Milan-Inter: un derby che vale l’Europa

Il piatto forte della 36ª giornata di Serie A è il derby della Madonnina. A San Siro Seedorf rilancia De Sciglio mentre Pazzini partirà dalla panchina. Mazzarri recupera Rolando e Samuel in difesa. Davanti Icardi e Palacio, autore del gol vittoria all’andata. Arbitra Bergonzi. Calcio d’inizio ore 20:45.

Milan-Inter: un derby che vale l’Europa
Milan-Inter: un derby che vale l’Europa

Una stracittadina che può valere l'Europa, non solo l'onore. Il Milan arriva al derby con 6 punti di ritardo sui cugini. Con la sconfitta di venerdì scorso, all’Olimpico contro la Roma, è terminata la striscia di cinque vittorie di fila dei rossoneri. La squadra di Clarence Seedorf, tuttavia, non ha subito gol nelle ultime tre uscite casalinghe e nelle  ultime 13 giornate ha pareggiato solo una volta (1-1 con la Lazio). Mentre l' Inter di Walter Mazzarri, con il punto rimediato nell’ultimo turno di campionato contro il Napoli, è arrivato a quota 15 pareggi, il quarto nelle ultime sei partite. L’aria del derby farà miracoli in casa Milan? Oppure una sconfitta potrebbe mettere definitivamente la parola fine sul rapporto tra Seedorf e la società rossonera? In soli 3 mesi infatti sembra già al capolinea l’avventura dell’ ex giocatore di Inter e Milan. Mazzarri, che invece è stato confermato per la prossima stagione, vuole blindare la qualificazione diretta all’Europa League e vincere il suo secondo derby stagionale.  

Quello di stasera sarà il derby numero 80 in Serie A con i rossoneri padroni di casa. Nei 79 precedenti il bilancio è di 26 vittorie Milan, 22 pareggi e 31 vittorie per l’Inter che ha segnato 112 reti contro le 100 dei casciavit. Il Diavolo non vince dall’ aprile del 2011, la stagione dello scudetto, quando fini 3-0, sull’Inter di Leonardo, con doppietta di Pato e gol di Cassano. Mentre le ultime 2 sfide sono andate ai bauscia entrambe vinte per 1-0. La curiosità è che si è già giocato il 4 maggio. Era il 2008 ed i ragazzi di Ancelotti si imposero per 2-1 grazie alle reti Inzaghi e Kakà con l’Inter in gol con Cruz. Da ricordare anche il pirotecnico 4-3 per i nerazzurri nel 2006. Avanti già 3-0 nel primo tempo (Crespo, Stankovic, Ibrahimovic) i ragazzi di Mancini subiscono la rete di Seedorf prima di mandare in gol Materazzi su assist di Figo. Proprio l’espulsione di Materazzi riapri una gara già chiusa. Le reti di Gilardino e Kakà resero meno amara la sconfitta. Complessivamente negli ultimi 10 anni 6 successi per i rossoneri, 1 pareggio, 4 vittorie nerazzurre.  

Milan - Per quanto riguarda la formazione Poli o Honda, questo il solo dubbio di Seedorf. Favorito il primo, anche se in settimana il tecnico olandese ha provato a lungo Honda. Per il resto De Sciglio a destra ha vinto il ballottaggio con Abate, in quanto il tecnico olandese non lo vede a sinistra dove giocherà ancora Constant. L’ex Pazzini, che si è allenato intensamente in settimana, scalpita ma partirà dalla panchina pronto ad entrare durante il match. Cosi come El Shaarawy, che ha giocato con la Primavera la settimana scorsa e ritornerà ad assaporare il clima partita dopo 7 mesi.

Inter - Finita l’emergenza difensiva, rientrano Samuel e Rolando dalla squalifica e giocheranno titolari assieme a Ranocchia nella solita difesa a tre. L’esterno brasiliano Jonathan appare recuperato e pronto a riprendersi la fascia destra nerazzurra, con D’Ambrosio in panchina. Panchina anche per Zanetti e Milito; per loro sarà l’ultimo derby prima di intraprende nuove avventure. A centrocampo, ballottaggio fra Kovačić e Guarín, con il giovane croato favorito, mentre in attacco come sempre la coppia Palacio-Icardi.

Gli ex - sono tutti nella rosa del Milan: Muntari, Poli, Silvestre, Pazzini e Mario Balotelli (86 partite e 28 gol in neroazzurro). Tantissimi invece i giocatori che nella storia hanno indossato entrambe le maglie. Naturalmente Clarence Seedorf ( dal 1999 al 2002 all’Inter con 64 presenze e d 8 gol. Poi il passaggio al Milan in cambio di Francesco Coco. Dieci anni in rossonero nei quali vincerà tutto, disputando 300 partite con 47 gol ). Ma anche Andrea Pirlo, Ronaldo, Antonio Cassano, Christian Vieri, Maurizio Ganz, Aldo Serena, solo per citarne alcuni.

Arbitro - Sarà  Mauro Bergonzi della sezione di Genova. Ha diretto il Milan in 12 match di campionato divisi in 7 vittorie, 4 pareggi e una sconfitta. Sono invece 18 i precedenti con l’Inter che sotto la direzione dell’arbitro di Genova ha accumulato 9 vittorie, 5 pareggi e 4 sconfitte.

AC Milan