Pescara - Lazio in Serie A 2016/17 (2-6): finisce qui! Lazio sugli allori contro un Pescara sfortunato!

Pescara - Lazio in Serie A 2016/17 (2-6): finisce qui! Lazio sugli allori contro un Pescara sfortunato!
Radu esulta per il suo goal al Pescara | Source: corrieredellosport.com
PESCARA
2 6
LAZIO
PESCARA: Bizzarri; Zampano, Stendardo, Gyomber, Biraghi (Crescenzi, min. 72); Benali, Burgman (Cerri, min. 68), Muntari (Mitrita, min. 58), Verre, Caprari; Kastanos.
LAZIO: Marchetti; Basta, De Vrij, Hoedt, Lukaku; Parolo, Biglia (Murgia, min. 79), Milinkovic-Savic; Anderson, Immobile (Tounkara, min. 86), Keita (Lulic, min. 64).
SCORE: 0-1, min. 10, Parolo. 0-2, min. 13, Parolo. 1-2, min. 29, Benali. 2-2, min. 40, Brugman. 2-3, min. 48, Parolo. 2-4, min. 56, Keita. 2-5, min. 68, Immobile. 2-6, min. 79, Parolo.
ARBITRO: P. Giacomelli (ITA). Ammoniti: Biglia (min. 75)
NOTE: Stadio Adriatico, gara valida per la Serie A 2016/17.

Antonio Abate ringrazia gli appassionati lettori, dandovi appuntamento ai prossimi impegni targati Vavel Italia. Alla prossima!

La Lazio domina e, levando una breve parentesi, si conferma collettivo temibile per tutti. I ragazzi di Inzaghi, infatti, hanno messo alle corde un Pescara volenteroso ma davvero sfortunato. Lazio che continua a volare, Pescara che scivola sempre più in basso. Migliore in campo per i padroni di casa, Benali. Per gli ospiti in evidenza, logicamente, Parolo. 

90' - Finisce qui! La Lazio distrugge il Pescara e vince per 6-2!

89' - Ci prova Murgia dalla distanza, pallone altissimo. 

87' - La partita non ha più nulla da dire. La Lazio palleggia, il Pescara attende. 

Fuori Immobile per il giocatore numero 71. 

86' - Entrerà Tounkara. Intanto dolorante Hoedt. 

La sfida non può dire davvero più nulla: mentalmente parlando, infatti, subire quattro gol dallo stesso giocatore ha distrutto il Pescara, davvero tanto sfortunato. 

79' - Fuori Biglia per Murgia. 

79' - ANCORA MARCO PAROLO!!!! QUARTO CLAMOROSO GOL PER LUI! Errore difensivo di Mitrita, che lascia spazio al ragazzo!

75' - Ammonito Biglia, primo giallo di gara. 

74' - Fase blanda di gioco. Succede poco e, sugli spalti, i tifosi continuano a sostenere i propri beniamini. 

72' - Non ce la fa Biraghi. Uscirà e verrà sostituito da Crescenzi. 

70' - Mancano venti minuti, non sono escluse altre emozioni in questa bellissima sfida. 

Calcio d'angolo, difesa abruzzese pessima e conclusione vicinissima dell'ex attaccante del Torino. La gara può dirsi conclusa. Intanto dentro Cerri per Brugman. 

68' - CIRO IMMOBILE!!! IL GOL DELL'EX CHE NON ESULTA!

67' - Ancora Parolo! Tiro di poco fuori ed angolo!

66' - Le squadre si allungano inevitabilmente, la Lazio appare comunque padrona del campo. 

64' - Erroraccio di Caprari! Cross di Benali e, da buona posizione, il capocannoniere dei suoi spara alto! Intanto esce Keita, per Lulic. 

62' - Mitrita! Guizzo improvviso del giocatore di casa, pallone fuori di poco!

Davvero sfortunato, il Pescara, che nonostante l'ottimo gioco si ritrova spesso costretto a subire. 

58' - Fuori Muntari per Mitrita, prestazione opaca per lui. 

Immobile ruba palla, serve Keita che lo ri-serve. Immobile sceglie però di servire il compagno, permettendogli di segnare!

56' - KEITA BALDE!!! SEGNA PROPRIO LUI! LAZIO DI NUOVO DOPPIAMENTE AVANTI!

53' - Il Pescara non sembra comunque arrendersi, anche se fa davvero tanta fatica in fase di impostazione. 

51' - Ennesima disattenzione difensiva dei padroni di casa, che consentono a Basta di concludere, senza troppa fortuna, verso la porta di Bizzarri. 

49' - Contropiede velocissimo di Caprari, tiro a giro bellissimo sventato da Marchetti con la mano di richiamo!

Scuote la testa, Oddo. Il Pescara è infatti spesso protagonista di queste sfortunate coincidenze.

48' - ANCORA MARCO PAROLO!!! TRIPLETTA PER LUI! Cross in area di Anderson, stop di Milinkovic che manda sulla traversa e colpo di testa da attaccante di Marco Parolo!

46' - Primi minuti di studio, anche se il Pescara sembra essere molto pimpante. 

46' - Si riparte! Palla al Pescara!

A metà primo tempo, si conferma inoltre un grande tattico Massimo Oddo, che riacciuffa la sfida trasformando l'iniziale 4-3-2-1 in 4-1-4-1, alzando Muntari e Benali a livello di Caprari e Verre e dando più copertura in ogni zona del campo. 

45' - Duplice fischio di Giacomelli senza recupero! La Lazio è partita a razzo, chiudendo apparentemente i conti dopo nemmeno quindici minuti. Il cuore Pescara, misto ad un calo di attenzione dei laziali, ha portato i ragazzi di Oddo a pareggiare clamorosamente, con le reti di Benali e Brugman. Mentalmente forti, i padroni di casa hanno superato anche "il dramma" del rigore fallito da Caprari. 

43' - La Lazio ha peccato di superbia, abbassando troppo i ritmi e subendo il ritorno del Pescara. Inzaghi predica ora la calma. 

Una partita stupenda, quattro reti e mille emozioni!

Calcio d'angolo confuso, palla al mediano che, di prima intenzione, calcia trovando la prima rete dopo trentadue giornate! Inzaghi incredulo, Pescara pazzo!

40' - BRUGMANNNNNNN!!! INCREDIBILE! LAZIO CHE SI FA RIMONTARE DUE RETI!

39' - La Lazio dovrà ora riprendersi, per non rischiare più. 

Davvero sfortunato il Pescara, che non riesce nemmeno a sfruttare questa ghiotta chance. Caprari avrà forse subito la pressione del penalty. 

LA PARA MARCHETTI! CLAMOROSO! CONCLUSIONE TROPPO DEBOLE DI CAPRARI!

Zampano ruba palla e si invola, in area Lukaku commette fallo. Sul dischetto andrà Caprari, che avrà una chance enorme per portare la sfida sul 2-2!

35' - RIGORE PER IL PESCARA! CAMBIA TUTTO ALL'ADRIATICO!

34' - Si gioca molto a centrocampo, i vari falli creano anche qualche tensione di troppo. 

32' - Fase molto confusa: ora il Pescara ci crede, sfruttando la voglia di rivalsa di Kastanos ed il talento di Caprari. 

Che partita, all'Adriatico! Tre gol in trenta minuti, con la Lazio che ora dovrà di nuovo premere sull'acceleratore. Ci spera, invece, Oddo. 

28' - BENALI! LA RIAPRE IL PESCARA!!!! BELLISSIMA CONCLUSIONE DI KASTANOS, MARCHETTI RESPINGE BASSA E, COME UN FALCO, LA RIMETTE DENTRO BENALI!

27' - Il Pescara non riesce a ripartire quando ruba palla, con la Lazio che senza problemi recupera la sfera. 

26' - Keita manda alto! Grande azione di Felipe Anderson, ottimo assist al compagno che sbaglia però malamente. 

24' - Punizione battuta in area da Caprari, il Pescara tenta la riscossa. 

21' - Il Pescara dà segni di vita: passaggio di Muntari, assist di Benali per Verre che deposita la palla in rete. Il guardalinee segnala però un giusto fuorigioco, con l'arbitro che annulla. 

20' - Imprendibile Anderson sull'out destro: cross per Immobile, che non trova l'impatto con la sfera. 

19' - Angolo battuto dalla Lazio, fallo in attacco dei ragazzi di Inzaghi. 

17' - Fase calma della sfida: ora la Lazio controlla, il Pescara tenta di rubar palla. 

Davvero friabile il Pescara, che non riesce ad uscire dal tunnel dei risultati negativi, nonostante l'ottimo gioco. 

13' - ANCORA MARCO PAROLO! LAZIO AVANTI 2-0 DOPO NEMMENO QUINDICI MINUTI! STACCO PERFETTO DA CORNER DEL CENTROCAMPISTA!

12' - Che errore di Keita! Milinkovic-Savic tiene palla, serve Keita che, davanti Bizzarri, spara fuori! C'è stata, comunque, la deviazione di Gyomber. 

Azione prolungata della Lazio, la palla finisce ad Anderson che serve Parolo, solo in mezzo all'area. Che errore, per la difesa abruzzese!

9' - PAROLO!!!!! LAZIO IN VANTAGGIO!!!!!! COLPO DI TESTA PRECISISSIMO DEL GIOCATORE NUMERO SEDICI!

8' - La Lazio aumenta la pressione, il Pescara sembra leggermente alle corde. 

6' - Si fa sentire Sulley Muntari: Basta gli copre la palla e l'ex Milan commette fallo. Giacomelli lo grazia. 

5' - Angolo per la Lazio, fallo in attacco degli ospiti. 

3' - Grande progressione di Caprari! Da buona posizione il capocannoniere del Pescara si allarga, perdendo la chance per concludere ottimamente. Tiro fuori. 

2' - Data l'assenza di Gilardino e Bahebeck, grandissima chance per Kastanos, attaccante scuola-Juve ed in prestito proprio dai bianconeri dopo la buona stagione in Primavera. 

1' - Pescara molto aggressivo, la Lazio sembra voler attendere le iniative avversarie. Punizione per Caprari, nulla di fatto. 

Partiti! Lazio in possesso!

Manca davvero poco: Pescara in tenuta biancazzurra, maglia blu per la Lazio. 

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Hoedt, Lukaku; Parolo, Bigli, Milinkovic-Savic; Anderson, Immobile, Keita. 

PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Stendardo, Gyomber, Biraghi; Benali, Burgman, Muntari, Verre, Caprari; Kastanos.

Poche sorprese, invece, nella Lazio, dove spicca la maglia da titolare di Keità Balde, al rientro dopo la delusione in coppa d'Africa. De Vrij ed Hoedt i centrali, con Basta e Lukaku come terzini. A centrocampo confermati i tre titolarissimi: Biglia al centro, Parolo e Milinkovic-Saivic come mezz'ali. Ciro Immobile al centro dell'attacco, sostenuto ai lati da Anderson e, come detto, Keità. 

Diramate le formazioni ufficiali. Nel Pescara grande cambiamento rispetto a quanto previsto, con Oddo che sceglie il 4-3-2-1, rinunciando a Coda e piazzando Gyomber e Stendardo a protezione di Bizzarri. Brugman al centro del campo, con Benali e Muntari a sostegno. Assente Memushaj per problemi famigliari, i terzini saranno Zampano e Biraghi. Al centro dell'attacco, Kastanos, sostenuto ai lati da Verre e Caprari. 

Parlando, invece, dei possibili titolari, ecco le parole di Oddo: ""Sulley sarà tra gli undici, lui può darci esperienza, qualità e positività. Ha fatto una scelta coerente e scalpita per darci una mano. Il suo ruolo? È una mezz’ala. Ho in mente qualche novità di formazione, ma non le svelo. Zampano sta bene così come Gyomber. Benali? È un professionista serissimo e un giocatore di grande valore.  Bahebeck può fare la punta  e l’esterno, secondo me rende meglio da punta. Gilardino? Sente ancora dolore dopo il problema al ginocchio, non conosco i tempi di recupero. In generale penso che la mia squadra ha dato quasi sempre tutto e avrebbe potuto raccogliere di più: non nascondo che c’è tanto rammarico e delusione". 

Durante la conferenza stampa, parole forti da parte di Oddo, che ricorda il momento difficile ma non dimentica l'atteggiamento coraggioso del suo Pescara: "Sappiamo che è una situazione complicatissima, ma nel calcio non si sa mai cosa può succedere. Noi dobbiamo mettercela tutta fino alla fine. "Che gara sarà? Mi aspetto una squadra che viene qui per vincere. Bisognerà fare una grande partita per metterla in difficoltà.

Appassionati lettori di Vavel Italia, un cordiale benvenuto da parte di Antonio Abate, pronto a raccontarvi le gesta di Pescara e Lazio, impegnate questo pomeriggio nella loro ventitreesima uscita stagionale. Squadre diverse, per gioco e per risultati, ed al centro di differenti momenti in questa fase centrale di stagione. I padroni di casa, ultimi ed unico collettivo a non aver mai vinto sul campo, giocano bene ma raccolgono poco, a differenza degli ospiti, meno brillanti ma tremendamente cinici al momento di racimolare punti valevoli per l’Europa.

Dopo la bruciante sconfitta contro la Fiorentina, concretizzatasi praticamente al 94’ e dopo essere passati in vantaggio, i Delfini vorranno sicuramente interrompere la striscia di quattro sconfitte consecutive, cercando magari di conquistare qualcosa di diverso dal pareggio. Scendendo in campo con un difensivo 3-5-1-1, i ragazzi di Oddo piazzeranno il terzetto Coda-Stendardo-Gyomber davanti a Bizzarri. Nella zona mediana del campo, lanciato dal 1’ Muntari, affiancato dalle mezzali Memushaj e Benali. Sulle fasce Zampano e Biraghi, pronti a sostenere la prima punta Bahebeck, in ballottaggio sia con Cerri che con Gilardino. Libero di spaziare, Caprari. Unico dubbio che potrebbe stravolgere la rosa, quello sull’utilizzo di Verre al posto di Coda, che trasformerebbe in 4-5-1 l’undici iniziale dei biancazzurri.

Solito 4-3-3, invece, per la Lazio, con De Vrij e Wallace a protezione di Marchetti. Non è da escludere, comunque, un turno di riposo per l’olandese, affaticato, con il conseguente lancio dal 1’ per Hoedt. Sulle fasce di difesa, Basta e Radu, anche se potrebbe essere riproposto titolare Patric. Pochi cambi, invece, nella zona mediana del campo, dove Parolo e Milinkovic-Savic affiancheranno Biglia. Dopo il turno di squalifica, torna Immobile al centro del tridente offensivo, con Felipe Anderson e Lulic sulle fasce. Potrebbe rivedersi Keita Balde.

A livello di concentrazione mentale dovremmo essere sul pezzo più di san Siro – ha affermato in conferenza stampa Inzaghi – perché affrontiamo una squadra che gioca un buon calcio, rinforzata a gennaio e con una classifica bugiarda”. La Lazio, come confermato anche dall’allenatore biancoceleste, giocherà però sulle ali dell’entusiasmo, spinta dalla bella e preziosa vittoria in casa dell’Inter, in Coppa Italia: “Speravo di andare avanti, volevo la semifinale in una competizione importante per noi. Attualmente vedo una Lazio in forma, abile a vincere in casa di una squadra fra le più in forma d’Europa (contro l’Inter, ndr). Keita ha fatto tre allenamenti, è un giocatore importantissimo: è giovane ed avrà ampi margini di miglioramento”.

Statisticamente parlando, Lazio e Pescara su sono incrociati tre volte, con altrettanti successi laziali. Nell’anno della prima esperienza in A, i biancocelesti vinsero sia all’andata che al ritorno, mettendo alle corde i Delfini. Nella sfida di ottobre, Hernanes e doppio Klose fissarono il risultato sul 3-0, nel match di ritorno andarono invece a segno Radu e Lulic. Questa stagione, invece, i laziali hanno surclassato sempre per 3-0 il Pescara, con Radu, Savic ed Immobile in goal. Pesò, allora, il rigore fallito da Memushaj.