Milan, le prime dichiarazioni del post-Allegri ed il saluto di Galliani

L'esonero dell'allenatore livornese ha smosso l'ambiente rossonero, ecco le dichiarazioni delle varie personalità legate al mondo del Milan.

Milan, le prime dichiarazioni del post-Allegri ed il saluto di Galliani
Milan, le prime dichiarazioni del post-Allegri ed il saluto di Galliani

È stato proprio un comunicato stampa ad anticipare ciò che sarebbe successo all'allenatore del Milan; difatti le parole pronunciate nella scorsa serata da Barbara Berlusconi sembravano esulare da uno sfogo momentaneo ed anzi rivendicare la volontà di esonerare il livornese, dai più considerato salvo solamente grazie all'influenza di Adriano Galliani. Il tutto ribadito da un comunicato stampa dell'Ansa che riportava le seguenti dichiarazioni della nuova Amministratrice Delegata dell'A.C. Milan: «Una serata deludente, come altre, che conferma come sia necessario e urgente, con il contributo di tutti, cambiare. Non è più tollerabile che i nostri tifosi assistano a prestazioni inaccettabili come queste».

Il referendum in casa rossonera ha avuto esito negativo riguardo alla prosecuzione di un lavoro comune a quello di Massimiliano Allegri e nella mattinata tramite il proprio sito ufficiale l'Ac Milan ha congiedato l'allenatore del diciottesimo scudetto tramite un comunicato stampa: «L’AC Milan comunica di aver sollevato dall’incarico di allenatore della prima squadra, con effetto immediato, il Signor Massimiliano Allegri e il suo staff. L’AC Milan desidera ringraziare il Signor Allegri e il suo staff per l’opera svolta e augura loro i migliori successi professionali».

I giocatori non hanno ancora avuto la possibilità di proferire parola ma dopo un rapido pranzo di saluto Adriano Galliani ha voluto esporre ai media i propri ringraziamenti all'ex-cagliari, sottolineando il dispiacere nell'interrompere un legame durato tre anni e mezzo, ma ormai reso logoro dalle sconfitte e dalla mancanza di un identità di squadra: «Sono assolutamente dispiaciuto per Allegri e per come è andata soprattutto dal lato umano. Questo è il calcio. Ho parlato con la squadra»

Nessun tesserato rossonero ha rilasciato per ora dichiarazioni  mentre il presidente del Sassuolo Squinzi, noto sostenitore della società milanese, ha detto la sua sull'esonero causato dalla sconfitta contro la stessa squadra emiliana. «Mi spiace molto per l’esonero: ho molta stima di Massimiliano Allegri» Nell'attesa della conferenza stampa prevista per le ore 15 di domani l'ambiente rossonero rimane in un silenzio interrotto solamente dai saluti di Allegri che visibilmente commosso ha lasciato il centro sportivo di Milanello.

Ulteriori parole arrivano da Sidnei Loureiro DT del Botafogo il quale chiarisce la situazione di Seedorf in relazione al suo ipotetico ruolo da allenatore del Milan: «Clarence si è regolarmente ripresentato oggi, come previsto, ma non abbiamo avuto modo di parlare del Milan. Qualora volesse intraprendere la carriera d'allenatore, confermo che non avrebbe bisogno del nostro ok. Solo nel caso in cui volesse proseguire la carriera da calciatore altrove prima della scadenza del contratto, avrebbe bisogno di trovare un accordo con noi»

AC Milan