Lazio, Pioli conferma il 4-3-3. A Bologna vietata la trasferta ai tifosi laziali

Giornata di lavoro a Formello in vista della gara esterna col Bologna. C'è Biglia, non Basta. Scalpita Bisevac.

Lazio, Pioli conferma il 4-3-3. A Bologna vietata la trasferta ai tifosi laziali
Lazio, Pioli conferma il 4-3-3. A Bologna vietata la trasferta ai tifosi laziali

Perchè cambiare? Pioli se lo sta chiedendo e le indicazioni sono chiare: non si cambia. Il 4-3-3 messo in campo contro la Fiorentina ha garantito equilibrio e solidità, a sprazzi si è rivista la Lazio smagliante della scorsa stagione. A Formello si scaldano i motori, seconda trasferta consecutiva, questa volta senza l'apporto dei tifosi, giunti in massa a Firenze. La questura di Bologna ha vietato la trasferta ai laziali, che in 2mila si sarebbero riversati al Dall'Ara. In trecento sostenitori avevano già acquistato il biglietto, che gli verrà rimborsato.

FORMELLO - Al centro sportivo di Formello, però, si pensa al campo. Oggi alle 15:00 Stefano Pioli ha radunato i suoi, iniziando la preparazione della gara di domenica. Buone notizie, perchè l'assenza dall'allenamento di ieri di Lucas Biglia aveva allarmato, ma il principito oggi si è allenato regolarmente, il dolore alla spalla sembra essere passato definitivamente. Il capitano della Lazio è pronto a dirigere le operazioni in cabina di regia. Ai suoi lati, nel terzetto di centrocampo, verranno confermati Milinkovic e Parolo.

Non si è allenato Basta, ancora alle prese con una fastidiosa pubalgia: al suo posto verrà confermato Abdoulay Konko, che non sta sfigurando nelle ultime uscite, anche per questo non si sta forzando il rientro del serbo. Sulla corsia opposta al francese, correrà Stefan Radu. Al centro oggi sono stati provati Hoedt e Mauricio, con Bisevac che scalpita. Per il neo acquisto della Lazio Pioli ancora non ha deciso se farlo esordire direttamente al Dall'Ara, nei prossimi giorni avremo più indicazioni. 

Serviranno altri giorni di lavoro a Stefano Pioli anche per decidere il tridente d'attacco. Contro la Fiorentina sono partiti dall'inizio Keita, Djordjevic e Candreva. Il tecnico emiliano, ex della sfida, potrebbe confermarli in blocco. Anche se Felipe Anderson e Matri insidiano rispettivamente Keita e Djordjevic. Sicuro del posto solo Candreva. Potrebbe anche essere concessa una chache a Miro Klose, quest'anno ancora a secco di gol. I dubbi lì davanti persistono, solo la rifinitura potrà sciglierli. 


Share on Facebook