Lazio, parla Peruzzi e riprendono gli allenamenti. Felipe Anderson si allena regolarmente

Ultime da formello: si rivedono Lulic e Keita. Angelo Peruzzi ha rilasciato qualche dichiarazione a Sport Mediaset.

Lazio, parla Peruzzi e riprendono gli allenamenti. Felipe Anderson si allena regolarmente
Angelo Peruzzi e Simone Inzaghi. Foto da laziochannel.it

E' iniziata la settimana di preparazione alla gara casalinga contro il Genoa di Juric. Aspettando il rientro di Cataldi, Vargic, Biglia, Milinkovic, Parolo e Immobile, Simone Inzaghi intanto ha riabbracciato Keita, Lulic e Strakosha. Il senegalese ha svolto tutto l'allenamento con il gruppo, il bosniaco ha lavorato solamente in palestra, si riaggregherà nella giornata di domani. La squadra ha svolto prima un riscaldamento aerobico, poi lo staff ha organizzato un'attività tecnica, sfida 7 - 7 con jolly intervallata da una serie di ripetute a metà campo. Infine seduta di partitella a campo ridotto 8 - 8 con tocchi a scalare. Hanno lavorato a parte Jordan Lukaku e Filip Djordjevic.

Si è rivisto in campo Felipe Anderson, completamente ristabilito dopo un piccolo problema al ginocchio. La sua presenza contro il Genoa non è in dubbio. Federico Marchetti ancora a riposo, con il preparatore dei portieri Grigioni hanno lavorato Strakosha ed il giovane primavera Borrelli. Solo lavoro in piscina per Stefan De Vrij, che in mattinata ha svolto accertamenti strumentali in clinica al piede destro. Inzaghi lo aspetta a braccia aperte. 

PERUZZI - Angelo Peruzzi, dirigente laziale, ha parlato oggi ai microfoni di Sport Mediaset. Questo un estratto delle sue dichiarazioni: "I ragazzi hanno capito che è il lavoro del gruppo che paga, stiamo cavalcando l'euforia, continuando così possiamo arrivare lontano. Inzaghi sta facendo benissimo, con lui anche l'ultimo della rosa ha qualche possibilità e si sente parte integrante del progetto Lazio." Poi uno sguardo extra Lazio, sul futuro della Nazionale italiana tra i pali: "Ventura deciderà se Donnarumma sarà l'erede di Buffon. E’ impossibile fare un paragone tra i due, anche perché Buffon ha scritto la storia, sta ancora bene e sta facendo benissimo. Comunque Donnarumma ha l’età dalla sua parte: a 17 anni è titolare in Serie A, ha dei mezzi fisici impressionanti. Il suo modo di stare in porta mi ha impressionato, è alto ma ha anche un'agilità notevole, poi quando prende gol rimane tranquillo e questo è un aspetto fondamentale per un portiere."

Società Sportiva Lazio