Lazio, Parolo ammette: "Simone Inzaghi ci ha portato una nuova energia"

Il centrocampista parla dell'impatto dell'allenatore sul gruppo e degli obiettivi stagionali biancocelesti.

Lazio, Parolo ammette: "Simone Inzaghi ci ha portato una nuova energia"
Marco Parolo, europacalcio.it

Marco Parolo è un giocatore importante tanto per la Lazio di Simone Inzaghi, quanto per la Nazionale di Ventura. Rientrato proprio dagli impegni con l'Italia, il centrocampista è ora pronto a tornare al proprio posto in biancoceleste per continuare con i compagni la rincorsa all'Europa.

Grazie anche alla carica di energia positiva che Simone Inzaghi ha saputo portare nello spogliatoio biancoceleste, come spiega Parolo a Premium Sport: "Spero di ripartire da dove abbiamo lasciato ovvero da prestazioni e risultati importanti. Non vedo l'ora di tornare in campo con la squadra per la gara del prossimo weekend che sarà fondamentale per noi. Inzaghi? Ci ha dato libertà di gestione e una nuova energia. Il mister ha un carattere aperto al dialogo e questo ci permette di seguirlo al meglio." Un gruppo che come mostra la classifica in questo momento ha qualità importanti, ma non deve certo fermarsi ora. Serve trovare l'Europa alla fine della stagione: "l potenziale questa squadra lo ha e lo avrà sempre. Dovevamo trovare la chiave giusta per ripartire con la nuova stagione. Il mister è stato importante in questo senso, iniziando a correre fin da subito. La Champions League? Non dobbiamo pensare che quanto fatto finora possa bastare. Bisogna lavorare quotidianamente e non mollare mai. In questo modo si può arrivare fino in fondo."

Marco Parolo, corrieredellosport.it
Marco Parolo, corrieredellosport.it

Parolo, poi, chiarisce anche una questione legata al suo ruolo in campo: "Nasco mezzala ma se c'è bisogno di adattarsi gioco anche in porta. Questo fa parte del nostro spirito di squadra dove tutti si metterono a disposizione. Io leader della Lazio? Io sono contento di essere qua e di essermi ritagliato il mio spazio. Sono contento di quello che sto facendo e sono convinto che si possa aprire un ciclo, prendendo spunto dagli errori commessi in passato. Dobbiamo crescere per fare bene per più anni." Ultimo argomento la nuova Italia di Ventura: " E' normale che qualche alto e basso ci possa stare, ma credo che finora abbiamo sbagliato solo il primo tempo con la Spagna e qualche minuto con la Macedonia. L'obiettivo è il Mondiale, dobbiamo lavorare bene nel corso di questi mesi."