Seedorf: "Il mio futuro? La società non mi ha dato indicazioni"

Il Milan cala il tris infliggendo un secco 3-0 al Livorno e centrando la quinta vittoria consecutiva in Campionato. Nel segno di Balotelli e Taarabt, i rossoneri acciuffano il sesto posto in classifica, raggiungendo il Parma.

Seedorf: "Il mio futuro? La società non mi ha dato indicazioni"
Seedorf: "Il mio futuro? La società non mi ha dato indicazioni"

Un Clarence Seedorf  soddisfatto si è presentato ai i microfoni di "Sky Sport" nel postpartita di Milan-Livorno: "Siamo in una posizione che ci dà più morale, ci siamo avvicinati molto. Mancano le ultime gare che saranno decisive, oggi è stato un gran passo in avanti. La squadra è stata veramente brava nell'approccio, ha meritato di fare questa grande gara. Stiamo puntando verso l'Europa League, ora avremo la Roma e l'Inter, abbiamo cercato di rispettare tutte le avversarie, lo provaremo a fare anche con la Roma."  Il futuro del tecnico olandese sarà ancora rossonero? "Dovete parlare con la società, non posso parlare per gli altri. Io devo portare a casa più punti possibili, quello che mi è stato chiesto quando ho firmato, preparando la prossima stagione. Finché non ricevo indicazioni dalla società vado avanti per la mia strada. Balotelli? Ha fatto un gol da attaccante puro, lui deve trovarsi gli spazi e deve dare meno punti di riferimento possibili. Oggi si è sempre presentato in area, sono soddisfatto di quello che sta facendo. " La prestazione di Mario? "Balotelli sta crescendo, sta maturando di testa, questo gli permette di agire in maniera diversa sia dentro che fuori dal campo. Spero continui così e anche la squadra".

Domenico Di Carlo, tecnico del Livorno, ai microfoni della Rai parla così della sconfitta in casa del Milan: "Dal campo sembrava esserci l'espulsione di Abate sullo 0-0. la partita poteva cambiare con quell'episodio visto che la gara era piuttosto equilibrata. Invece tutto è cambiato e il Milan ha poi trovato quel gol nel finale di primo tempo che ha cambiato tutto. Il Sassuolo è a tre punti e in quattro gare ci sono i margini per cambiare la classifica. Se il Livorno giocherà come nel primo tempo può salvarsi, ma serve la continuità nell'arco di tutta la gara a partire dalla sfida contro la Lazio"


Share on Facebook