Milan, Inzaghi soddisfatto: "Penso sia stata la migliore partita del campionato"

Il tecnico rossonero elogia i suoi giocatori dopo la vittoria in trasferta a Verona, per 3-1.

Milan, Inzaghi soddisfatto: "Penso sia stata la migliore partita del campionato"
Milan, Inzaghi soddisfatto: "Penso sia stata la migliore partita del campionato"

"Siamo felici per una vittoria arrivata anche se avevamo fuori giocatori importanti. Sono un po' arrabbiato per il gol preso, ma abbiamo il miglior attacco del campionato: godiamoci la vittoria, ma iniziamo già a pensare alla Fiorentina". Intervistato da Sky dopo il successo sul Verona, Pippo Inzaghi è soddisfatto della prova dei suoi. Negli spogliatoi ho fatto i complimenti a Essien, due vittorie consecutive penso sia un bel viatico per questa squadra”.   “I giocatori mi rendono orgoglioso di allenarli, non sempre tutto va liscio, ma quando li vedo allenare sono sereno, poi le partite possono prendere anche una piega diversa da quella che hai pensato, ma non pensavo di stare 3-0 su un campo così difficile, prima ho detto Essien ma è anche da sottolineare la risposta di Abbiati, che è una sicurezza. Tutto il gruppo mi sta dando delle grandi gioie, vediamo di continuare così”.

“C’è una mia intervista dei primi di agosto in cui parlo di Honda, ho cercato di metterlo nella posizione ideale nel 4-3-3: cercavo un giocatore di piede sinistro, poi ho notato che oltre a grande tecnica ha anche grande forza, i meriti vanno tutti a lui. Sappiamo che dobbiamo migliorare, i gol che abbiamo preso sono molto casuali, basti pensare a Parma, ai due su calcio piazzato presi a Empoli, uno a Cesena ce lo siamo fatti noi, qualcosa concederemo sempre per il modo di attaccare, dovremo migliorare dietro ma il fatto di essere il miglior attacco penso sia bello per il mio Milan”.

“Io devo stimolare tutti, quando ho sette attaccanti così poi devo decidere nella mia testa, oggi in panchina c’erano Niang, Pazzini e Bonaventura, dalla prossima partita si riproporranno tutti i dubbi, i cambi sono fondamentali. Siamo migliorati molto nella gestione del pallone anche se secondo me possiamo fare ancora meglio, questi ragazzi hanno bisogno di certezze che erano venute un po’ a mancare. Nella seconda parte del primo tempo avremmo dovuto gestire un po’ meglio la palla, abbiamo questo spirito di andare sempre in avanti, ma una grande squadra non può permettersi di far riaprire la partita, oggi abbiamo rischiato dopo aver subito il gol di Nico Lopez. Già tutta la settimana mi porto questi dubbi, non solo in attacco, io devo guardare gli allenamenti e sbagliare il meno possibile, ma non devo inventarmi nulla: Ménez è una punta che può giocare anche esterno”.

Christian Abbiati, portiere del Milan, ha parlato ai microfoni della “Rai” dopo la vittoria contro il Verona: “Era importante vincere su un campo in cui non riuscivamo a conquistare i tre punti da tanti anni, questa vittoria ci permette di puntare le parti alte della classifica. Mettere in difficoltà Inzaghi? Questo è il mio sport preferito e non ho mai visto un giocatore essere contento di stare in panchina”.