Lazio, è tempo di invertire la rotta

I biancocelesti ospitano il Genoa di Gasperini: due squadre che stanno attraversando un momento difficile, due squadre che hanno bisogno disperato di riscatto

Lazio, è tempo di invertire la rotta
Lazio, è tempo di invertire la rotta

La Lazio torna in campo dopo la brutta sconfitta patita allo Stadio San Paolo contro il Napoli per 5-0. Di fronte avrà sicuramente non l'avversario più facile da sfidare in questo momento, il Genoa di Gasperini, reduce anch'esso dalla sconfitta contro la Juventus. Domenica sera la squadra capitolina è apparsa una squadra stanca e demotivata, avara di idee e incapace di reagire di fronte al bel gioco dei partenopei. Ma questa sera la Lazio affronta la sua bestia nera. La formazione rossoblù ha vinto le ultime sette gare contro i biancocelesti, sia al "Ferraris" sia a Roma, lasciando ai capitolini solo le briciole. Il Genoa, dopo aver vinto in casa contro il Verona alla seconda giornata di campionato, è incappato in due sconfitte consecutive a Firenze e in casa con la Juventus. Lontano dal "Ferraris" i rossoblù sono sempre usciti senza punti e senza mai andare a segno.Sarà una sfida che si preannuncia molto combattuta poichè tutte e due le squadre hanno voglia e bisogno disperato di riscatto. 

LE PAROLE DELLA VIGILIA

Il tecnico biancoceleste, Stefano Pioli ha analizzato il periodo della sua Lazio: "Non mi sono sentito tradito dai miei calciatori. Sono io che li alleno, conosco il loro potenziale, e non sono soddisfatto dalle prestazioni del gruppo. Ne usciremo tutti insieme. Sfruttiamo ogni momento per confrontarci sul campo e non. È emersa una grande consapevolezza: non stiamo dando quello vogliamo, siamo lontano da dove volevamo essere. Tra entrata e uscita sono cambiate tante facce. Infortuni inaspettati, calendario fitto, aspettative cambiate: tutto ciò ha contribuito a far si che siamo ancora in ritardo. Dobbiamo invertire la rotta, non possiamo aspettare il tempo di cui abbiamo bisogno. Ci assumiamo tutti le nostre responsabilità. Inostri tifosi sono speciali. Hanno tanta passione. Adesso è il momento che giustamente ci criticano, hanno ragione perché non siamo stati all’ altezza. Posso dire ai tifosi che da domani vedremo e vedranno una squadra degna di indossare questa maglia."

Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa del momento dei rossoblu: "Dobbiamo dare il massimo. La squadra, nonostante i risultati negativi, a mio modo di vedere è reduce da due buone prestazioni. Ripeto, sono fiducioso perché le partite che hanno fatto i ragazzi mi hanno dato delle indicazioni positive. Ci vuole maggiore concretezza dal punto di vista offensivo”.Ha aggiunto infine: “Perotti farà nuovamente un grande campionato, sono contento anche della crescita di Diego Capel. Il mio compito di dare una fisionomia precisa alla squadra sta andando avanti, vedo una crescita e sono fiducioso“.

I CONVOCATI

Gasperini ha diramato la lista dei convocati per la gara di domani contro la Lazio: 4 De Maio, 8 Burdisso, 10 Perotti, 11 Figueiras, 15 Marchese, 16 Capel, 18 Ntcham, 21 Pandev, 22 Lazovic, 23 Lamanna, 27 Ujkani, 31 Dzemaili, 39 Sommariva, 41 Ierardi, 77 Tachtsidis, 88 Rincon, 90 Cissokho, 93 Laxalt, 98 Asencio Raul. 

LE PROBABILI FORMAZIONI

Qualche cambio per Stefano Pioli che  è pronto a risfoderare qualche “escluso” delle ultime gare: si tratta di Gentiletti, Cataldi,Milinkovic e Anderson che andranno a comporre (assieme ai propri compagni) il 4-2-3-1 disegnato dall’allenatore. Marchetti fra i pali. In difesa c’è da scegliere uno tra Radu e Lulic,al fianco di Basta, mentre Mauricio e Gentiletti completeranno il pacchetto arretrato. A centrocampo ci saranno Parolo e Cataladi con Felipe Anderson, Milinkovic-Savic e Kishna a supporto dell'unica punta che sarà  Keita p Matri, con lo spagnolo favorito, ma entrambi incalzati da Filip Djordjevic che scalpita pur non essendo ancora pronto ad affrontare una sfida dal primo minuto. 

Gian Piero Gasperini non recupera nessuno degli infortunati e medita di schierare la stessa formazione che ha sfidato domenica la Juve, quindi come sempre per il suo 3-4-3 con Lamanna in porta, Marchese in sostituzione dello squalificato Izzo in difesa con De Maio e Burdisso. A centrocampo ci saranno Cissokho, Rincon, Dzemaili e Laxalt con Lazovic dc il ritorno di Pandev come punta centrale insieme a Perotti e Ntcham. 

LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Radu; Parolo, Cataldi; Felipe Anderson, Milinkovic-Savic, Kishna; Keita. Allenatore: Pioli.

GENOA (3-4-3): Lamanna; De Maio, Burdisso, Marchese; Cissokho, Rincon, Dzemaili, Laxalt; Lazovic, Pandev, Ntcham. Allenatore: Gasperini.