Lazio, parla Parolo: "La Supercoppa ci ha fatto capire che la Juve non è invincibile"

Le parole del giocatore biancoceleste in vista della partita contro i bianconeri: "Rispetto per la Juventus, ma andremo a Torino per giocarcela e fare la nostra partita”.

Lazio, parla Parolo: "La Supercoppa ci ha fatto capire che la Juve non è invincibile"
twitter

Dopo la pausa per le Nazionali torna il campionato di Serie A e si inizia con un anticipo di lusso ovvero il match tra Juventus e Lazio. In vista della delicata sfida, Marco Parolo ha rilasciato un'interessante intervista ai colleghi di Mediaset Premium. Andiamo a sentire le sue parole!

I capitolini vengono da un buon momento: sono quarti in campionato e sono imbattuti in Europa League: "La Lazio se gioca la sua partita può fare tanto. La Juve è la squadra più forte, lo sappiamo, ma vogliamo metterci alla prova con noi stessi.Vediamo se siamo cresciuti rispetto all’anno scorso.Vogliamo metterci alla prova anche contro la Juventus, in quello stadio bisogna avere qualcosa in più per fare risultato e noi ci proveremo. Ci crediamo, abbiamo consapevolezza di noi stessi e dei nostri mezzi, il gruppo è ottimo e il lavoro di Inzaghi ci esalta. Anche con il Napoli siamo stati all’altezza ma poi gli infortuni hanno cambiato gli equilibri. Non andremo a Torino a fare la parte delle vittime".

Ma la squadra di Simone Inzaghi ha già battuto recentemente la Juventus: "La vittoria in finale di Supercoppa ci ha regalato la consapevolezza che la Juventus si può battere. Ci ha dato forza, adesso vediamo se questa forza riusciamo a metterla in campo sabato. Allo Stadium sarà tutta un’altra partita, i bianconeri hanno una condizione migliore rispetto a quella di agosto. Sono i migliori in Italia: per noi sarà un banco di prova che dimostrerà i nostri limiti, i nostri pregi e difetti. In Nazionale abbiamo scherzato un po’ tra laziali e juventini, abbiamo tirato in ballo la Supercoppa e a loro è bruciato, è logico vogliono sempre vincere ma noi siamo stati più bravi. Sabato ci proveremo"

In chiusura una domanda su Luis Alberto: "Negli ultimi mesi della passata stagione aveva già dimostrato tanto, gli serviva trovare la posizione in campo. Il mister è stato bravissimo con lui. Mi ha stupito anche Marusic: giocatore importante, ragazzo serio, ha il futuro dalla sua parte". 

Società Sportiva Lazio