Il Milan di Inzaghi è atteso dall'esame Fiorentina

Questa sera, a San Siro, andrà in scena il posticipo dell’ottava giornata di Serie A, una gara che metterà di fronte Milan e Fiorentina. I rossoneri hanno finalmente trovato la retta via? i viola invertiranno il senso di marcia che li vede ad oggi spietati lontano dai confini nazionali ed in evidente difficoltà quando c'è da affrontare partite di campionato?

Il Milan di Inzaghi è atteso dall'esame Fiorentina
Milan
Fiorentina
Milan: ore 20:45
Fiorentina :

Ancora una volta Milan e Fiorentina si sfideranno in campionato in un match che già promette fuoco e fiamme da entrambe le parti. Dopo il Verona, ecco la Fiorentina di Montella per il Milan di Inzaghi per chiarire il ruolo dei rossoneri che potrebbero provare l’assalto al terzo posto Champions. Invece i viola hanno risollevato la testa dopo la sconfitta in casa con la Lazio per 2-0 battendo in trasferta il Paok in Europa League, consolidando il primo posto nel girone e mettendo una seria ipoteca sulla qualificazione ai sedicesimi di finale.

Inzaghi: “Fiorentina tra le più forti della A"- Dare seguito alle vittorie con Hellas e Chievo. Il Milan attende la Fiorentina nel posticipo dell’ottava giornata di Serie A. Queste le parole dell’allenatore rossonero Pippo Inzaghi nel corso della conferenza stampa della vigilia. “Sarà un match complicato, la Fiorentina è una delle squadre più forti della Serie A e di questo ne abbiamo avuto la riprova nella partita di giovedì. Al completo hanno un organico pari a quello di Juventus e Roma“. 

Capitolo formazione: “Si stanno allenando tutti bene, ancora non ho scelto la formazione. Menez è sereno, nonostante sia appena uscito da un infortunio. Dovrò scegliere chi giocherà tra lui, El Sharaawy e Torres. Quest’ultimo ha giocato benissimo a Verona; non guardo solo il gol, ma anche l’applicazione e l’impegno e, da questo punto di vista, il suo rendimento è buono. Sto pensando anche all’inserimento di Zapata. Abbiati o Diego Lopez? E’ una scelta difficile, ma lo farò in base a quanto ho appreso in allenamento“. Rispetto per tutti, ma paura di nessuno. Neanche della Fiorentina e dei suoi imprevedibili uomini: “La forza della Fiorentina è la velocità, oltre al possesso palla, ma noi abbiamo studiato e sappiamo come contrastarli“.

Montella: ''con i rossoneri conta solo il risultato''- Dalla sala stampa di Milano, queste le parole dell’allenatore viola Vincenzo Montella:“Il Milan sta dimostrando di avere giocatori di qualità e di saper crescere.Ma non è l'unica squadra a lottare per il terzo posto. Ci sono quattro-cinque squadre che lotteranno fino alla fine senza dimenticare anche la lotta per l'Europa League e l'inserimento di Sampdoria e Udinese. Inzaghi?

Si è calato molto bene nella parte, è un po' invecchiato...sta facendo molto bene. E' arrivato al momento giusto portando con se idee geniali. La cosa più importante sarà il risultato". Rossoneri favoriti senza coppe? Stanno facendo bene, non giocare le coppe può avvantaggiarli nel preparare le gare ma vedremo. Il cammino della Fiorentina? Io credo che non solo in Europa la Fiorentina stia facendo una buona stagione. L'importante è andare in campo sempre con la mentalità di vincere. Per crescere ancora dovremo capire meglio e adattarsi al calcio italiano.

I CONVOCATI

Milan:  Portieri: Abbiati, Agazzi, Diego Lopez.

Difensori: Abate, Alex, Armero, Bonera, De Sciglio, Rami, Zapata.

Centrocampisti: Bonaventura, Essien, De Jong, Honda, Muntari, Poli, Saponara, van Ginkel.  

Attaccanti: El Shaarawy, Menez, Niang, Pazzini, Torres.

Fiorentina:  Portieri: Lupatelli, Neto, Tatarusanu.

Difensori: Alonso, Basanta, Pasqual, Richards, Rodriguez Go., Savic, Tomovic.

Centrocampisti: Aquilani, Badelj, Borja Valero, Joaquin, Kurtic, Lazzari, Marin, Mati Fernandez, Vargas.

Attaccanti: Babacar, Bernardeschi, Cuadrado, Ilicic.

LE PROBABILI FORMAZIONI

Il tecnico rossonero può contare sull'intera rosa e sull'importante rientro di Nigel De Jong, squalificato a Verona. In porta Abbiati dovrebbe vincere il ballottaggio con Diego Lopez, non ancora al top della forma. La difesa sarà formata da Alex e Rami al centro e De Sciglio e Abate sulle fasce. A centrocampo dovrebbe prevalere la forza fisica di Poli e Muntari. Mister Inzaghi dovrebbe riconfermare il tridente d’attacco. Menez dovrà accomodarsi in panchina, pronto ad entrare a gara in corso.MILAN (4-3-3): Diego Lopez; Abate, Alex, Rami, De Sciglio; Poli, De Jong, Muntari; Honda, Torres, El Shaarawy.

A disposizione: Abbiati, Agazzi, Bonera, Zapata, Armero, Essien, van Ginkel, Poli, Saponara, Menez, Niang, Pazzini. All. Inzaghi.

Ancora out Gomez e Rossi, Vincenzo Montella dovrà fare a meno anche di Pizarro, oltre a Mario Gomez e Rossi. Pacchetto difensivo confermato con Tomovic, Rodriguez, Savic e Alonso. L'ex milanista Aquilani guiderà il centrocampo viola, con al suo fianco Borja Valero. In attacco ci sarà Cuadrado, Mati e Babacar

FIORENTINA (4-3-1-2): Neto; Tomovic, Rodriguez Go., Savic, Marcos Alonso; Aquilani, Kurtic, Borja Valero, Fernandez, Cuadrado; Babacar.
A disposizione: Tatarusanu, Lupatelli, Basanta, Richards, Pasqual, Vargas,  Lazzari, Joaquin, Badelj, Ilicic, Marin, Bernardeschi. All. Montella.

Milan e Fiorentina si sono incontrate 148 volte in Serie A: nelle 74 partite in casa i rossoneri hanno collezionato 44 vittorie, 19 pareggi e 11 sconfitte, segnando 134 gol e subendone 65. Tenendo conto anche delle gare disputate nel capoluogo toscane, il Milan rimane in vantaggio con 68 vittorie a fronte di 40 sconfitte e 40 pareggi. Nelle ultime tre occasioni ha vinto la formazione ospite. Lo scorso anno l'incontro terminò con uno 0-2 firmato Vargas e Borja Valero. Per cercare l'ultimo successo del Diavolo, dunque, dobbiamo risalire alla stagione 2010/2011 con gol decisivo di Zlatan Ibrahimovic. Il pareggio manca, invece, dalla stagione 2007-2008, quando l'incontro terminò 1-1 grazie alle reti di Kakà su rigore e Mutu.