Radu - Lazio, avanti fino al 2019. Si lavora in entrata

Il rumeno ha trovato l'accordo per il rinnovo di contratto dopo qualche complicazione nei giorni scorsi: la Sampdoria ci aveva provato. Intanto proseguono le trattative per puntellare la rosa.

Radu - Lazio, avanti fino al 2019. Si lavora in entrata
Radu - Lazio, avanti fino al 2019. Si lavora in entrata

Si riparte, con la squadra già al lavoro nel ritiro di Auronzo di Cadore. Missione Champions League per la Lazio, che aspetta di conoscere il nome della sua avversaria nel preliminare di agosto, modalità per ricevere il pass che darebbe accesso alla fase a gironi della competizione più prestigiosa d'Europa. Un ritiro senza due leader carismatici come Stefano Mauri e Cristian Ledesma, capitano e vice-capitano, andati in scadenza di contratto e che non hanno trovato l'accordo per il rinnovo. Addii pesanti, soprattutto in quanto a leadership.

La fascia di capitano resta così vacante, almeno per ora, ma dovrebbe finire sul braccio di Antonio Candreva. Il vice sarà invece Stefan Radu, il cui contratto verrà ufficialmente prolungato domani fino al 2019. Era una pista complicata fino a un mese fa, la Sampdoria premeva per vestire il rumeno di blucerchiato, ma alla fine l'interesse comune di proseguire nel rapporto ha prevalso, e l'accordo per il rinnovo è arrivato nella giornata di ieri.

La conferma di Radu nella posizione di terzino sinistro ha decisamente raffreddato la pista che portava a Jetro Willems, classe 1994 del PSV Eindhoven a cui la Lazio si era interessata. Resta invece più calda quella che porta a Clasie, con l'obiettivo di far abbassare la richiesta del Feyenoord che attualmente è di 8 milioni. Una terza opzione, sempre in terra olandese, riguarda l'ala dell'Ajax Ricardo Kishna, funambolico giovane classe 1995 che può giocare sia sulla sinistra che sulla destra, un acquisto che andrebbe a completare perfettamente il reparto degli esterni offensivi, già ben fornito con Candreva, Felipe Anderson e Keita, oltre al jolly Lulic e al fantasista Ravel Morrison.

Il rinforzo per la mediana potrebbe invece essere Sergej Milinkovic-Savic, fresco campione del mondo Under20 con la sua Serbia. Giocatore di proprietà del Genk, la Lazio vorrebbe acquistarlo per farlo crescere vicino a Biglia per poi lanciarlo nel momento giusto. Prospettive interessanti, ma ci sono ancora due milioni di gap da colmare, anche se si respira un cauto ottimismo sull'esito finale.

Potrebbe essere un ritorno quasi clamoroso quello di Fabio Borini, che tornerebbe nella capitale in biancoceleste dopo aver fatto benissimo in giallorosso, ma senza poi trovare fiducia e trovarsi scaricato al Liverpool, dove non ha avuto spazio. Lotito sembra disposto ad arrivare fino agli 8 milioni, i Reds ne chiedono uno in più. Un altro attaccante per puntare in altissimo: i tanti fronti su cui la Lazio compete chiamano un mercato di alto livello, e Tare è al lavoro.


Share on Facebook