Seedorf: "La squadra deve migliorare in tutto"

Nel giorno di vigilia di Milan-Bologna, il tecnico rossonero ha rilasciato la consueta conferenza stampa. Nessun dubbio sulla formazione

Seedorf: "La squadra deve migliorare in tutto"
seedorf in conferenza stampa

Clarence Seedorf  è subito chiaro, bisogna pensare prima alla partita di domani e da sabato all' ottavo di Champions:  "Non abbiamo parlato della Champions, guardiamo una partita alla volta. Dobbiamo pensare solo al Bologna, anche per quel che riguarda la formazione. E' ' una squadra che merita grande rispetto che ha vinto in casa del Torino. Servirà grande attenzione sui loro punti di forza, sono una squadra molto organizzata".

Il Milan come arriva alla partita di domani sera ? : " Non ho visto giocatori demotivati dopo la sconfitta di Napoli, che ieri ha dimostrato di essere una grande squdara. Nei ragazzi ho visto invece una grande voglia di migliorare. Il Napoli non fa molto testo secondo me, se togliamo quella partita abbiamo dimezzato i tiri in porta subiti. Questo perchè abbiamo alzato il baricentro della squadra. Dobbiamo ancora migliorare naturalmente, non sono assolutamente preoccupato"

Nessuna novità di formazione, stando alle dichiarazioni dell'olandese:"Non ho grandi dubbi, hanno lavorato tutti bene. Silvestre non è ancora al 100%, Robinho starà fuori una settimana. Honda è pronto per domani, sta bene, ha recuperato dalla febbre.

Capitolo Mario Balotelli: " Capita a tutti di non giocare bene una aprtita, Mario è un grande talento e speriamo che possa esplodere per diventare il campione che ancora oggi non è. Sono convinto che prima o poi lo vedremo perchè lui ha grande voglia. Le lacrime a Napoli? Sono state uno sfogo, anche lui è umano

E per concludere una riflessione sulla condizione fisica: "La squadra deve migliorare in tutto, non voglio muovere critiche ad Allegri, non mi interessa. Quando mancano i risultati, devi rincorrere ed è molto più faticoso. Dobbiamo lavorare tanto sul piano fisico e mentale. Squadra che corre poco? Bisogna correre insieme, con intelligenza e velocità. Non importa correre più degli altri".