l’attenzione è rivolta principalmente a Vasquez e Dybala.

Sarà il sig. Marco Di Bello della sezione di Brindisi, l’arbitro della gara Lazio-Palermo. Tre vittorie su tre finora i precedenti con il fischietto pugliese, tutte nell’arco di questa stagione e con altrettante goleade: la prima nei 7 gol rifilati al Bassano in Coppa Italia, la seconda proprio contro i rosanero all’andata e la terza nel 4-2 contro il Cagliari. 

Società Sportiva Lazio